Mondello, si spezza un pontile galleggiante: spiaggia invasa dal polistirolo

La spiaggia di Mondello sulla costa palermitana è stata invasa da una grossa quantità di polistirolo portata dalle correnti e dal vento in seguito alla rottura di una banchina galleggiante ormeggiata davanti al porto

La spiaggia di Mondello, sul litorale palermitano, è stata lettaralmente invasa nella giornata di oggi da un grosso quantitativo di materiale plastico, polistirolo nello specifico. Questo incredibile scenario è stato provocato da un pontile galleggiante, ormeggiato proprio davanti alla spiaggia, che si è spezzato, provocando così la fuoriuscita di tutto il materiale.

Il vento di questi giorni e le forti correnti hanno spinto il polistirolo fino alla spiaggia di Mondello, dove si è poi depositato lungo un tratto di costa nei pressi dell'Antico stabilimento. L'incidente sarebbe stato causato dall'usura e dallo sfregamento delle catenarie della banchina, che viene utilizzata molto spesso durante la stagione estiva.

Proprio in questi ultimi giorni i lavoratori della New Marina Servic Srl, titolare della concessione del pontile fino al 30 ottobre, avevano iniziato le operazioni di smontaggio, che però si sono interrotte momentaneamente a causa del maltempo. La guardia costiera ha per questo motivo diffidato la società titolare della concessione a rimuovere tempestivamente tutti i residui di materiale plastico. Per rimuovere tutti i pezzi di polistirolo dalla spiaggia, in modo da evitare che finiscano in mare, è stato poi chiesto a una società che gestisce un lido nella zona di Mondello di mettere a disposizione una setacciatrice. Questo strumento viene usato all'inizio dell'estate per filtrare la sabbia ed eliminare ogni impurità, quindi, sicuramente risulterà molto utile per ripulire tutta l'area in maniera precisa.

Al momento sulla spiaggia sono al lavoro tantissimi volontari, che da questa mattina con rastrelli e sacchi neri si sono dati appuntamento per aiutare nel lavoro di pulizia. Ciò che rimane da chiarire è se verranno effettuati dei controlli per accertare eventuali danni ambientali e soprattutto se saranno presi provvedimenti nei confronti della cooperativa che gestisce la banchina.

Segui già la pagina di Palermo de ilGiornale.it?