Il Pastificio Garofalo batte la crisi: ricavi più 51 per cento

Il 2008 è stato un anno particolarmente importante per il Pastificio Garofalo che ha raggiunto eccellenti risultati in Italia e all'estero con un fatturato di 95,5 milioni di euro registrando una crescita del 51% rispetto all'anno precedente a fronte di oltre 86.000 tonnellate prodotte (più 6%). In particolare la società ha confermato il proprio ruolo di protagonista del mercato internazionale della pasta, grazie ai risultati della linea Garofalo «firma», che ha permesso alla società di registrare sul mercato domestico un fatturato pari a 36,5 milioni, con un incremento del 52% sull'esercizio precedete, e sui mercati esteri un fatturato pari a 59 milioni, in crescita del 50% rispetto al 2007.
Di particolare rilievo la performance sui mercati stranieri, che evidenzia una crescita quantitativa ma anche, e soprattutto, qualitativa. All'estero infatti il pastificio era presente principalmente con linee di prodotti espressamente create per le grandi catene internazionali della Grande distribuzione organizzata, come Sainsbury in Inghilterra, Carrefour e Auchan in tutta Europa e Ito-Yokado in Giappone. Il 2008 infatti ha visto crescere significativamente le vendite della linea «firma», caratterizzata da materie prime di qualità superiore. Il successo sui mercati esteri segue l'importante risultato registrato sul mercato italiano dove la linea Garofalo firma, lanciata per la prima volta nel giugno del 2002, è arrivata a detenere l'attuale quota di mercato del 3.2% a volume e del 4% a valore. L'affermazione della linea firma sui mercati esteri dove è presente il Pastificio Garofalo, rappresenta un'ulteriore testimonianza dell'eccellenza del gusto «made in Italy».
Il 2008 ha visto inoltre una fase di consolidamento per i mercati storici del Pastificio Garofalo, come gli Stati Uniti, la Francia, il Regno Unito e il Giappone e, contemporaneamente, l'inizio delle vendite in nuovi mercati, grazie ad accordi di distribuzione con le principali insegne locali per un totale di oltre 40 Paesi. In particolare, l'ingresso in Svizzera e in Svezia ha coinciso con l'immediato riscontro di risultati brillanti sia in termini di distribuzione raggiunta che di leadership del segmento premium. Attualmente il pastificio Garofalo è leader nel segmento della pasta premium in Svezia, Francia, Svizzera, Ukraina, Olanda e Portogallo e, come importatore, è inoltre una delle due aziende leader nel mercato statunitense.
Sulla base degli importanti risultati raggiunti sui mercati stranieri, il pastificio ha aperto due società controllate con l'obiettivo di continuare a seguire lo sviluppo di alcune aree strategiche: Garofalo Iberica per i mercati spagnolo e portoghese e Garofalo Libano per Africa e Medioriente.