Agrigento, i predoni del gettone di presenza: oltre mille riunioni di commissione

Nonostante le numerosissime riunioni di commissione, il comune versa in uno stato pietoso: è all'ultimo posto per la qualità della vita nella classifica del Sole

È stato uno degli anni più produttivi per il comune di Agrigento. Come scrive Libero, "i consiglieri hanno svolto un'attività febbrile, continua, incessante, avanti e indietro, indietro e avanti, riunione dopo riunione, su e giù per le scale del palazzo, dentro e fuori le stanze municipali, senza fermarsi mai, estate e inverno, domeniche e feste comandate".

Durante il 2014, le commissioni comunali si sono riunite ben 1.133 volte, ovvero si sono svolte in media "3 riunioni di commissioni al giorno, ogni giorno dell'anno, Ferragosto e Natale compreso. Roba da premio Stakanov del consigliere comunale".

Il problema è che, nonostante le numerose riunioni, i risultati ottenuti dal comune di Agrigento sono pessimi, come scrive Libero: "Nella classifica dei 107 capoluoghi di provincia, pubblicata a inizio dicembre dal Sole 24 Ore, infatti, per la qualità della vita la città di Agrigento risulta mestamente 107esima. Cioè ultima".

E agli obiettivi mancati si aggiunge anche lo sperpero di denaro pubblico: "Il gettone di presenza per ogni consigliere ad Agrigento è pari a 50,34 euro. Soldi che scattano ogni volta che la commissione si riunisce, fosse anche solo per qualche minuto, il tempo di di stringersi la mano e prendere un caffè. Una commissione che si riunisce 213 volte costa dunque alla collettività 53.632 euro".

 

Commenti
Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 23/12/2014 - 12:24

Qualche anno fa, effettuai un "tour Sicilia", alla ventura, senza guide e senza prenotazioni. Visitai città e paesi, reperti archeologici e musei. Mi avventurai anche a Gibellina e Salaparuta, dove erano ancora visibili gli effetti fisici e sociali del terremoto del '68. Ma dove mi sentii stranito fu proprio ad Agrigento, che mi parve una città disastrata nel vecchio, incompiuta nel nuovo. Quanto avrebbero da lavorare gli amministratori di Agrigento, se lo volessero! Sekhmet.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 23/12/2014 - 12:43

I politicanti siciliani, assieme ai napoletani, sono forse i peggiori in assoluto. In Sicilia andrebbero commissariate, Regione, province, comuni, enti locali, asl. Qualsiasi cosa pubblica dovrebbe avere un commissario governativo di un altra regione.

Aristofane etneo

Mar, 23/12/2014 - 13:08

La Sicilia come metafora dell'Italia peggiore. Lo Statuto speciale che tanto bene funziona altrove, per la mia amata e disastrata Terra di origine è stato come regalare la perla (del Mediterraneo) ai porci di questo settantennio di Partitocrazia (politici e amici degli amici loro).

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 23/12/2014 - 13:10

A me sembrano sospette tutte queste riunioni tenutesi anche nei giorni festivi. A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca ... Fossi un magistrato aprirei un inchiesta, se le riunioni fossero fittizie, altro che sperpero, ci sarebbe il falso ideologico, il falso in atto pubblico e l'associazione a delinquere, tutto da codice penale ...

Aristofane etneo

Mar, 23/12/2014 - 13:11

Mai, a mio parere, la Sicilia come l'Italia si sono trovati in un contesto economico, politico e fra poco sociale così devastante come adesso.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 23/12/2014 - 13:21

Ah, dimenticavo l'appropriazione indebita, forse il reato principale ...

honhil

Mar, 23/12/2014 - 14:55

Al Comune di Agrigento vi sono 6 Commissioni Consiliari Permanenti e ognuna di queste commissioni è formata da un presidente e 4 componenti. Complessivamente, dunque, i consiglieri che ne fanno parte sono 30. Per cui 30 (consiglieri) x €.50,34 (gettone di presenza) x 1.133 (le volte che si sono riunite le commissioni) = €. 1.711.056, 6. Dato lo stratosferico importo , e fatte le debite verifiche, forse, a questo punto, a prendere la parola dovrebbe essere quella procura. Perché gatta ci cova.