Pavia e Cittadella squadre da battere

Lorenzo Cresci

da La Spezia

La Spezia inizia il campionato con la certezza che Massimiliano Guidetti è un giocatore che, per il bene degli aquilotti, non deve buscarsi neppure un raffreddore nel corso della stagione. Il torneo scatta con la conferma che il Pavia sarà una delle formazioni da battere, in attesa di scoprire la capacità di adattamento in terza serie di Genoa e Salernitana. La Samb riparte da Martini, che con una doppietta stende il Novara, mentre gli «stranieri» del San Marino partono col botto e, con due reti di Villa (e gol di Specchia), vincono la prima partita della loro storia in C1.
Nel segno dei bomber, quindi, l’avvio di stagione, giocato di fronte a complessive diecimila persone (sommando tutte le gare, esclusa la rinviata Salernitana-Teramo, molti meno dei soli abbonati del Genoa…). Spezia sfortunato, ma il pari è giusto. Alla fine il presidente Ruggeri parla di «una sola squadra in campo nella ripresa, purtroppo poco fortunata». Ma poi si sofferma anche sulle ultime ore di calciomercato, che dovrebbero portare in riva al Golfo almeno uno o due rinforzi, sicuramente necessari per ampliare una rosa parecchio limitata.
Grande Pavia a Cittadella. Mister Torresani è allenatore bravo a motivare calciatori in cerca di rilancio. Così, perduti gli attaccanti Ciullo e Zizzari (28 gol in due), si affida a Veronese e La Cagnina: e i due, la miseria di otto reti complessive lo scorso anno con le maglie di Spezia e Cremonese, lo ripagano con una rete ciascuno, stendendo a domicilio il Cittadella. Vittoria esterna anche per il Padova a Sesto San Giovanni ed esordio con tre punti per la neopromossa Monza contro il Lumezzane.
Adesso, e fino a mercoledì, tiene banco il calciomercato. Poi si pensa alla seconda giornata, quella dell’esordio del Genoa a Ravenna, e del forzato rinvio di Spezia-Salernitana, con gli aquilotti che dovranno attendere fino al 18 settembre per esordire al «Picco».