Giunto danneggiato, chiuso viadotto sulla Palermo-Catania. Traffico in tilt

La decisione di Anas e della polizia stradale che hanno chiuso il viadotto Fiumetorto nei pressi di Termini Imerese per fare delle verifiche

Ancora emergenza viadotti in Sicilia. dopo il caso del ponte Himera, ormai chiuso per il cedimento di alcuni piloni oltre quattro anni fa, l'Anas ha chiuso nel pomeriggio il viadotto Fiumetorto, nei pressi di Termini Imerese in provincia di Palermo. La decisione è stata presa dall'Anas con le forze dell'ordine intervenute sul posto che hanno verificato il danneggiamento di un giunto sul ponte dell'autostrada A19 Palermo-Catania. Troppo pericoloso insomma far continuare la normale circolazione e così è stata decisa la chiusura di entrambe le carreggiate, sia quella in direzione di Palermo, che quella in direzione di Messina e Catania con il traffico deviato sulla statale 113 tra Termini e l'area industriale.

La chiusura, come era prevedibile, ha causato parecchi disagi alla circolazione. Nella zona il traffico è andato immediatamente in tilt e si sono formate code chilometriche in entrambi i sensi di marcia. Insomma non c'è pace per le autostrade siciliane. E si torna di nuovo a vivere l'incubo "Viadotto Himera", chiuso al traffico dall'aprile del 2015, quando improvvisamente cedette a causa di una frana sul terreno sottostante. Una situazione che non si è mai risolta con i cantieri-lumaca ormai che durano da anni e con le maestranze che, nei giorni scorsi, sono state trasferite a Genova per la realizzazione del nuovo ponte Morandi, provocando un allungamento dei tempi di consegna di altri sette mesi.

Difficile capire l'entità del guaio accaduto sul viadotto Fiumetorto. Anas ha fatto sapere che saranno effettuati i necessari sopralluoghi e test tecnici per capire meglio come intervenire. Ma nessuna informazione sui tempi in cui questo accadrà. "Prevediamo di riaprire il tratto domani alle 13", confermano dalla polizia stradale. Mentre dall'Anas fanno sapere che "non è stato possibile istituire il doppio senso di circolazione sulla opposta carreggiata in quanto la carreggiata in direzione Palermo, nello stesso tratto, è attualmente interessata da un intervento di rifacimento del cavalcaferrovia".

Qualche giorno fa sulla vicenda del viadotto Himera era anche intervenuto il viceministro alle Infrastutture Giancarlo Cancelleri: "Non è possibile fare un confronto tra l'iter di ricostruzione del ponte Morandi di Genova, crollato nell'agosto 2018, e quello del viadotto Himera sull'autostrada Palermo-Catania, che ha subito un cedimento nel 2015, perchè sono due iter normativi diversi. Per quanto riguarda la ricostruzione del viadotto sulla A19, abbiamo sbloccato tutto. I soldi ci sono e li abbiamo dati all'azienda che sta temporeggiando nel montaggio del ponte: per me è inaccettabile, ho già concordato di incontrare Anas e il contraente generale per fare con loro un discorso chiaro. Non possiamo finire in concomitanza col montaggio del ponte Morandi, dobbiamo finire prima per dare il messaggio che anche in Sicilia le cose si fanno e si fanno bene". E invece la parole di Cancelleri sono cadute nel vuoto.