Altro che bufale e fango Ecco l'inchiesta sui traffici di una Ong

Fascicolo a Trapani su un gruppo di attivisti Anche Palermo indaga sul business migranti

Foto dell'area stampa di Sos Mediterranèe

I l procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, aveva ragione. L'attenzione delle altre procure siciliane è puntata dritta verso le Ong e ora arriva la conferma che la procura di Trapani ha aperto un'inchiesta penale a tutti gli effetti su una di queste organizzazioni non governative estere. Si tratterebbe di un soggetto operante nel Mediterraneo già da diversi mesi.

Ma anche la Procura di Palermo ha un'indagine vera e propria aperta sul tema. Non un'indagine conoscitiva come quelle delle procure di Catania e Reggio Calabria, ma un fascicolo che punterebbe a individuare eventuali connivenze tra realtà private che si occupano del recupero migranti e gli scafisti libici. Anche se, al momento, non ci sarebbero iscritti nel registro degli indagati. Il reato di cui sarebbe accusata la Ong messa sotto inchiesta dalla procura di Trapani sarebbe quello di immigrazione clandestina. Per il settimanale Panorama «viene condotta nel massimo riserbo dalla Polizia di Stato ed è partita dopo una operazione in mare della nave della Ong, che sarebbe entrata in azione senza aver ricevuto un Sos e neppure una richiesta di intervento da parte delle autorità italiane». Il procuratore di Trapani, Ambrogio Cartosio, di recente aveva spiegato che «le Ong hanno necessariamente un proprio codice etico che prescinde dalla legislazione nazionale dei singoli Stati in cui operano e hanno necessità di muoversi liberamente in acque internazionali. Ci sono Paesi in cui il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina è reato, come l'Italia, altri in cui non lo è. Non c'è dubbio che una persona può muoversi per spirito umanitario, ma può per questa regione commettere un reato. Noi facciamo i magistrati. Possiamo capire umanamente un determinato comportamento, ma se c'è una legge dobbiamo applicarla». A coordinare l'inchiesta trapanese sarebbe il sostituto procuratore Andrea Tarondo.

Dice invece di non potersi «esprimere sull'argomento Ong» il procuratore di Palermo Calogero Ferrara. «Posso solo dire - spiega al Giornale nel suo ufficio del capoluogo siciliano - che abbiamo un'esperienza pluriennale nel campo del traffico dei migranti. Dopo il 2013, in seguito alla tragedia di Lampedusa del 3 ottobre, abbiamo intensificato le nostre indagini al fine di identificare non solo lo scafista, che spesso viene coinvolto in attività criminali, ma soprattutto le reti che stavano dietro questo sistema criminale. In particolare - prosegue - abbiamo costituito un gruppo di 11 magistrati all'interno della Procura di Palermo, su 60 sostituti che, in aggiunta al loro lavoro, si occupa di traffico di stupefacenti nel Mediterraneo e della tratta di esseri umani».

Ferrara prosegue chiarendo: «Abbiamo fatto operazioni come Glauco, Glauco II e Glauco III, che hanno portato in carcere un centinaio di persone, alcune già condannate in primo e secondo grado. Sono tutti eritrei ed etiopi, che fanno parte di un gruppo criminale organizzato». E chiarisce di aver avuto evidenza di contatti anche «con soggetti italiani». Il problema maggiore nel condurre indagini sia sui trafficanti, che sulle reti criminali legate al traffico di esseri umani che per le Ong è senz'altro, come ha più volte chiarito anche Zuccaro «quello di trovare interpreti fidati e che parlino molte lingue e dialetti. Mancano i mezzi. Le comunità somale hanno paura di ritorsioni». Ferrara conclude precisando: «Abbiamo intercettato quasi 50mila telefonate. Abbiamo collaborato anche con Paesi esteri, nell'ambito di EuroJust, agenzia Ue finalizzata a favorire la cooperazione internazionale e le operazioni giudiziarie, per scambiarci informazioni, ma servono più mezzi, questo è certo».

Commenti

Marcello.508

Gio, 04/05/2017 - 08:15

Non ditelo a Parenzo altrimenti gli viene un super coccolone .. ahahahaha..

venco

Gio, 04/05/2017 - 08:19

Le Ong possono caricare cosa vogliono ma non devono scaricare in Italia.

Fossil

Gio, 04/05/2017 - 08:19

I giudici coraggiosi devono andare avanti e continuare ad indagare. Già però ci sono le avvisaglie che sarà dura per loro : colleghi che li ostacoleranno in tutti modi, favorendo Soros che è stato pure in visita da Gentiloni, la mafia che controlla il traffico dei clandestini, la massoneria ad alti livelli. Se non faranno la tragica fine di Falcone e Borsellino (speriamo di no ) saranno avversati . Dobbiamo sostenerli con tutte le nostre forze.

Ritratto di bracco

bracco

Gio, 04/05/2017 - 08:57

Non fare più donazioni in denaro alle ONG qualunque siano, è il modo di limitare questa invasione africana di clandestini

babilonia

Gio, 04/05/2017 - 09:13

E' stata scoperta l'acqua calda, evviva! Questo abnorme aumento del flusso migratorio verso l' Italia (badi ben, badi ben, solo verso l'Italia doveva fin dall'inizio far sospettare qualcosa alle nostre illustri menti governative. Invece niente, ci è voluto l'intervento di un sconosciuto procuratore catanese per far scoperchiare la pentola. Basterà? O forse, come succede molto spesso qui da noi, quando ballano interessi milionari verrà coperto tutto? So già la risposta, purtroppo....

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 04/05/2017 - 09:26

ma il nuovo centro destra o come cavolo si chiama ora, pensa di continuare a non far nulla e bersi tutto ciò che gli propina il pd? Dovrebbero cambiare il nome in nuova estrema sinistra.

maxfan74

Gio, 04/05/2017 - 09:34

Svegliati Italia apri gli occhi, guarda cosa ti stanno facendo...

tosco1

Gio, 04/05/2017 - 09:43

Il giorno che, la evidente truffa politico-affarista-globalista verrà allo scoperto, e chiarita, ci sarà il fuggi fuggi dei responsabili, poiché gli italiani si imbufalizzeranno alla grande.!

tonipier

Gio, 04/05/2017 - 09:52

" LE DISFUNZIONI E LA CRISI DELLA GIUSTIZIA" La giustizia, secondo l'insegnamento di Ludovico Mortara, costituisce la pietra angolare della prosperità di una nazione, come la virtù è il fondamento più sicuro della felicità di una famiglia. I( cittadini maggiormente sensibili alle esigenze di conservazione e di ripristino dell'ordine societario sono portati ad individuare nella giustizia la garanzia per antonomasia di libertà e di imparzialità nella tutela dei loro legittimo diritti.

fabiou

Gio, 04/05/2017 - 10:14

Maledette ONG pagate da Soros per destabilizzare l Europa e attuare il piano kalergi

Luigi Farinelli

Gio, 04/05/2017 - 10:58

Chiedete a Gentiloni che ha ricevuto, di nascosto (ossia come chi ha qualcosa da nascondere) il criminale "filantropo" George Soros, la cui Open Society Foundation finanzia almeno tre delle ONG indagate o sospettate di immigrazione clandestina. Oppure chiedetelo alla Bonino come persona informata sui fatti, visto che Soros è iscritto al Partito Radicale Italiano e suo sodale e la stessa Bonino è adepta del Grande Oriente d'Italia, responsabile delle politiche neo-malthusiane e laiciste dell'ONU (finanziate da Soros), dell'abbattimento degli Stati nazionali (come massoneria vuole) e della globalizzazione mercantilista, laicista e della de-natalizzazione planetaria, entrambi essendo assidui del Bilderberg.

veromario

Gio, 04/05/2017 - 11:17

sequestrate la nave e arrestate tutto l'equipaggio.

jenab

Gio, 04/05/2017 - 12:21

Se avessimo un po di autorità, tutte queste finte ong sarebbero già state bloccate, invece si continua a parlare a vuoto. Cosa è andato a fare soros da gentiloni? probabilmente a minacciarlo, o fai come ti dico io o ti scarico milioni di persone sulle coste.

Lucky52

Gio, 04/05/2017 - 12:30

Combinazioni queste ONG di cui una il cui proprietario è un paperone ungherese ha sede a Malta però porta i clandestini in Italia. Solo la sinistra italiana nella sua demenza può pensare che il traffico dei clandestini e NON profughi sia gestito da un pugno di scafisti nord africani spesso neppure 20enni e non da una grossa organizzazione malavitosa tipo mafia o simile che si occupa anche di procurare barconi e gommoni acquistati nel mondo.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 04/05/2017 - 12:47

----i fascicoli aperti da tutte queste procure nessuno li contesta --sono sacrosanti e devono andare avanti ---molti pm lo fanno da anni rispettando l'imperativo del segreto istruttorio--nell'eventualità di riscontri di mancato rispetto delle leggi vigenti devono intervenire----quale è allora il motivo dell'alzata di scudi contro il pm zuccaro?---essenzialmente 2---il mancato rispetto del segreto istruttorio facendosi intervistare da tutte le emittenti del globo terracqueo---e lo sconfinamento di campo--gli interventi di zuccaro sono interventi politici--a zuccaro non deve fregar nulla di quale sia la politica di immigrazione del governo---se sia giusta o sbagliata--se non è contento-molli la toga e si tesseri in farsa italia o felpa lombarda--swag dank

pardinant

Gio, 04/05/2017 - 12:52

Vorrei solo chiedere ai nostri governanti:"Avete mai avuto qualche dubbio sul desiderio della stragrande maggioranza degli Italiani di non volere più immigrati nel nostro Paese? Le risposte possibili sono sempre tre : si ,non lo so, e no. Nel primo caso perché non vi adeguate dato che dovreste rappresentarli? Nel secondo, perché non fate un referendum?. Con la terza risposta ci fate capire che questa non è più una democrazia non essendoci un governo del popolo in quanto esso è divenuto avulso alle sue volontà e resta solo da stabilire il nome della forma di governo in atto, vorrei aggiungere, "e da tempo" tra oligarchia, elitismo, paternalismo, plutocrazia o forse partitocrazia, ma per favore, smettete di definirvi democratici.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 04/05/2017 - 14:13

tonipier ha detto tutto, non serve aggiungere altro