Piazza Affari positiva con banche ed energia, Mibtel +1,19%,giù Fiat

Piazza Affari chiude in rialzo l'ultima seduta della settimana «corta» per il ponte del primo maggio; al termine di una giornata sempre positiva, il Mibtel guadagna l'1,19% e l'S&P/Mib l'1,44%. Scambi molto sostenuti, ben oltre la media degli ultimi giorni, per un controvalore di 3,6 miliardi. Nel pomeriggio la Borsa di Milano, in linea con le altre piazze europee, è stata sostenuta dall'andamento di Wall Street, spinta da alcuni dati positivi come la crescita maggiore del previsto dell'indice pmi di Chicago ad aprile. A Milano, però, gli occhi sono stati sempre puntati su Fiat, in calo di oltre il 5% in netta controtendenza mentre, a mercato chiuso, si attende dagli Usa l'annuncio dell'accordo con Chrysler; nel comparto, male anche Pirelli(-2,46%). Netto, invece, il recupero dei finanziari: tra i bancari, vola Intesa Sanpaolo (+5,98%), con l'ad Corrado Passera che nel corso dell'assemblea degli azionisti a Torino ha parlato di un 2009 che chiuderà con un utile «robusto» aprendo la porta anche al ritorno della distribuzione di dividendo; positive anche Mediobanca (+4,4%), Bpm (+2,6%), Banco Popolare (+1,93%) e Unicredit (+0,48%), mentre Bmps cede l'1,05% all'indomani dell'assemblea. Mediolanum archivia la giornata con un +4,65%, Generali +2,31%, con Alleanza +2,82% e Fon-sai +2,92%. Positivi gli energetici: Eni chiude a +1,54% nel giorno dell'assemblea degli azionisti, con l'ad Paolo Scaroni che ha annunciato di puntare nel 2009 «a fare risultati tra i migliori del settore»; Saipem guadagna il 3,28%, Snam rete gas +1,44%, Enel +1,91%. Fuori dall'S&P/Mib, Edison ha chiuso in rialzo del 4,4% dopo aver presentato i conti del primo trimestre 2009. Le telecomunicazioni chiudono contrastate: Telecom recupera lo 0,68%, mentre Tiscali cede il 2,04%. Dopo i balzi di ieri, chiudono in calo Autogrill (-2,53%) e Finmeccanica (-2,01%); negativa anche Parmalat (-1,05%).
Le Borse estere. Chiusura di seduta positiva per le principali Borse europee. A Francoforte il Dax guadagna l'1,38%, a Parigi il Cac40 sale dell'1,38% e a Londra il Ftse100 gaudagna l'1,29%.