Da 5 minuti a 11mila anni: ogni animale ha la sua vita

I casi più estremi di durata animale si riscontrano tra gli insetti e tra le spugne. Ma testuggini e balene...

Sulle aspettative di vita del genere umano abbiamo alcune certezze ma permangono molti dubbi e molte sono le leggende che si raccontano sui limiti raggiunti da questo uomo o da quella donna. Che mediamente la vita dell'uomo, almeno nei paesi cosiddetti progrediti, sia aumentata, questo è un dato di fatto. Non è necessario andare a leggere trattati scientifici per rendersene conto. Chiunque abbia una certa età ricorderà che, quando era bambino, una persona di 60 anni era considerata già vecchia, mentre oggi se muore un parente di 75 anni la considerazione che tutti fanno è: "Così giovane?".

Mentre i giornali indiani favoleggiano di un calzolaio che avrebbe la bellezza di 179 anni, il rigoroso Guinness dei Primati assegna a una donna francese il massimo dell'età raggiunta fino a oggi, ovvero 122 anni e 164 giorni. Al di là di miti e leggende, quello che è scientificamente provato è che chi è nato nel 2015 ha un'aspettativa di vita attorno ai 71 anni anche se questo ovviamente dipende molto da quale parte del pianeta si ha la fortuna (o la sfortuna) di nascere.

Oltre 70 anni non è un dato malvagio se lo si compara con la vita dell'Effimera o Efemera che dura meno di 5 minuti, il tempo di accoppiarsi e rilasciare le uova o con quella delle farfalle (alcune vivono un giorno) o baco da seta (15 giorni). I nostri "lunghi" 70 anni non sono che un attimo se comparati con la lunghezza della vita di alcuni esseri marini, la cui vita media si misura in centinaia di anni.

Molti dimenticano che le spugne appartengono al regno animale e ce n'è una che è stata studiata approfonditamente perché la sua durata di vita è semplicemente ai limiti dell'incredibile. La Monoraphis chuni, questo il suo nome scientifico, è una spugna che vive nelle profondità degli oceani e uno studio pubblicato sull'autorevole Aging Research Reviews afferma che è in grado di vivere 11mila anni. L'Arctica islandica, una sorta di cozza che vive nell'Oceano atlantico, vive mediamente 250 anni e una di queste, che i ricercatori hanno chiamato Ming, è defunta alla rispettabile età di 507 anni, quando hanno provato a tirarla fuori dalle acque che circondano l'Islanda. Nei suoi panni sono certo che avrebbe desiderato essere meno studiata e vivere altri 500 anni.

Nella classifica degli animali più longevi, vengono poi tartarughe e testuggini. Un esemplare catturato nelle isole Seychelles nel 1776, prima della Rivoluzione francese, è morto nel 1928, all'età di 152 anni, mentre l'animale terrestre più vecchio conosciuto è Jonathan, una tartaruga gigante che vive nell'isola di S. Elena e l'anno prossimo compirà 184 anni.

Passando ai mammiferi, chi potrebbe mettere più candeline sulla torta del proprio compleanno è la Balena della Groenlandia che raggiunge facilmente i 200 anni di età e questa longevità, in un animale di così grossa taglia, è dovuta alla sua permanenza nelle acque fredde. Il freddo abbassa il metabolismo e questo implica minore danno ai tessuti che vivono più a lungo. D'altronde, non per niente, la conservazione degli alimenti passa attraverso la catena del freddo.

Se pensiamo all'Effimera che vive 5 minuti e alla spugna che vive 21.000 anni ci assale un senso di vertigine, perché attraversiamo uno Stargate del tempo, due estremità quasi incomprensibili per la mente umana. Ma l'Effimera e la spugna vivono la loro vita serene e sono completamente indifferenti rispetto alle nostre smanie di vivere più a lungo (e sempre peggio).