Parà invalido di guerra riceve solo 280 euro: giudice condanna l'Italia

Enrico Boccolon aveva 19 anni quando in Somalia è rimasto invalido di guerra al 45%. La Difesa ora dovrà corrispondergli la giusta indennità

Era partito appena 19enne come volontario nella missione di pace che l'Italia stava gestendo in Somalia. Era il 1983, Enrico Boccolon si era arruolato nella Folgore. Era un "parà", e lo è ancora oggi che dopo tanti anni ha smesso di combattere con le armi per l'Italia e si è ritrovato a dover lottare nelle aule di un tribunale contro quello Stato che aveva deciso di servire.

Durante la missione in Somalia, infatti, Boccolon era stato ferito all'altezza dell'inguine da un proiettile accidentalmente esploso dal fucile di un commilitone. Come riporta veneziatoday, nel 2012 il tribunale gli aveva riconosciuto lo status di vittima del dovere con un'invalidità permanente del 45%.

Ma questo non è bastato allo Stato italiano e al ministero della Difesa per decidere di corrispondere al militare più di quei miseri 280 euro mesili che per anni sono stati il ringraziamento dell'Italia per servigi del parà. Così Boccolon ha deciso di portare lo Stato in tribunale, ed ora è finalmente riuscito a farsi riconoscere dal giudice i 500 euro mesili che gli spettavano.

Una battaglia legale che non avrebbe dovuto nemmeno aver luogo. Ma in Italia rimanere invalidi per aver servito la Patria vale solo 280 euro.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 13/07/2015 - 12:51

onore ai soldati!

giovauriem

Lun, 13/07/2015 - 13:05

sapete che l'italia non può spendere troppi soldi se no ai politici cosa diamo ? questi nostri politici che prendono una miseria mensile .

Ritratto di guga

guga

Lun, 13/07/2015 - 13:34

Quanti anni, per questa MISERIA di invalidità PERMANENTE ?

luigi.muzzi

Lun, 13/07/2015 - 13:49

un militare, degno difensore della Patria, vale meno di un quarto di clandestino, degno foraggio degli amicici cooperativi !

Renee59

Lun, 13/07/2015 - 13:57

Se questo Parà, veniva con la barchetta assieme ai clandestini, gli veniva assicurato vitto e alloggio (a 5 stelle) a vita.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 13/07/2015 - 13:58

Siamo alle solite. Fatevi ammazzare e ferire che noi Stato non vi diamo una lira ma solo una bella medaglia. Dopo anche il caso dei marò mi chiedo perchè mai i nostri soldati sono così stupidi da andare in missione sotto gli ordini di questi paraculi.

Ritratto di frank60

frank60

Lun, 13/07/2015 - 13:58

L'Italia non puo spendere. ....ci sono le risorse!

Franco5863

Lun, 13/07/2015 - 14:02

Anche 500 euro al mese sono una miseria!!! Spendiamo ben MILLE EURO al mese per un extracomunitario che il più delle volte non vuole farsi riconoscere e, come successo a Belluno, protestano fino a bloccare strade e rompere suppellettili perché non hanno la TV a pagamento (pagata da noi ovviamente) e non possono vedere le partite di Coppa d'Africa. Naturalmente sono stati SUBITO accontentati. C'E' DA VERGOGNARSI DI ESSERE ITALIANI!!!!

Tuthankamon

Lun, 13/07/2015 - 14:11

Certo, questo e le pensioni minime ... in compenso diamo 35 Euro al giorno (di cui molti trattenuti dai soliti noti) a clandestini (sorry ... profughi) e zingari, spesso senza sapere nemmeno come si chiamano e da dove vengono esattamente!!! Che schifo!

aguaplano

Lun, 13/07/2015 - 14:14

Folgore!

aguaplano

Lun, 13/07/2015 - 14:18

diciamo che a questo ragazzo non andrebbe data una pensione. anche se solo al 55% va mantenuto in organico, anche con mansioni adeguate alle sue attuali capacità. nn ci sono denari per risarcire una menomazione... ma almeno si salverebbe la dignità di un Uomo, di un Soldato, di un Italiano di un Para'. Folgore!

lamwolf

Lun, 13/07/2015 - 15:23

Mentre i nostri politici senza rischiare nulla ma zeppi di benefici, privilegi, vitalizi, gettoni di presenza e privilegi fanno la vita da nababbi senza preoccuparsi del paese e dei milioni senza lavoro e in povertà. Vergognatevi.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 13/07/2015 - 15:49

Uno Stato con queste Leggi, questa burocrazia, questi governanti, questo buonismo verso chi non è ITALIANO, fa semplicemente VO-MI-TA-RE!!!

Ritratto di Japiro

Japiro

Lun, 13/07/2015 - 16:17

Certo ora con 500 euro di pensione potrà andare tutte le sere al night e ordinare una bottiglia di champagne... Lo stato non si vergogna ad elargire pensioni cosi misere??? Certo noi dobbiamo mantenere mezza Africa compresi i somali che nel 1993 al Check Point pasta ci fecero un imboscata...furono persi tre uomini e fu dato l'ordine di non usare armi pesanti...allora che le acquistiamo a fare se poi non si possono usare?... nel frattempo noi continuiamo a mantenerli...ma non si vergogna Nessuno??? Come Folgore dal cielo... Come Nembo di tempesta!!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 13/07/2015 - 16:24

Che vergogna trattare i servitori della Patria in questo modo.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 13/07/2015 - 16:26

La civiltà di una nazione si vede anche da queste cose. I nostri kompagni al governo fanno di queste porcate la loro bandiera, riempiendosi spesso la bocca di parole come Patria, onore, diritti e civiltà. Il caso "marò" parla da solo.

magnum357

Lun, 13/07/2015 - 17:20

L'Italia non dichiara mai guerra a nessun paese proprio per evitare di dover pagare il giusto in caso di incidenti come questo !!! POLITICI SCHIFOSI

leo_polemico

Lun, 13/07/2015 - 17:33

A parte il danno fisico, che è sempre da considerare, l'incidente quali conseguenze ha avuto? ha precluso l'attività lavorativa di questo sfortunato parà? Questo per una vera informazione completa. Che poi lo stato eroghi importi ridicoli come "pensione di invalidità" mentre per i suoi direttori, dirigenti, funzionari e politici a partire da un certo livello gli importi siano incredibilmente più elevati è un malcostume a cui si "deve" porre rimedio.

Ritratto di rapax

Anonimo (non verificato)

franco-a-trier-D

Lun, 13/07/2015 - 18:51

SONO QUESTI CHE POTREBBERO ELIMINARE IL COMUNISMO IN iTALIA

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Lun, 13/07/2015 - 19:12

Il bello è che questi schifosi di politici vengono ai giuramenti, alle parate e alle feste d'arma blaterando di "Onore militare", "spirito di servizio", "amor di patria". Se avessero gli occhi nel c..o vedrebbero le ca..te che dicono...

unz

Lun, 13/07/2015 - 19:26

disprezzo per chi umilia i propri figli migliori. lui non merita una targa alla canera e un cippo a piazza alimonda.

19gig50

Lun, 13/07/2015 - 19:58

La vergogna di questa nazione non conosce limiti. Fosse accaduto ad un clandestino o ad uno zingaro lo avrebbero coperto d'oro.

Diego Vicenza

Lun, 13/07/2015 - 20:33

Non ho nulla contro i militari e penso che chi viene ferito in servizio debba essere in qualche modo risarcito. Osservo che il 45% è davvero poco e non so se un'invalidità del genere in ambito civile avrebbe comportato alcunchè. Ed è tanto poco da non implicare l'inclusione nelle cosiddette categorie protette ma da consentirgli però di svolgere un normale lavoro, continuando a prendere il suo legittimo assegno. Ma non facciamo di queste situazioni un caso nazionale perchè c'è molto di peggio, credetemi.