Parla bergamasco il trofeo «Città di Loano» per juniores

Fausto Rosi

Organizzata dal Velo Club Loano-Cicli Anselmo si è disputata la trentacinquesima edizione del «Trofeo Città di Loano». È l’unica gara della regione Liguria inserita nel calendario nazionale per la stagione in corso riservata alla categoria juniores.
Sulle strade della riviera di ponente si è imposto il bergamasco Daniele Ratto grande protagonista nel finale con il parmense Adriano Malori: la coppia di battistrada si è infatti presentata sul rettifilo d’arrivo con un buon margine di vantaggio sul toscano Puccioni e quando ai duecento metri Malori stava per avere ragione delle resistenze dell’avversario un maleaugurato salto di catena gli faceva perdere non solo la vittoria ma anche il secondo gradino del podio.
Alla manifestazione, ben organizzata dalla società loanese che ha in Carlo Anselmo il dinamico ed appassionato presidente, hanno perso parte ben centoventisei concorrenti in rappresentanza di ventitre formazioni liguri, piemontesi, lombarde, toscane, venete ed emiliane oltre alla nazionale russa ed a una compagine francese.
Al via i favoriti della gara erano il russo Silin, l’azzurro Magazzini, i toscani Fedi ed Appollonio, l’emiliano Malori tutti reduci da un combattutissimo Giro di Toscana a tappe vinto dall’olandese Schreurs.
Subito dopo la partenza il gruppo, ad andatura sostenuta, si è mantenuto a ranghi compatti; in prossimità di Vado Ligure un sestetto abbozzava un tentativo di fuga, ma la reazione del gruppo era vigorosa e nel breve volgere di pochi chilometri annullava l’azione. Una volta ricompattato, il plotone non aveva ulteriori scossoni ma i rappresentanti della nazionale russa erano particolarmente attenti ai traguardi volanti e riuscivano a portarsi a casa tre dei quattro ricchi premi in dotazione.
Poi la corsa entrava nella fase finale che prevedeva il passaggio a Bocchette di Balestrino ove Malori si aggiudicava il gran premio della montagna. Il gruppo si frazionava in più tronconi e nel finale erano Ratto e Malori a guadagnare quella ventina di secondi che consentivano ai due di giocarsi la vittoria allo sprint.
L’esito era quello precedentemente descritto: Ratto, bergamasco di Vertova, conquistava il suo primo successo stagionale, mentre Malori doveva anche subire la beffa di vedersi superare di pochi centimetri da Puccioni.
Il primo dei liguri era Durante che si classificava al dodicesimo posto.
Ordine d’arrivo: 1° Daniele Ratto (Dielle Ceramiche Verdello) che ha percorso Km 107 in 2 ore 34’20” alla media oraria di Km 41,598; 2° Mirko Puccioni (Vangi Di Nardo) a 6”; 3° Adriano Malori (Nial Nizzoli); 4° Enrico Magazzini (Vangi Di Nardo) a 16”; 5° Diego Ulissi (idem); 6° Appollonio (idem); 7° Bertolani (Nial Nizzoli); 8° Ronchi (Pedale Castanese); 9° Franzini (Trevagliese); 10° Mattio (Vigor). Partiti 126; arrivati 76.