Paola Cavallino: «Come concilio il ruolo di mamma con lo sport»

Sarà una festa all'insegna del divertimento e del gioco, ma anche della solidarietà. Uno dei motori organizzativi dell'evento è infatti l'Aism, Associazione Italiana Sclerosi Multipla che vanta una testimonial d'onore, la campionessa di nuoto Paola Cavallino: «Dietro a un bambino che fa sport c'è una famiglia che lo incoraggia, spesso facendo dei sacrifici. Ora che ho 30 anni ricordo l'importanza di mia madre, che mi spronava per andare in piscina anche quando pigramente avrei preferito stare a casa o uscire con le amiche. E le sono grata». Paola, perfetto connubio di sport e famiglia (ha una splendida bimba di due anni), ha scelto di rappresentare l'Aism ascoltando il suo istinto di mamma: «Mi è stata fatta questa proposta mentre aspettavo Virginia, e quando ho saputo che la sclerosi multipla colpisce soprattutto le donne, pensando al futuro di mia figlia non ho esitato un attimo ad accettare l'invito». Molte saranno le iniziative per educare i bambini a comprendere il diverso e il disagio. L'Istituto David Chiassone allestirà un «laboratorio delle percezioni» per sensibilizzare i ragazzi sulla preziosità della vista e sulle difficoltà quotidiane delle persone ipovedenti. In più, alcuni medici della Banca degli occhi Melvin Jones (onlus attiva nel campo del trapianto di cornea) effettueranno visite oculistiche, per educare e prevenire. L'Associazione Italiana Pet Therapy, con la partecipazione straordinaria del cane Boh, illustrerà i fondamenti di questa dolce ed efficace terapia basata sulla relazione uomo-animale, pura e libera da quei pregiudizi che talvolta allontanano gli umani da «ciò che è diverso e ignoto». I «Pagiassi», medici-clown dell'Associazione Cilla onlus, che allietano le degenze dei piccoli in ospedale, animeranno la festa con i loro nasi rossi e i loro sorrisi contagiosi. Ai disabili dedica ampio spazio la Cooperativa Sociale La Cruna, il cui obiettivo principale è l'inserimento lavorativo di persone con disagi motori: l'associazione organizzerà un punto d'accoglienza per i disabili e metterà a disposizione degli scooter elettrici per accedere agevolmente alla festa. Altre associazioni tra cui il Celivo e la Casa dell'Angelo offriranno presso i loro stand informazioni sulle attività di volontariato, perché se «il mare è fatto di gocce», anche un'ora alla settimana di ciascuno di noi può cambiare significativamente la vita di molte persone. Ed è bene imparare a farlo da piccoli, perché diventi un'abitudine della vita da grandi. Anche l'alimentazione è contemplata nelle attività educative della festa: per promuovere la cultura dei prodotti sani e di qualità, il Consorzio per la Tutela dell'Olio Extra Vergine di Oliva Dop Riviera Ligure offrirà una merenda all'insegna del gusto e della salute. La Coop Liguria ha ideato due percorsi ludici-didattici che uniscono l'attività motoria alla nutrizione equilibrata, «Alimenta il tuo benessere» e «Chi aiuta mago Filippo». Ciò che assumiamo per il nostro organismo ha sempre un'importanza enorme, ancor più durante la crescita: non va dimenticato il pericolo del doping e delle sostanze psicotrope che possono provocare danni in fase di maturazione psicosociale. Per questo il Laboratorio CCS svolgerà attività di comunicazione sul rischio legato all'uso di sostanze tra i giovani. E dopo l'attenzione al «dentro», è ora di gettare uno sguardo sul pianeta che ci ospita, con il laboratorio di studio sulle energie alternative promosso da Legambiente.