Papa Francesco: "Nessuno si faccia scudo di Dio"

Bergolio a Tirana: "Nessuno pensi di poter farsi scudo di Dio mentre progetta e compie atti di violenza e di sopraffazione"

"Nessuno pensi di poter farsi scudo di Dio mentre progetta e compie atti di violenza e di sopraffazione. Nessuno prenda a pretesto la religione per le proprie azioni contrarie alla dignità dell'uomo e ai suoi diritti fondamentali, in primo luogo quello alla vita ed alla libertà religiosa di tutti!". Il messaggio di Papa Francesco, giunto a Tirana per il suo quarto viaggio internazionale, è chiaro e arriva in una situazione di alta tensione a causa delle minacce dello Stato islamicoBergoglio ha puntato il dito contro gli estremisti, reo di travisare la religione, e ha indicato il Paese dell'Albania come esempio di pacifica convivenza. 

"Il rispetto dei diritti umani, tra cui spicca la libertà religiosa e di espressione del pensiero, è condizione preliminare per lo stesso sviluppo sociale ed economico di un Paese. Quando la dignità dell’uomo viene rispettata e i suoi diritti vengono riconosciuti e garantiti, fioriscono anche la creatività e l’intraprendenza e la personalità umana può dispiegare le sue molteplici iniziative a favore del bene comune", ha affermato Papa Francesco incontrando, nel salone Scanderbeg del Palazzo Presidenziale di Tirana, le Autorità civili, il Corpo Diplomatico e alcuni Capi religiosi dell’Albania, dopo la visita al Presidente della Repubblica.

Annunci

Commenti

claudio faleri

Dom, 21/09/2014 - 11:26

come apre bocca è retorica a volontà, le solite menate per i creduloni vaticano=cancrena

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 21/09/2014 - 11:31

Mi sa,che Cristianesimo ed ISLAM,ciascuno nel nome del "proprio" DIO,di nefandezze ne abbiano fatte tante,e non è finita....

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 21/09/2014 - 11:38

Gli Apostoli della Chiesa, devono prima credere loro stessi, per poi predicarlo al al punpito. Negli ultimi anni il clero, i suoi rapresentanti HANNO ABUSATO SU TUTTI I FRONTI E SI SONO CREATI IN ALONE DI SUPERBIA, CHE HA INDOTTO LA POPOLAZIONE A NON CREDERE PIÙ NELLAA LORO LEALTÀ.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 21/09/2014 - 12:50

La libertà di pensiero, in una società dominata dalla dittatura del pensiero unico, è solo una dichiarazione d'intenti. Perché esprimere un'opinione contraria all'invasione di africani e asiatici (in gran parte musulmani)non è libertà di pensiero, ma xenofobia e razzismo? Perché non essere favorevoli ad dilagare della campagna mediatica e culturale a favore di gay, lesbo, bisex, trans e varia umanità, non è libertà di pensiero, ma omofobia e transfobia? Perché denunciare la violenza del fanatismo islamico non è libertà di pensiero, ma islamofobia? Perché la libertà di pensiero è garantita solo se si canta all'unisono nel coro del politamente corretto e negli altri casi è deprecato e messo alla gogna dai media di regime, quando addirittura non si rischiano denunce o sanzioni da parte dell'ordine dei giornalisti? "Potete esprimere liberamente il vostro pensiero, purché siate d'accordo con me", diceva Stalin. E questo è l'unico principio valido ancora oggi sui mass media uniformati, ovviamente, alla visione "sinistra" (in tutti i sensi) del mondo. A ben guardare questo è anche il criterio ispiratore dell'atteggiamento del nostro premier per caso o per grazia ricevuta (da san Giorgio...ma non quello del drago), il Bomba, gelataio, sbruffone, presuntuoso, spocchioso, saccente, borioso, superbo, autoritario e sparaballe; il signor "So tutto io...faccio tutto io...decido solo io. E chi non è con me è contro di me". Sembra di sentire Nazzari nel suo famoso brindisi dalla Cena delle beffe: "E chi non beve con me peste lo colga". Vai, vai, Renzino, che tanto gli italiani ormai sono completamente rincoglioniti e credono a tutto, credono alla libertà di pensiero, credono al Papa quando dice che i musulmani sono nostri fratelli, credono che le migliaia di migranti che ci invadono siano "preziose risorse", credono agli asini che volano e votano compatti per quelle quattro belle statuine che ti circondano. Auguri

moshe

Dom, 21/09/2014 - 12:52

..... finalmente ..... parole, parole, parole .....

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 21/09/2014 - 13:37

Lo fa persino l'America, perche' non dovrebbero farlo gli assassini dell'ISIS? Stesso delirio, stesso insulto all'intelligenza di una civilta` che nel XXI secolo dovrebbe essere ampiamente laica e secolare, anziche' appunto, farsi scudo della religione e dei vari dei, creati dall'uomo molti secoli fa.

cicikov

Dom, 21/09/2014 - 14:11

che palle queste frasi fatte, sempre le stesse, inutili e stucchevoli.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 21/09/2014 - 14:14

@Giano. Profonde e giustissime le sue considerazioni sulla libertà(condizionata) di pensiero.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 21/09/2014 - 15:03

Questo signore riesce perfettamente nell'impresa di farmi esondare le palle dagli slip. Religiosamente, s'intende.

ConteMascetti

Dom, 21/09/2014 - 15:20

La verità è che una persona perde la dignità quando, per vivere, ha bisogno di ricorrere a concetti come dio e la religione.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 21/09/2014 - 15:32

G R A N D E U O M O grazie per dire ciò che gli altri si vergognano ed han paura di pronunciare. chi UCCIDE IN NOME DI DIO E' UNA BESTIA SATANICA e come tale verrà annientata dall'AMORE Divino. Ridete pure di ciò perchè se non capite ciò sarete anche voi annientati in quanto complici del Male

claudio faleri

Dom, 21/09/2014 - 15:36

col vaticano c'è chi si sfama ma poi affama il resto d'italia perchè per decenni la politica ha leccato il c......o al clero e lo fa anche oggi......a nessuno religione piace l'uomo libero, neppure a questo franceschino, gesuita furbo

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 21/09/2014 - 15:41

Certo che a vedere tanta faccia tosta per far cadere dall'alto una considerazione che condanna la violenza, ben sapendo che la violenza fa parte integrante del credo islamico, dopo averli accolti chiamandoli "Fratelli", da veri rincoglioniti e ipocriti, fa cascare le braccia perfino a chi sa da tempo come stanno le cose. Dei Farisei dicevano sepolti imbiancati ma loro sono mille volte peggio. I Farisei almeno difendevano gli interessi del loro popolo fin da subito, questi della nostra Chiesa prima tradiscono e poi fanno finta di cadere dalle nuvole e si permettono prediche a gente che da sempre crede all'opposto di ciò che loro predicano. Non mi stupirei se gli islamici rispondessero con una pernacchia, alla napoletana, mentre intanto affilano i coltelli per fare la festa a Bergoglio & Company. Francesco si è forse svegliato perchè hanno minacciato lui e la Chiesa? Non si è accorto di nulla mentre uccidevano il suo gregge e lui li lasciava liberamente entrare nel suo recinto? Un simile avviso può colpire solo la coscienza dei fedeli cristiani, agli islamici li fa solo che ridere e la Chiesa, quella vera, che a suo tempo fece le crociate, lo dovrebbe sapere meglio di chiunque altro. Adesso fanno gli ipocriti peggio dei Farisei, è quasi rivoltante il sentirlo. Se poi spera veramente d'intimidire gli islamici allora è veramente un fesso, sia lui che tutta la Chiesa che gli sta appresso.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Dom, 21/09/2014 - 16:12

C'ero arrivato da solo circa 45 anni fa,ma se adesso lo dice il Papa...allora va bene.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 21/09/2014 - 18:11

L'uso di dio è facoltà esclusiva di francesco, suo unico strumento. non toccateglielo.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 21/09/2014 - 18:13

@Dragon_Lord (15:32) Bravo! Questo è parlar chiaro!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 21/09/2014 - 18:38

@Dragon_Lord - Guardi che noi ciò che ha detto il papa lo andiamo dicendo da un bel po' di tempo e non siamo neanche andati a Lampedusa ad accogliere i fratelli musulmani.

pbshelley

Dom, 21/09/2014 - 19:20

@Giano: il plauso di Euterpe verso il tuo commento non mi trova d'accordo. In particolare, non è molto ben chiaro cosa significhi che la libertà di pensiero sarebbe oggi solamente una dichiarazione di intenti, perché non ti sarebbe possibile indicare, nel tempo e nello spazio, società più libere nel pensiero di quella "occidentale contemporanea" (mi permetto un'espressione un pochino vago per semplificare i termini della questione). Se affermi che anche la società intellettualmente più libera prevede innumerevoli forme di controllo e di omogeneizzazione del pensiero, ciò è senz'altro vero, ma non è una grande scoperta; se invece affermi (come sembra che tu faccia) che viviamo in una società simile a quella staliniana, è persino inutile discutere oltre, tanto è evidente il tuo errore. Che senso ha servirsi della propria libertà di pensiero per affermare che non c'è libertà di pensiero? Peggio: che senso ha sostenere ideologie contrarie alla libertà di pensiero servendosi proprio della libertà di pensiero? Prendiamo un esempio: questo giornale si scaglia quotidianamente contro "l'invasione di africani e asiatici", è contrario alla "campagna mediatica e culturale a favore di gay, lesbo, bisex, trans e varia umanità [?]", denuncia la "violenza del fanatismo islamico", eppure è libero di pubblicare, in edicola e sul web. Dunque? Puoi spiegarmi dove starebbe il pensiero unico di cui parli? Dal mio punto di vista, la generosa libertà di pensiero della quale gode chi scrive su questo giornale (e chi lo legge e apprezza) è davvero mal spesa: è troppo facile ridurre i processi migratori all'avanzata islamica, troppo facile ridurre l'omosessualità a una depravazione morale da reprimere, troppo facile anche ridurre la religione islamica al fanatismo islamico. Tutto ciò non solo è facile, ma come tutte le cose troppo facili è pure sbagliato. Però, come vedi, hai il diritto di rivendicare tali errori. Dunque, dove sarebbe l'assenza di libertà di pensiero? (Aspetto una risposta che citi il caso di Magdi Allam...)

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 21/09/2014 - 19:43

"Il rispetto dei diritti umani, tra cui spicca la libertà religiosa e di espressione del pensiero, è condizione preliminare per lo stesso sviluppo sociale ed economico di un Paese. Quando la dignità dell’uomo viene rispettata e i suoi diritti vengono riconosciuti e garantiti, fioriscono anche la creatività e l’intraprendenza e la personalità umana può dispiegare le sue molteplici iniziative a favore del bene comune" - Verità sacrosanta che è TUTTO l'ESATTO CONTRARIO DELL'ISLAM. In pratica il PAPA ha esaltato la NOSTRA civiltà e condannato la base portante dell'Islam, LA SOTTOMISSIONE. Basta leggersi il loro statuto dei diritti fondamentali dell'uomo per capirlo. Questa, signori, è una presa di posizione netta e inequivocabile e, sicuramente, i DOTTI INTERPRETI CORANICI, la considereranno UNA DICHIARAZIONE DI GUERRA. Finalmente una posizione netta e inequivocabile.

luigiB3

Dom, 21/09/2014 - 22:27

Nessuno si faccia scudo di Dio... diceva qualche tempo fa Papa Francascou. Sono piuttosto ignorante o forse mi sono perso qualche puntata della serie televisiva, ma, dico: a chi si rivolgeva..?? Ai preti, ai politici o ai briganti nel tempio..? Gino Bartali diceva, quando era vivo: l'e' tutto sbagliato. L'e' tutto da rifare..! Gia', mi sa che qualcosa di sbagliato ci sia nei disk di Papa Bergoglio. Possibile che non si voglia fare come (la riforma dello statuto dei lavoratori tanto a cuore dei MANTENUTI) la PARABOLA DEI LAVORATORI NELLA VIGNA che si trova nel Vangelo..?? Lui dovrebbe indicare che FORSE quel esempio puo' essere valutato per applicarlo ai giorni nostri, giorni di VACCHE MAGRE..! Ricordo che il Vangelo vale in ogni tempo. Anzi. Non ha ne spazio e ne tempo..! Invece no. Lui vuole accoglienza e un mondo SENZA FRONTIERE..!! Che e' COMUNISTA..? Nel Vangelo, mi scuso se oso citarlo, non si parla di accoglienza e di abbattimento delle frontiere. Il buomn samaritano si lo aiuto' ma non a casa sua. Era di passaggio e quindi in casa d'altri. Circa ne', vado a memoria e mi posso sbagliare. Mi sa che Gino Bartali aveva proprio ragione: l'e' proprio tutto da rifare, perfino i papi..! A questo punto e visti i fatti e gli andazzi preghiamo che qualche Santo ci aiuti... visto (appunto) l'andazzo siamo a peggio di quando imperversavano le PESTILENZE, LE PESTI VARIE..!! Dobbiamo sventolare la bandiera bianca sul ponte di calatrava..?? Poveri noi, che pestilenza questa giornaliera politika dei mari e dei monti renziani. Amen

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 22/09/2014 - 10:08

@Giano. Il fatto che Lei (con tanti altri) stia qui a esprimere liberamente la Sua opinione, contraria a quello che Lei definisce "pensiero unico", dimostra che poi il pensiero unico - fortunatamente - non esiste, almeno in Italia. Ovvio che se poi uno incita all'odio etnico o a quello religioso, allora può incorrere in sanzioni, ma questo semplicemente perché esiste una normativa (interna e internazionale) che vieta l'incitamento alla violenza e alla discriminazione. Una società dove venisse imposta una sola religione, o un solo gruppo etnico, non sarebbe una società libera, ma una società totalitaria, e nel corso della storia ne abbiamo avuto vari esempi, dal cattolicesimo medioevale (che imponeva il credo e mandava al rogo gli eretici), al nazismo del secolo scorso. Il "politically correct" poi dipende dal contesto: su questo Giornale io ad esempio, solo per avere espresso opinioni di tolleranza rispetto agli islamici moderati (sono anche favorevole a chiudere le frontiere, ma a TUTTI gli extracomunitari, con un programma europeo), ho ricevuto una marea di insulti da quelli che li vorrebbero discriminare e cacciare via per il solo fatto di professare un'altra religione. Qui insomma, a ben guardare, vige un altro tipo di "pensiero unico", quello sempre pronto ad etichettare le persone come "buoniste" o "cattocomuniste", anche se invece si tratta solo di persone sinceramente liberali. Saluti cordiali.