Abusivismo di necessità, la proposta di Berlusconi: ​"Possibile una sanatoria"

Berlusconi avanza la possibilità di una sanatoria edilizia per i casi di abusivismo di necessità. Ma Salvini: "Niente condoni"

"C'è la possibilità di una sanatoria edilizia per i casi di abusivismo di necessità, dico 'sì' solo se si restringe con il massimo rigore il concetto di necessità". Ai microfoni di Radio24 Silvio Berlusconi mette sul tavolo alcune proposte per rilanciare l'edilizia in Italia. Un settore che è stato severamente colpito dalla crisi economica e dalle imposte messe dall'ex premier Mario Monti. "Per questo - spiega il Cavaliere - ora bisogna cambiare regole".

Oggi il settore dell'edilizia risente ancora della crisi degli anni passati e delle politiche (sbagliate) adottate dai governi precedenti. "Le imposte introdotte dal governo Monti - ha spiegato Berlusconi - hanno fatto perdere 550mila posti al mondo dell'edilizia". Il concetto alla base della proposta è la necessità. Solo così il sistema Italia potrà tornare a respira producendo ricchezza e costruendo nuovi posti di lavoro. "Chi deve costruire una casa o aprire un ristorante o un'attività commerciale non dovrà più aspettare anni per le autorizzazioni, i permessi e le licenze - ha spiegato il leader di Forza Italia a Radio 24 - dovrà dichiarare l'inizio dell'attività assumendosi la responsabilità di rispettare le leggi urbanistiche e i regolamenti sanitari. Solo ex post - ha spiegato - dovrà arrivare il controllo che nel caso di irregolarità assegnerà un periodo di tempo per sanarle". A chi gli faceva notare che si tratta di un condono, Berlusconi ha tagliato corto: "Lo chiami come vuole... ma serve per raggiungere anche quella una pace sociale che oggi non c'è tra cittadini e fisco".

Anche per matteo Salvini è fondamentale "rilanciare" l'edilizia "togliendo burocrazia e tagliando tasse folli come l'Imu su capannoni e negozi sfitti". Non solo. A suo dire, bisogna "anche bloccare le aste giudiziarie al ribasso, che falsano il mercato". Per il resto, però, ci ha tenuto a ribadire il proprio "no" a qualsiasi ipotesi di condono per abusi edilizi: "Il nostro territorio è già troppo cementificato - ha puntualizzato - occorre abbattere tutte le costruzioni abusive, a partire dalle zone più a rischio".

Commenti

ondalunga

Mer, 07/02/2018 - 16:20

Mr B per favore....se comincia così per accapararsi I voti degli abusivisti sbaglia tutto e ricomincerà un governo di frottole e messeinscena. Qua non serve più un venditore di minestrine in brood, serve qualcuno che governi. Lo so che lei non ha dimostrato di saperlo o volervo fare in tanti anni al potere ma ora basta, il Paese deve svoltare nel rispetto della legalità e soluzione dei suoi immensi problemi ed uno di questo è proprio l' abusivismo.

unghiecondenti

Mer, 07/02/2018 - 16:35

Ci risiamo . Ecco come perdere una carrettata di voti pensando di prenderne

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Mer, 07/02/2018 - 16:43

L'accordo è scolpito sull'osmio.

paco51

Mer, 07/02/2018 - 17:04

Idea buona, peccato che i Comuni non siano in grado di gestirla!

rokko

Mer, 07/02/2018 - 17:14

Ma cosa significa "abusivismo di necessità" ? E poi, non vogliamo mettere l'imu sui capannoni sfitti ? D'accordo, ma pensiamo ad un modo per impedire che uno costruisca cento capannoni se ce ne sono nella stessa zona mille liberi e abbandonati.

Massimo Bernieri

Mer, 07/02/2018 - 17:23

Altra sciocchezza.Come se per ogni abuso non ci fosse una necessità.Diverso proporre una legge che per costruire una casa,ampliarla come per un capannone,basterà presentare il progetto al comune e non a decine di enti diversi e,avere obbligo di risposta entro 2 mesi:come avviene in tutti i paesi civili.Figuriamoci una casa o un capannone quasi finito,se non si sarebbe potuto costruire,se poi verrà abbattuto dopo un controllo.

petra

Mer, 07/02/2018 - 17:28

Non cominci Berlusconi ad essere permissivo quanto il PD è permissivo con altri. Sto dalla parte di Salvini.

Ritratto di ierofante

ierofante

Mer, 07/02/2018 - 17:31

Il lupo (anche se privo di denti) cambia il pelo ma non il vizio. A quando il mirabolante annuncio di 2 milioni di posti di lavoro? Sempre a strizzare l'occhio a chi vive fregandosene delle leggi... Vergogna!!!!

pardinant

Mer, 07/02/2018 - 17:37

Tutto inutile, l'edilizia privata è stata sepolta sotto una montagna di regolamenti, vincoli, norme e burocrazia spesso strampalate e illogiche. Un paio di esempi: 1)-Sotto porta esterno per la tenuta della temperatura interna e fori nei muri per entrata aria-uscita gas

pardinant

Mer, 07/02/2018 - 17:39

Segue 2) Norme antisismiche con limitazione dei pesi e tetto in pesantissimo cotto per rispetto del paesaggio.

ciruzzu

Mer, 07/02/2018 - 17:46

Salvini tieni duro contro i mattonari.Berlusconi ha perso un milione di voti con questa sparata

venco

Mer, 07/02/2018 - 17:58

E cerca di spillar vuoi anche su questi

montenotte

Mer, 07/02/2018 - 18:01

Quando si riprendono ancora questi argomenti vuol dire che non si hanno più idee. Abbattere subito tutte le case abusive che hanno fatto scempio di un territorio meraviglioso: la nostra Italia.

carpa1

Mer, 07/02/2018 - 18:02

Caro Berlusca, guarda che questo termine "abusivismo di necessità" è solo una bufala inventata dagli abusivi. Guardati intorno e vai a vedere dove sono state costruite il 99,9% delle abitazioni abusive e poi pensa alla ca..ta che proponi. Non capisco perchè il cdx deve semmpre farsi male da solo! Tanto gli abusivi sono, per la stragrande mggioranza, gente che non rispetta le regole e quindi se ne frega di tutto e tutti e di certo non vanno neppure a votare.

OttavioFinestra

Mer, 07/02/2018 - 18:58

...sta invecchiando

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 07/02/2018 - 19:38

Chissà perchè non occupano palazzi vuoti di certi palazzinari romani..

roberto zanella

Mer, 07/02/2018 - 20:19

VERGOGNATI !!!!!!!!!!!!!!!!!!

leserin

Mer, 07/02/2018 - 21:18

Perfetto, altra acqua al mulino di Lega e FdI!

Antonio Chichierchia

Mer, 07/02/2018 - 22:29

Quando è apparso Renzi sulla scena politica abbiamo tutti pensato ad un nuovo De Gasperi. Il vero De Gasperi è Silvio, la mente più lucida e strategica degli ultimi duecento anni.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 07/02/2018 - 22:45

va bene, però una casetta al mare paga al comune per il valore che ha in quel contesto. Mi dispiace, se non ha soldi vada in campagna. Tutti a questo punto, vorremmo una casa sul mare per 4 soldi.

ciruzzu

Mer, 07/02/2018 - 22:53

è una frase che somiglia ai migranti climatici.Prima i partiti presentavano programmi seri ora vendono una scarpa destra e se vincono danno anche la sinistra come Lauro.Berlusconi vuole premiare l' illegale al legale. Certamente gli arriveranno una valanga di voti del sud , complimenti

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Mer, 07/02/2018 - 23:36

E per i richiedenti la sanatoria verrà regalato un Dudino in peluche e se ultrasessantenni una dentiera gratis, a pochi fortunati sarà assegnato un agnellino con foto di berlusconi che lo guarda adorante.

jenab

Gio, 08/02/2018 - 07:59

non esiste l'abusivismo di necessità, ma quello di possibilità, ovvero lo faccio perchè tanto non mi succede nulla.

audionova

Gio, 08/02/2018 - 08:51

bravo,approvo,tanto i sindaci che tiravano giu' le case hanno rischiato che gli sparassero in fronte.il nostro paese e' pieno di case costruite,finite,vuote perche' nessuno le compra,i tribunali hanno migliaia di case all'asta perche' non pagano i mutui.ricordo che il grande silvio aveva gia' fatto la promessa di sveltire le autorizzazioni,ha governato per 10-12 anni e cosa ha fatto?e' ora di finirla,se si decide una cosa la si fa e se qualcuno si mette di traverso lo si licenzia.pero' alle promesse manca ancora un condono,quello fiscale.votero' salvini,lontano anni luce da me ma e' l'unico che abbia il coraggio di mantenere quello che dice,voglio vedere gli italiani andare a scatafascio.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 10/02/2018 - 22:55

Basta abolire l'ICI e le tasse sulla casa, ma non su quelle abusive che invece dovrebbero essere aumentate, senza condoni, come ben dice Salvini, per far passare la voglia degli abusi edilizi senza abbattere nulla.