Alessia D’Alessandro, la candidata M5S strappata alla Merkel

Dopo avere lasciato l'Italia per la Germania, è tornata per candidarsi ad Agropoli

Da Agropoli se ne era andata cinque anni fa, destinazione Germania. Ora Alessia D'Alessandro, economista con un curriculum invidiabile, è tornata in Italia per candidarsi nel suo paese d'origine con il Movimento 5 Stelle.

Cinque lingue parlate, un'occupazione come staffista al Centro ricerche economiche della Cdu, il partito della cancelliera tedesca Angela Merkel, la D'Alessandro è la carta che i grillini si giocheranno nel comune salernitano per sfidare alla Camera Franco Alfieri, candidato del Partito democratico finito sulle pagine dei giornali come il sindaco "delle fritture di pesce" e braccio destro di Vincenzo De Luca.

La D'Alessandro, che in Germania ha completato i suoi studi, è poi rimasta a Berlino, fino a quando si è fatta solleticare dall'idea dell'impegno politico. Nel collegio maggioritario sfiderà ora Alfieri e Marzia Ferraioli, docente di procedura penale all'Università Tor Vergata di Roma candidata dal centrodestra.

Commenti

schiacciarayban

Mar, 30/01/2018 - 15:59

Questa ragazza è una stagista a Berlino, ancora un po' la fanno passare per il guru della Merkel che i prodi grillini hanno strappato ai tedeschi!!! Ridicoli!!!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 30/01/2018 - 16:11

Una propaggine merkeliana nelle stelle grillofone? Farà concorrenza alla boscimana?

DRAGONI

Mar, 30/01/2018 - 16:14

COMUNQUE VADA PER LEI LA FRITTURA LE VERRA' OFFERTA DALL'ALFIERI !

gianni59

Mar, 30/01/2018 - 16:34

facce nuove e preparate...finalmente!

ANACONDA

Mar, 30/01/2018 - 16:51

STI STELLATI PESCANO GUARDA CASO, SEMPRE NEI RETRO BOTTEGA DEGLI AMBIENTI SINISTROIDI E LAIDO-MONDIALISTI, IMMIGRAZIONISTI.

ANACONDA

Mar, 30/01/2018 - 16:55

SI TRATTA SOLO DEL NUOVO CHE AVANZA, DICO AVANZA NELL'ALTRO SENSO.

VittorioMar

Mar, 30/01/2018 - 16:58

..COME SARA' CONTENTA LA MERKEL !!!...AVERE UNA INFILTRATA NEL MOVIMENTO ....POTREBBE GESTIRE MEGLIO E...A SUO PIACIMENTO !!..LA MERKEL NON E' SUPERFICIALE,CURA MOLTO BENE ANCHE I PARTICOLARI !!..PIU' FACILE PER UN "MACHIAVELLI" CHE A UN TEUTONICO !!

Libertà75

Mar, 30/01/2018 - 17:03

cmq, nel dibattito tra economisti, quando parla un tedesco, gli altri si irrigidiscono. Il punto è che loro sono rigidi, avversi all'espansione monetaria e soprattutto proni a dettare l'agenda altrui, anziché la propria.

ghorio

Mar, 30/01/2018 - 17:20

Io la rimanderei in Germania!

FaroAlogeno

Mar, 30/01/2018 - 17:37

no un momento: la D'Alessandro NON fa parte dello staff della Merkel, è una impiegata di medio-basso livello, "Assistentin", dell'ufficio marketing di una associazione di imprese che nel complesso è vicina alle posizioni della CDU; si occupa di reclutare nuovi iscritti; guadagnerà 1200-1400 euro al mese (stipendio medio berlinese per quel livello impiegatizio), e ci credo che torna in Italia! saluti da Berlino, per l'appunto

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 30/01/2018 - 17:56

M5S servo di Berlino, punto.

Ritratto di nestore55

Anonimo (non verificato)

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 30/01/2018 - 18:42

Poi si capirá che è un'altra perla grullina, di quelle che rispondono al telefono di un call center, collegabile in qualche modo con la kulona...E.A.

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 30/01/2018 - 19:21

hahha che spasso leggere i commenti dei berluscones.

aredo

Mar, 30/01/2018 - 21:18

Gran peccato vedere bellissime ragazze come questa gettar via anima e corpo nel porcaio della sinistra tutta orge e droghe.

simonferraris

Mar, 30/01/2018 - 21:34

Gran pezzo di gnocca, strano che non sia stata arruolata in F.I.

perilanhalimi

Mar, 30/01/2018 - 21:58

Ma piu` che strappata alla Merkel,....direi strappata all` agricoltura , chiedendo scusa ai contadini per l` offesa!!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 30/01/2018 - 22:33

A me la parola stagista mi fa venire in mente solo l'amica di Clinton.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 31/01/2018 - 10:12

Poter interloquire avendo la padronanza di più lingue vale di più che avere fatto mille corsi e ricorsi impostati su una sola lingua ovviamente non negando i meriti a chi ha profonda conoscenza di una materia. Comunque ci vuole un leader e portavoce multilingue che porti il made in Italy che si faccia capire con la lingua madre in quei paesi dove lo stesso made in Italy è richiesto a tambur battente. Auguroni ad Alessia.