Il pianeta parallelo «scoperto» quattro anni fa

Che cos’è
Second Life è un massive multiplayer online role playing game, ovvero una comunità virtuale tridimensionale on-line creata nel 2003 dalla società americana Linden Lab. Di fatto è un mondo parallelo, nel quale ogni utente (definiti «residenti») ha gli strumenti per aggiungere alla sua seconda vita nuovi contenuti grafici: oggetti, fondali, fisionomie dei personaggi, contenuti audiovisivi. Second Life lascia agli utenti la libertà di usufruire dei diritti d'autore sugli oggetti creati, che possono essere venduti e scambiati tra i residenti utilizzando una moneta virtuale (il Linden Dollar) che può essere convertito in veri dollari americani.
Come si entra
Ci si iscrive al sito secondlife.com. Basta scegliere l'avatar, cioè il proprio alter ego, cui dare corpo, vestiti, partner, desideri e ambizioni. Al primo accesso si viene indirizzati in un luogo chiamato Orientation Island. Da qui, dopo aver appreso le tecniche per muovere il proprio avatar, si accede al vero mondo virtuale che si estende su una superficie di circa 65 chilometri quadrati.
Gli abitanti
Attualmente partecipano alla creazione del mondo di Second Life oltre tre milioni utenti di tutto il mondo, e ciò che distingue il gioco dai normali giochi 3D on-line è che ogni personaggio che partecipa alla «seconda vita» corrisponde a un reale giocatore. Gli incontri tra personaggi all'interno del gioco si configurano dunque come reali scambi tra esseri umani attraverso la mediazione «figurata» degli avatar.
La vita
Tutto ciò che esiste su Second Life è creato dai suoi abitanti, i quali provengono da circa ottanta paesi differenti. Per creare beni permanenti i residenti devono possedere degli appezzamenti terrieri di almeno 512 metri quadrati sui quali pagare tasse mensili di circa 10 dollari al mese.