Piazza Affari chiude in parità, Ftse Mib -0,05%.Giù FonSai vola Ansaldo

Piazza Affari chiude in parità dopo l'approvazione del piano di austerity irlandese, ed è maglia nera d'Europa al termine di una seduta all'insegna della volatilità. L'indice Ftse Mib ha segnato un -0,05% a 19.941 punti, mentre l'All Share ha ceduto lo 0,01%. Gli indici avevano virato in ribasso subito dopo l'apertura col segno più, per tornare in rialzo con Wall Street che procede positiva dopo una serie di dati Usa contrastanti: richieste di sussidi di disoccupazione scese oltre le attese la settimana scorsa; ordini di beni durevoli in calo e redditi e spesa per i consumi saliti oltre le aspettative a ottobre; fiducia dei consumatori salita, a novembre, ai massimi da giugno e crollo inatteso delle vendita di nuove case a ottobre. Sul paniere principale pesante FonSai (-3,44%) dopo aver fissato un altro minimo dell'anno, penalizzata da Fitch che ne ha messo sotto osservazione il rating, con outlook negativo: faro puntato anche su Milano Assicurazioni(-2,37%). Tra gli assicurativi, giù anche Unipol (-2,46%)e Generali (-0,27%). Balzo in avanti, invece, per Ansaldo (+6,48%), premiata dall'accordo da 340 milioni di euro firmato dalla controllata australiana per una serie di progetti destinati alle attività di Rio Tinto Irno Ore nella miniera di Pilbara, e dall'annuncio del contratto per la metropolitana di Copenhagen (del valore di circa 700 milioni di euro). In netto rialzo anche Fiat (+2,15%) ed Exor (+2,71%), così come Banco Popolare (+2,91%), Autogrill (+3,79%), e St (+2,35%).Tra i bancari, scende Unicredit (-0,86%), mentre sono poco mosse Intesa Sanpaolo (+0,23%), Monte dei Paschi (+0,52%) e Mediobanca (+0,29%). Negativo il risparmo gestito con Mediolanum (-1,12%) e Azimut (-1,65%) e l'energia con A2A (-2,09%), Enel (-0,98%) ed Eni (-1,01%). Bene Saipem (+1,10%), mentre scivola Lottomatica (-2,50%).
Le Borse estere. Chiusura positiva per le altre Borse europee. A Londra l'indice Ftse 100 sale dell'1,36%. A Francoforte il Dax guadagna l'1,77% e a Parigi il Cac 40 avanza dello 0,62%.