Movida "selvaggia" a Palermo: scoperto un pub abusivo. Tre denunciati

Controlli della polizia municipale nei luoghi della movida palermitana. Scovato un pub privo di autorizzazioni. Multe e tre persone denunciate

Un pub completamente abusivo e tre persone denunciate. Questo l'esito dell'operazione della Polizia Municipale di Palermo che la scorsa notte, nell'ambito dei controlli finalizzati alla tutela del riposo notturno e alla lotta contro l'abusivismo commerciale e contro la movida selvaggia, ha prima sequestrato un pub abusivo in piazzetta della Messinese e poi denunciato il gestore di un locale di via discesa dei Giudici per disturbo alla quiete pubblica. Inoltre ha denunciato due pregiudicati per minacce e oltraggio proprio in relazione ai controlli sul pub di via discesa dei Giudici.

A piazzetta della Messinese, altri controlli sulla movida. Qui l'attività di somministrazione di alimenti e bevande è stata immediatamente interrotta e sequestrata perché priva di "Scia", la segnalazione certificata di inizio attività e di registrazione sanitaria. I vigili hanno anche multato il titolare per un totale di 8 mila euro. In via Discesa dei Giudici il gestore dell'attività è stato segnalato all'autorità giudiziaria per disturbo della quiete pubblica. Durante il sopralluogo la musica veniva diffusa all'esterno del locale da un dj, a porte aperte, senza relazione fonometrica e oltre l'orario consentito. Questo ha comportato l'interruzione dell'intrattenimento musicale e, oltre alle sanzioni, il sequestro delle apparecchiature. All'interno del locale, sebbene autorizzato come bar, venivano anche somministrati alimenti e bevande ai tavoli, con intrattenimento musicale e annessa attività di ristorazione con cucina-laboratorio abusiva. Gli agenti hanno sequestrato il locale per l'assenza di autorizzazioni sanitarie. Le sanzioni ammontano complessivamente a 8.100 euro.

Al termine di quest'ultima operazione, due uomini, a bordo di uno scooter, in via Discesa dei Giudici, hanno cercato di intimorire gli agenti minacciandoli e oltraggiandoli in presenza di numerose persone. Dopo un breve inseguimento, venivano bloccati e identificati. Dagli accertamenti è emerso che il conducente, M. F. di 25 anni, aveva la patente di guida revocata per pregiudizi penali, lo scooter era senza assicurazione e privo della revisione dal 2014. Oltre alla denuncia per minacce e oltraggio a pubblico ufficiale, i vigili hanno sequestrato lo scooter e contestato sanzioni per oltre 6.150 euro. Qualche tempo fa un uomo aveva aggredito un vigile perché gli aveva sequestrato la sua attività abusiva.