Altri 184 sbarcati in Italia. "Charter per rimpatriarli"

Nuovi arrivi a Lampedusa, il piano del Viminale per sveltire le espulsioni. Ancora accuse a Malta

Accordi bilaterali più forti, mezzi tecnologici per controllare i flussi, utilizzo dei satelliti e di radar, rimpatri più veloci: potrebbero essere queste le misure che l'Italia adotterà per gestire gli arrivi dei migranti sulle nostre coste.

Ieri dal Viminale hanno fatto sapere che si sta lavorando a «soluzioni innovative ed efficaci». Nelle ultime 24 ore a Lampedusa sono arrivati 184 clandestini, per cui si era chiesto l'intervento di Malta, visto che per attraversare il Mediterraneo hanno utilizzato piccole imbarcazioni. Gli esperti stanno vagliando l'opportunità di rimpatri lampo per i migranti tunisini, che sarebbero riportati indietro su voli charter. Ma si sta pensando anche a rendere più veloce l'iter di identificazione di chi arriva. Matteo Salvini, ieri a Vienna, ha parlato di accordi commerciali con i Paesi terzi che prevedano clausole di rimpatrio e nuova accettazione dei migranti. Si ipotizza, però, anche la possibilità di utilizzare sistemi tecnologici avanzati. Ci sono industrie italiane come Leonardo, l'ex Finmeccanica, che è in grado di fornire prodotti che possano controllare i confini sia di terra che di mare, attraverso una videosorveglianza con l'uso di telecamere, radar o satelliti, in modo da indicare i luoghi di partenza e consentire ai Paesi con cui si sono fatti accordi bilaterali di intervenire. Si potrebbe decidere di fornire questi sistemi agli Stati che collaborino cercando di governare i flussi. Anche perché gli stessi dispositivi sono già utilizzati dalle nostre forze armate per il controllo del Mediterraneo e dei confini nazionali. A questi si potrebbe aggiungere anche l'uso di droni, visto che fino a ora sono stati efficaci per monitorare dall'alto ciò che accadeva in acque nazionali internazionali. Salvini ieri ha parlato anche col suo omologo tunisino, che incontrerà nuovamente martedì a Roma.

Raccontando dell'arrivo dei 184 migranti giunti ieri sulle coste italiane, il ministro ha chiarito: «Malta, per l'ennesima volta, ha scaricato il problema sull'Italia», non rispondendo a nessuna delle chiamate dell'Imrcc di Roma. Una consuetudine che fa capire come quel Paese abbia ormai deciso di fare orecchie da mercante e lasciare sola la nostra nazione. Intanto, secondo dati forniti da Frontex, ad agosto i migranti giunti nell'Ue sono stati in tutto 12.500, un numero in linea con lo stesso periodo del 2017. Ma se l'Italia, ad agosto, registra un calo del 62% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, con 1.500 migranti arrivati sulla rotta del Mediterraneo centrale; la Spagna, per il secondo mese consecutivo, si conferma la principale porta di ingresso nell'Unione, con 6.500 persone giunte attraverso la rotta del Mediterraneo occidentale, con un numero più che raddoppiato di arrivi, rispetto ad un anno fa. Anche la Grecia ci supera: 20.961 arrivi più 12.166 via terra. Nel pomeriggio di ieri un'altra imbarcazione con 15 tunisini è stata avvistata nel Mediterraneo. Si trova ancora alla deriva perché ha finito il carburante. Malta, anche in questo caso, non ha risposto alla richiesta di soccorso.

La maggior parte degli immigrati che prendono il largo dal Nord Africa verso l'Italia sono migranti economici e arrivano anche da zone dove non ci sono conflitti, come la Nigeria, la Tunisia, apollineo e il Bangladesh e quindi da aree dell'Asia. Per questo accordi con gli Stati di provenienza pare costituire, allo stato attuale, l'unica via per bloccare le partenze.

Commenti

amedeov

Sab, 15/09/2018 - 08:52

Non servono provvedimenti tecnologici, anche perchè si possono aggirare, serve il blocco navale

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 15/09/2018 - 09:22

e Salvini guarda?

Robertin

Sab, 15/09/2018 - 10:11

erwin rommel disse a hitler "o li fermiamo sulla spiaggia o non li fermiamo più". la storia ha dimostrato che aveva ragione.

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 15/09/2018 - 10:12

Per Malta la schifosa UE non ha mai niente da eccepire ?

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Sab, 15/09/2018 - 10:32

Onefirsttwo dice : L'unica via per bloccare le partenze è il Onefirsttwo's 48-hours plane STOP Qualsiasi altra cosa è aria fritta STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 15/09/2018 - 10:46

Un'altra bella infornata di delinquenti e etere che l'Italia dovrebbe sorbirsi per i prossimi decenni...

blues188

Sab, 15/09/2018 - 11:06

La perfidia del vari Soros ora è lampante

rawlivic

Sab, 15/09/2018 - 11:17

un charter????? a parte i rischi di dirottamento o ammutinamento in volo ... perche' i soldi delle mie tasse devono essere buttati per rimpatriare questa feccia migratoria???!!!! Il viaggio di ritorno su una trireme, legati con catene alla loro posizione di vogata. Basta con questi clandestini che ci pisciano in testa! Alternativa: un'isola destinata a centro di detenzione, dove producano qualcosa fino a pagare il debito per accoglienza e rimpatrio. Chi protesta, abbattute ed espianto/vendita degli organi. L'Africa, India, Pakistan, Bangladesh...e posti di mxxxa simili, sono in piena bolla demografica. Se non si mette freno, saremo sopraffatti! Sveglia!

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 15/09/2018 - 11:34

---avete presente una vecchia barca?---un appassionato lupo di mare la rimette a nuovo per quanto possibile--poi in mare si accorge che la barca prende acqua---per quanto si sforzi di usare prodotti impermeabili non riesce a ricreare una tenuta stagna perfetta---allora un amico del capitano coraggioso gli dà un consiglio--vai in mare sempre con la compagnia ed aiuto di qualcuno -che alla bisogna con un secchiello ributti in mare l'acqua in eccesso in modo da non superare mai la linea di galleggiamento--morale della fiaba-l'italia è la vecchia barca--felpini non riuscirà mai a renderla impermeabile neppure con la tecnologia di leonardo o pincopallo---l'unica soluzione possibile è far uscire più persone di quante ne entrino-lasci stare dunque la teoria sui porti chiusi e si concentri sui trattati bilaterali-minniti docet---

CidCampeador

Sab, 15/09/2018 - 11:36

sono solo migranti economici vale a dire clandestini

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 15/09/2018 - 11:56

Ma se sono tutti tunisini che controlli devono fare? Subito indietro alal loro madre parìtria.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 15/09/2018 - 12:03

I voli charter dovranno servire a rimpatriare tutti i clandestini che sono in Italia. TUTTI!!!!

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 15/09/2018 - 12:16

"Charter per rimpatriarli". Va bene se le spese le pagano loro o il loro paese di provenienza altrimenti sarebbe più logico utilizzare una nave con qualche migliaio di passeggeri ben stivati.

Gianni11

Sab, 15/09/2018 - 12:26

BLOCCO NAVALE e rimpatri forzati immediati, accordi o no. Che c'e' qualche accordo per farli partire? L'accordo del rimpatrio gia' esiste. Nessuno puo' entrare in Italia senza permesso. E se non possono entrare devono essere riportati da dove vengono. Nessuno stato puo' rifiutare di accettare i propri nazionali. Non serve nessun ulteriore accordo e non serve nessuna procedura. Vanno fermati in mare e riportati di forza da dove vengono. Alla barba dell'ue, l'onu o chiunque. Punto.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 15/09/2018 - 12:56

La tunisia non vuole voli charter,ma una soluzione Salvini la sta gia cercando,niente di grave.

Luigi Fassone

Sab, 15/09/2018 - 13:09

I droni per il controllo delle barche in giro nel mar Mediterraneo che ,guarda te,restano a secco col carburante...??? E' da una vita che lo vò predicando. Se ne accorgono solo adesso,i soloni europei dedicati alla bisogna???

Malacappa

Sab, 15/09/2018 - 13:50

Subito indietro e' ora di mostrare i muscoli

Ritratto di RedNet

RedNet

Sab, 15/09/2018 - 13:55

Basta perlare voglio vedere i FATTI.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 15/09/2018 - 14:24

Ricomincia l'invasione dalla Libia, forse favorita dalla momentanea debolezza politica di Salvini, determinata dal suo errore concernete i clandestini imbarcati sulla nave Diciotti. Evidente la crescita di attacchi politici da tutte le parti: dai comunisti italiani, da Macrò, dal ministro di Lussemburgo (tacciato da certa stampa di essere un “bevitore”), nonché dalle truppe comuniste nazionali. Ottima l'idea di rispedire in Libia “i migranti” con volo aereo, certamente costoso, ma molto meno del loro mantenimento in Italia, a spese esclusivamente nostre. Ora il “popolo” di destra si rinfranchi, ma con "judicio", tenendo presente che Salvini ha ovunque nemici, anche fra i suoi pseudo alleati di governo, quelli che vorrebbero togliere altri soldi ai pensionati per darli ai senza lavoro di professione o comunque a schiere di lavoratori in nero.

Macrone

Sab, 15/09/2018 - 14:48

E franco-a-trier_DE scrive cxxxxxe! Difficile usare il cervello vero?