Altra batosta per Woodcock: querela, perde e deve pagare

Il giudice si era sentito diffamato e voleva 260mila euro dalla giornalista Chirico. Invece rifonderà le spese legali

V oleva un risarcimento monstre di 260mila euro, per i presunti danni materiali e morali subiti. Ma non avrà un centesimo. Anzi, dovrà sborsare lui, Henry John Woodcock, pm della procura di Napoli oltre 12mila euro di spese processuali e legali, visto che ha perso la causa civile da lui stesso intentata contro la giornalista, saggista e presidente dell'associazione «Fino a prova contraria» Annalisa Chirico.

Non è decisamente un periodo fortunato per il pm partenopeo nella bufera in questi giorni per il caso Consip, che lo vede indagato per rivelazione del segreto d'ufficio e che lo vedrà nelle vesti di indagato di fronte ai pm di Roma il prossimo 7 luglio, per l'interrogatorio. La sentenza del giudice monocratico capitolino, prima sezione civile del tribunale, pronunciata lo scorso 20 giugno, è tranchant. E boccia lui, il pm celebre ora nei guai: non ci fu alcun intento diffamatorio da parte di Annalisa Chirico, né nel riportare su Panorama, nel 2012, le parole contro di lui del politologo americano Edward Luttwak, né nel citare, nel suo libro «Condannati preventivi», il caso P4. Di qui il verdetto: domanda rigettata e condanna per Woodcock a pagare le spese legali dei tre querelati - la stessa Chirico, Mondadori e l'editore Rubettino - pari 4.254 euro più Iva.

Soddisfatta la Chirico, difesa dall'avvocato Michele Clemente: «Sono molto felice - confessa al Giornale - che questa causa si sia conclusa. Io mi sono limitata a esercitare il diritto di critica. Perché è possibile farlo coi politici e se invece si tocca un magistrato si va incontro a queste incresciose disavventure, fonte anche di preoccupazione di impiego di tempo e risorse?». Già, perché. La Chirico è una «veterana» delle denunce targate Woodcock: «Questa non è la prima, sono quattro o cinque - ricorda lei - in questi anni a un certo punto ho avuto l'impressione di essere diventata un'ossessione per lui...».

La doppia contestazione alla Chirico riguardava un'intervista, scritta per Panorama, al politologo Luttwak e poche pagine del libro «Condannati preventivi». Luttwak, sentito dalla Chirico sulle indagini sul processo sulla trattativa Stato-mafia, parlava di intercettazioni e citava il caso dell'onorevole Alfonso Papa, espulso dal Parlamento, messo in cella e poi scarcerato. Quanto al libro, sono ancora le pagine su Papa quelle che Woodcock ha contestato. Il pm ha lamentato non solo i danni materiali, ma anche quelli morali e nell'esercizio della professione che la presunta diffamazione gli avrebbe provocato. Ma tanto per Panorama quanto per il libro della Chirico è arrivato il pollice verso. In entrambi i casi il giudice Cecilia Pratesi non ha ravvisato alcun dolo né intento denigratorio da parte della giornalista.

La Chirico ha affidato il suo commento anche ad una nota: «Il dottor Woodcock attraversa un momento difficile, non sarò io a infierire. La sentenza conferma la mia assoluta professionalità. Non ho mai diffamato il magistrato che in questi anni mi ha reso bersaglio di molteplici azioni giudiziarie. Penso che con me gioiranno le persone maltrattate, arrestate e vilipese da una giustizia ingiusta».

Commenti

zadina

Sab, 01/07/2017 - 10:41

Finalmente grazie a giudici sensibili incorruttibili onesti giusti nel loro mestiere non disposti a proteggere i privilegi che esistono nella loro categoria, dal altare anno fatto cadere nella polvere un loro collega forse il vento ha cambiato direzione.

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 01/07/2017 - 11:29

Anche questa volta il Woodcock è transitato dalla parte sbagliata, spero lo stesso per il "masaniello" napoletaniota

agosvac

Sab, 01/07/2017 - 12:47

Che serva da monito a tutti quelli che hanno la querela facile!!!!!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 01/07/2017 - 13:00

Mandatelo in miseria, questo ARROGANTE-CORROTTO-PAGLIACCIO-ARRIVISTA!!! E fate si che pure lui debba convivere nelle periferie del paese, tra migranti, sporcizia e miseria!!!

titina

Sab, 01/07/2017 - 13:11

Gioisco con la Chirico.

il sorpasso

Sab, 01/07/2017 - 13:18

Chi sbaglia paga e la legge è uguale per tutti.

blackindustry

Sab, 01/07/2017 - 13:48

Finalmente sta pagando anche quello li'...

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 01/07/2017 - 14:10

è incredibile che un guitto autoreferenziale come costui sia magistrato

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 01/07/2017 - 15:40

bene! ben venga una strigliata a certi PM che si sentono come un dio ......

bobots1

Sab, 01/07/2017 - 16:04

Non mi dispiace affatto!

elio2

Sab, 01/07/2017 - 16:50

Tutti sapevano chi è Woodcock, ma solo ora fanno finta che non gli va più bene perché? Alla fine tutto finirà a tarallucci e vino, perché cane non mangia cane.

Marcello.508

Sab, 01/07/2017 - 17:07

"La Chirico è una «veterana» delle denunce targate Woodcock: «Questa non è la prima, sono quattro o cinque - ricorda lei - in questi anni a un certo punto ho avuto l'impressione di essere diventata un'ossessione per lui...»." Questa è andata a suo buon fine (evento non proprio comune da incorniciare fra i propri "ricordi" più graditi..).. Auguri per le altre, signora Chirico.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 01/07/2017 - 17:36

Finalmente una bella notizia!

rossini

Sab, 01/07/2017 - 17:59

Aspettate a cantare vittoria. Una rondine non fa primavera e cane non mangia cane. Ci sono ancora l'appello e la cassazione. Vuoi vedere che…?

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 01/07/2017 - 18:53

'Na tazzulella 'e cafè, 'na pastarella da Gennarino Cataldo e...che me ne f@@tte ammé...ha da passà 'a nuttata!! E.A.

Ritratto di Zione

Zione

Sab, 01/07/2017 - 19:51

Cialtrone, megalomane, Buffone e SOVVERSIVO; chiedi subito SCUSA alle tue innumervoli VITTIME.

Ritratto di Zione

Zione

Sab, 01/07/2017 - 19:57

Questo intemerato e Scombinato Furfante, deve ringraziare la DISCENDENZA dal Grande PASCARJELL, che lo aveva fatto diventare un Uomo, seppure indegnamente.

Ritratto di direttoreemilio

Anonimo (non verificato)

PassatorCortese

Dom, 02/07/2017 - 08:48

quando woodcock inseguiva Berlusconi erano tutti contenti , ma da quando a messo le mani su Renzi e' caduto in sfiga !? chissa il perche ?

mariolino50

Dom, 02/07/2017 - 09:19

Non conosco la questione, ma anche la giornalista si deve per forza occupare solo di quello che fà il Woodcock, se scrivono di continuo articoli, e pure libri contro di te, credo che tutti si innervosirebbero, o no. Può rompere le scatole anche ad altri