Rimprovera bimbo di 11 anni, il padre non ci sta e lo accoltella

Accoltella un 44enne: aveva rimproverato il figlio di 11 anni. L'uomo è stato arrestato per tentato omicidio e si trova adesso in carcere

Accoltella un uomo perché si è permesso di rimproverare il figlio. Una banale lite fra due bambini, che però ha rischiato di finire in tragedia quando ad intervenire sono stati i genitori. Siamo ad Altofonte, piccolo comune alle porte di Palermo, una lite tra due bambini ha visto il padre di uno dei due ragazzini di appena 11 anni rimproverarli. Una scena che non è piaciuta all’altro padre e che ha deciso di vendicare l’onore del figlio, di soli 11 anni. Ecco il motivo che ha portato un uomo di 40 anni, ad armarsi di coltello e sferrare un fendente al rivale di 44 anni, commerciante, anch’egli di Altofonte.

L’aggressione non è finita in tragedia solo grazie alla prontezza di riflessi della vittima ed all’intervento di un carabiniere in pensione, presente al momento dei fatti, che, comprese le cattive intenzioni dell’aggressore si è scagliato su di lui ed ha frenato la coltellata che ha ferito solo lievemente l’altro papà. L’uomo subito dopo l’aggressione si è dato alla fuga, ma è stato rintracciato dai carabinieri della Stazione di Altofonte e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Monreale. Tratto in arresto è stato segnalato all’autorità giudiziaria per il reato di tentato omicidio. L’Autorità Giudiziaria ha disposto la traduzione dell’uomo presso la casa circondariale “Pagliarelli” di Palermo. In quella sede il Gip ha convalidato l’arresto e ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere.

Commenti

Fjr

Sab, 24/08/2019 - 13:41

Ma cosa gli ha detto il cervello?Se l’uomo rimproverava il ragazzino avrà avuto i suoi motivi e se fosse stato l’altro un padre giusto magari avrebbe proseguito con uno scappellotto,invece come al solito volano i coltelli e mo’ fatte un po’ de gabbio così ti passa.

Adespota

Sab, 24/08/2019 - 14:41

Stessa mentalità di coloro che vanno a protestare se il proprio pargolo viene sanzionato a scuola. Difetto generazionale post 68?

baronemanfredri...

Sab, 24/08/2019 - 17:10

PRIMA DI TUTTO MA NON ERANO I CLANDESTINI CHE HANNO RESO PALERMO MIGLIORE? MA POI CHE C'ENTRA SEGNALATO ALL'AUTORITA' GIUDIZIARIA DEVE ESSERE ARRESTATO PER TENTATO OMICIDIO ED USO DI ARMA BIANCA. FORSE ORMAI SIAMO ABITUATI A TRATTARE I CLANDESTINI E STRANIERI CON I GUANTI GIALLI CHE SI SARANNO SBAGLIATI NON AVRANNO VISTO BENE CHE E' ITALIANO ALTRIMENTI ERA GIA' NEL "SALOTTO" SALOTTO SIGNIFICA CARCERE IN TERMINE TECNICO.

routier

Sab, 24/08/2019 - 17:23

Quando non lavorano i cervelli, lavorano i coltelli! UNICUIQUE SUUM (ad ognuno il suo)

pilandi

Sab, 24/08/2019 - 20:22

@ Adespota guarda che le anime belle che pestano i professori hanno sui 35/40 anni, nel '68 manco erano nati. Quelli sono della generazione di Mediaset, il vuoto pneumatico generato dai programmi TV.

vottorio

Sab, 24/08/2019 - 21:19

Il Gip ha agito correttamente. Sia da esempio.

newman

Sab, 24/08/2019 - 21:59

Siamo fuori del mondo civile! Persone che non hanno il minimo di autocontrollo, non sanno parlare, non sanno discutere, non conoscono le buone maniere, e hanno sempre pronto il coltello come i selvaggi. L'onore dell'undicenne é salvo. "L'offesa" alla famiglia, padre, madre, figli e nipoti, zii, nonni e parenti tutti, é stata lavata col sangue. I trogloditi nel ventunesimo secolo. Dovrebbero aprire uno zoo apposito a Palermo.

Adespota

Sab, 24/08/2019 - 23:30

@pilandi: si ricordi che uno dei motti sessantottini era "vietato vietare" che ha fatto presa su molti neo genitori successivi. Non capisco la sua logica: un 35enne o un 40enne non può aver assorbito la cultura dei genitori sessantottini che attualmente sono degli ottantenni circa ?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 25/08/2019 - 08:19

@pilandi 20.22: mi permetto di chiosare: senza inoltrarmi nei secoli già passati le generazioni attuali, quelle che si giustificano usando i coltelli, sono i nipoti di quelli che si azzuffarono trastullandosi in due guerre globali, facevano manifestazioni nelle piazze lanciando slogan disfattisti a prescindere e sono, come Lei riporta, allattati dai Moloch mediatici ... l'eterna evoluzione darwiniana delle specie animali di cui l'Homo Sapiens ha spodestato la scala gerarchica con le nefaste conseguenze che si stanno "assaporando" vedi la plastica come ingrediente base negli alimenti e l'aria e l'acqua contaminata dai residui tossici del cosiddetto progresso dell'Umanità. Ossequi.

timoty martin

Dom, 25/08/2019 - 10:42

In che mondo viviamo? Sarebbe questo l'esempio da dare ai ragazzi? Quando saranno adulti, faranno le stesse cose. Questo si chiama "civiltà", educazione? Mahhhhh

pilandi

Dom, 25/08/2019 - 11:06

@ Adespota infatti è normale che chi batteva per la pace trasmetta il valore di picchiare il prossimo, certo, come no!

Adespota

Dom, 25/08/2019 - 17:31

@ pilandi : da quello che scrive arguisco che lei è molto giovane e non ha vissuto il periodo post 68 e non lo ha studiato se non per spot . Comunque cosa c'entra un concetto ( molto astratto ) di pace con il concetto di rivoluzione culturale e quindi educativa e pedagogica ?

Divoll

Lun, 26/08/2019 - 00:44

Si spera che il figlio ne tragga un insegnamento: l'arroganza non paga e si finisce in galera. Ma ho dei dubbi che impari...