Pdl contro i doppi incarichi: «Lanzone deve scegliere tra assessorato e Asl»

Si riaccendono le polemiche sulla dirigente della Asl 3, Isabella Lanzone, appena nominata assessore comunale al Personale: a intervenire in Regione sono i consiglieri del Pdl Matteo Rosso e Roberto Bagnasco che annunciano la presentazione di un interrogazione urgente e fanno sapere di aver scritto al direttore generale dell'azienda sanitaria, Bedogni. «Se veramente come dice - sottolineano i due esponenti del Pdl - la dottoressa Lanzone ha a cuore il bene della città, non carichi la sanità genovese di un costo in più che onestamente non sarebbe necessario. Faccia una scelta, e cioè dedicarsi a Genova rinunciando probabilmente alla sua carriera in Sanità e quindi mettersi in aspettativa all'Asl di Udine, oppure rinunciare al suo incarico di assessore e dedicarsi alla Sanità, concentrando la sua attività a Udine dove è dipendente. L'Asl 3 non ha bisogno di personale part-time, ma di operatori che possano svolgere il loro ruolo a tempo pieno». Intanto, dopo le critiche dei giorni scorsi, Francesco Oddone, assessore allo Sviluppo economico nella giunta del sindaco Marco Doria, annuncia che presenterà nei prossimi giorni (ma con decorrenza 31 maggio) le dimissioni da presidente di Datasiel. Fanno sapere che ne condividono la decisione Gian Pastorino, consigliere comunale Sel, e Matteo Rossi, capogruppo Sel in consiglio regionale.