Piazza Affari galoppa: +1,32%Nuovo record dello spread

Tutte negative le Borse europee, tranne Milano (+1,32%) e Atene (+1,39). Tiene banco il caso Italia, dopo le voci, poi smentite, di dimissioni di Berlusconi. Oscilla lo spread: partito a 491, è sceso di quasi 20 punti a metà seduta per poi segnare un nuovo record a 490 punti

Inizia una nuova settimana di passione sui mercati finanziari. Il caso Italia ha tenuto banco dopo le voci, poi smentite, di dimissioni del premier. Piazza Affari, spinta dalle speculazioni su un possibile passo indietro del Presidente del Consiglio, ha messo a segno la miglior performance tra le principali Borse del Vecchio Continente, con il Ftse Mib che ha chiuso in rialzo dell’1,32%, mentre nel resto d’Europa ha predominato il segno negativo, sulle incertezze di una soluzione definitiva della crisi del debito sovrano nell’eurozona. Atene chiude a +1,39%, mentre Parigi ha perso lo 0,64%, Francoforte lo 0,63%, Londra ha invece lasciato sul terreno lo 0,3%.

In Italia è continua la corsa dello spread fra i Btp e i Bund tedeschi. La giornata era iniziata malissimo con un nuovo
record storico a 491 punti base, con il rendimento del titolo decennale volato al 6,66%. Superando quella soglia del 6,5% considerata da molti analisti punto di non ritorno. Poi sono arrivati i primi rumors e lo spread bruscamente si restringe di quasi 20 punti, arrivando a 473. Nel giro di mezz’ora sono cominciate ad
arrivare le smentite e il differenziale tra Btp e Bund si è riportato sui 480 punti, per poi accelerare sul finale di seduta sfiorando quota 490 punti e facendo segnare un nuovo record per il rendimento del decennale italiano al 6,67%.

Un dato che contribuisce a frenare il calo Piazza Affari che, però, tenta il rimbalzo: Mediobanca (+5,36%) miglior blue chip, bene anche Fiat (+2,9%) e Intesa Sanpaolo (+2,84%). Male Mps (-4,28%), su cui ha pesato il downgrade di Barclays. Invariata Mediaset (+0,08%), alla vigilia dei conti trimestrali.

Sprint per la piazza finanziaria di Atene dopo l’accordo tra George Papandreou e l’opposizione per la formazione di un governo di coalizione che avrà l’obiettivo di portare il Paese alle elezioni dopo aver approvato il nuovo pacchetto di aiuti alla Grecia deciso dal Vertice europeo del 27 ottobre. La composizione del nuovo esecutivo dovrebbe essere annunciata in giornata.