Pazzia dopo la vittoria Alcuni tifosi del Napoli devastano l'aeroporto     

Il troppo entusiasmo per la vittoria sull'Inter fa male ai tifosi del Napoli. Alcuni ultras nella notte sono andati all'aeroporto di Capodichino per salutare la squadra e nell'attesa hanno distrutto i banchi check-in e le porte

Napoli - Il troppo guasta. Anche nel festeggiare una vittoria bisogna limitarsi. Non lo hanno fatto alcuni tifosi del Napoli che ieri sera dopo la vittoria contro l'Inter sono impazziti e sono corsi all'aeroporto di Capodichino per attendere la squadra di ritorno da Milano. Nell'attesa hanno distrutto le porte scorrevoli dell'aerostazione, i banchi del check-in e un bar al piano terra.

Nel tentativo di fermare i teppisti, un ispettore dell’ufficio prevenzione generale della questura è rimasto lievemente contuso. Poi sono arrivate alcune volanti di Guardia di Finanza e carabinieri che hanno riportato la situazione alla normalità.

L’arrivo massiccio dei tifosi a Capodichino per festeggiare la squadra era stato annunciato dalle dirette tv nel post-partita Inter-Napoli. Ma i tifosi comunque hanno dovuto aspettare a lungo prima di abbracciare i loro eroi.

Infatti per i controlli all'antidoping di De Sanctis l'aereo dei giocatori è arrivato a Napoli solo alle 3 di notte. Ma non tutti i calciatori erano presenti perché alcuni, approfittando dei due giorni di riposo concessi da Mazzarri, hanno preferito rilassarsi altrove. In città infatti sono rientrati, oltre al portiere, solo il capitano Paolo Cannavaro, Salvatore Aronica, Walter Gargano, Marek Hamsik, Federico Fernandez e pochi altri. Dunque tanta attesa, pochi giocatori e purtroppo tanti vandali.