Piazza Affari chiude in lieve calo, Mibtel -0,42% In spolvero Mediaset

Piazza Affari chiude la seduta in lieve ribasso, riducendo sul finale le perdite grazie all'andamento positivo di Wall Street, nonostante gli ultimi dati macro Usa abbiano evidenziato ancora una debolezza del mercato del lavoro. Il Mibtel ha ceduto lo 0,42%, l'S&P/Mib lo 0,57%. La giornata è stata caratterizzata da una raffica di trimestrali, che hanno inciso sulla performance dei singoli titoli. Tonfo per Geox (-8,9%) dopo aver registrato nel trimestre un utile in contrazione e annunciato un portafoglio ordini per la stagione autunno/inverno in calo del 13%. Migliore blue chip Mediaset (+6,4%), premiata dai giudizi positivi degli analisti dopo i conti diffusi martedì. Denaro diffuso su Impregilo (+5,8%), Unipol (+5,2%), Autogrill (+4,3%) e A2A (+3,3%) grazie ai numeri del primo trimestre. In evidenza anche Pirelli (+4,4%). Nel giorno della trimestrale Intesa Sanpaolo ha chiuso in ribasso dell'1,2%: l'utile è sceso del 38,5% a 1,1 miliardi, il Ceo Passera ha confermato l'intenzione di tornare a distribuire il dividendo sull'esercizio 2009. Sul listino completo brillano i titoli immobiliari, con Pirelli Re (+19,5%) e Risanamento (+19%). Bene anche Gemina (+8,3%) dopo la decisione dei vertici di Alitalia di utilizzare come hub principale Fiumicino, che fa capo alla controllata del gruppo Adr.
Le Borse estere. A differenza di Milano, le principali Borse europee chiudono in leggero rialzo sulla scia di Wall Street. A Parigi il Cac40 ha guadagnato lo 0,11%, a Francoforte il Dax lo 0,2%. Meglio Londra con il Ftse100 che ha segnato un rialzo dello 0,72%