Altro che tagli, tasse per 50 miliardi

L'esecutivo abbassa la pressione fiscale solo a parole. Fino al 2017 la stangata è nei numeri ufficiali della manovra

Roma - «Questo Paese svolta in maniera definitiva dal punto di vista della pressione fiscale». Lo ha detto ieri il sottosegretario alla presidenza Graziano Delrio, probabilmente nel tentativo di rassicurare contribuenti sempre più dubbiosi. Lo ha ribadito in serata dagli studi di Che tempo che fa il premier Renzi, rincarando la dose: «Con la legge di stabilità la pressione fiscale non è invariata, è diminuita», ha detto. Ma lo scetticismo sulla legge di Stabilità è del tutto fondato. Alimentato, più che da retroscena di gufi militanti, dai documenti ufficiali di governo e Parlamento. Il prospetto di copertura della prima «finanziaria» del governo Renzi, ad esempio, ci dice che nel 2016 e nel 2017, metteremo a posto i conti e non faremo più deficit, ma a un costo molto alto. Nel 2016 ci sono 31,7 miliardi di «nuove o maggiori entrate», che diventano 39,1 nel 2017. Sono in parte compensate, è vero, da «minori entrate», quindi da tagli di tasse, imposte e contributi rispettivamente per 9,4 e 9 miliardi. Ma il saldo resta da brividi: più di 20 miliardi nel 2016 e 30 nel 2017.

Nel conto della stangata fiscale futura ci sono soprattutto le clausole di salvaguardia. In altre parole, Bruxelles non vuole incertezze sui conti. Quindi, se una misura deve generare gettito o risparmi e ha effetti dubbi, a garanzia della cifra ci si mette un aumento di tasse certe. È il caso, famoso, delle accise sui carburanti, che potrebbero aumentare per coprire una entrata traballante da 1,7 miliardi, quella sul nuovo meccanismo di conteggio dell'Iva, messo in discussione dall'Ue. Poi ci sono le clausole che il governo Renzi ha ereditato dai precedenti esecutivi, che colpiscono l'Iva. Disinnescato l'aumento nel 2015, ritornano in grande stile dal 2016, quando è previsto un aumento dell'aliquota ordinaria dal 22 al 24% e di quella agevolata dal 10 al 12%. Nel 2018 l'imposta su beni e consumi, a legislazione vigente, dovrebbe arrivare rispettivamente a 25,5% e 13%. Solo le clausole, ha calcolato ieri Il Sole24ore , a regime, cioè nel 2017, valgono otto miliardi di euro.

Ieri il testo della Stabilità è stato approvato senza modifiche dalla Commissione bilancio della Camera, nonostante i numerosi dubbi. «Abbiamo fatto un po' di casini», ha ammesso lo stesso Renzi. Esulta il ministro Padoan che ringrazia «i senatori e lo staff del Governo, della Presidenza del Consiglio e del Ministero dell'Economia», ma i dubbi sul testo di legge rimangono. Ad esempio, sul credito di imposta del 10% sull'Irap a favore dei lavoratori senza dipendenti. Una modifica introdotta dal Senato per compensare un effetto indesiderato del taglio dell'imposta per le aziende. L'invito dei tecnici di Montecitorio di verificare la compatibilità con la norma europea ed «evitare eventuali procedure di infrazione», visto che «il beneficio è limitato a specifiche categorie di contribuenti».

Problemi anche per lo stanziamento da cui si dovrebbero attingere parte dei 535 milioni di euro da dare alle Poste, per dare attuazione alla sentenza dell'Ue. Il fondo è quasi vuoto.

Dubbi anche sul nuovo modo di pagare l'Iva (il cosiddetto reverse charge ) che, come detto, è anche incerto per quanto riguarda gli effetti finanziari. Sotto la lente dei tecnici anche la platea dei beneficiari del credito di imposta, che potrebbe essere non aggiornata.

Nonostante il testo licenziato dal Senato sabato notte sia blindato, in Commissione Bilancio della Camera sono stati presentati circa 130 emendamenti. Dopo un primo esame ne sono restati solo 80. Il presidente Francesco Boccia ha dichiarato infatti inammissibili 50 proposte arrivate al testo da M5S, Forza Italia e Sel. Il Movimento 5 stelle ha trasmesso via Youtube la seduta domenicale della commissione Bilancio, con una diretta «clandestina».

L'intenzione del governo è e arrivare all'approvazione definitiva della legge di Stabilità in Aula entro martedì, comunque «prima di Natale», perché bisogna «dare segnali di stabilità», ha spiegato il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta.

Commenti

Duka

Lun, 22/12/2014 - 08:08

Il bischero dice frignacce! La pressione fiscale sembra che diminuisca ma in realtà sono partite di giro ovvero toglie da una parte e aggiunge dall'altra- Un giochetto vecchio quanto il mondo lo sanno fare pure i bambini.

ninoabba

Lun, 22/12/2014 - 08:34

Renzi ci hai stufato, non vali nulla, racconti balle tutti I giorni. Ma veramente credi Che gli Italiani, credano a un personaggio Che ha promesso tanto, ma ci ha tolto tutto. Siamo stufi de te e tutti quei pecoroni Che ti seguono, vattene Togliti dai piedi, e portrati dietro tutti qui miserabili Che vivono sulle nostre spalle. Detto Fra di noi, Renzi sei solo un galoppino, tu stesso, controllato da china chi. Prova a mettere Mortadella come presidente, e vedrai Che non prenderai neppure un voto. Eccetto il tuo e quell dai suddetti galoppini.

VermeSantoro

Lun, 22/12/2014 - 08:37

Non è per pregiudizio ma a me sembra un grande affabulatore che circondato da qualche sexy fatina dai toni suadenti è riuscito a infinocchiare una gran fetta di italiani. Poi questa moda nel PD di denominare i comportamenti come: la buona politica, la buona scuola, le buone tangenti ect ect come se le cose buone ed oneste fossero solo prerogativa Loro da l'idea di quanto sia notevole l'ipocrisia che regna alla "Leopolda" . A proposito di Leopolda questo termine a Voi che idea vi da, forse di una matura militante dai facili costumi ?

piantagrassa

Lun, 22/12/2014 - 09:05

Certo che ha una bella faccia di bronzo nel dire che la pressione fiscale è scesa, è un affronto all'intelligenza degli italiani. Sta seguendo la stessa strada di Monti e Letta, così arriveremo al 25% di disoccupazione come in Grecia!!!!!! Ma la cosa peggiore è che c'è gente che lo vota. Qualcuno si decida a far saltare questo governo, M5S, FI, LEGA fate qualcosa!!!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 22/12/2014 - 09:17

Grazie renzie,tanto le parole a voi non costano nulla,grazie di aver abbassato le tasse,dove non le ho viste ma per i tuoi boccaloni kompagni che bevono,bevono sono come la manna.

gesmund@

Lun, 22/12/2014 - 09:34

Togliere la furbata degli 80 € e sono subito 10 miliardi di tasse all'anno risparmiati. Ma così il PD ha due milioni di voti (comprati) in meno e il 40% se lo sogna. Che poi è il 40% del 50% dei votanti, cioè il 20 di 100, ma gli altri hanno ancora di meno. La maggioranza degli italiani è rassegnata al peggio del peggio. E arriverà la "riforma" del catasto.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Lun, 22/12/2014 - 09:40

Deve affidare la lettura dei provvedimenti al suo collega comico e nuovo apostolo Benigni, qualche milionata di babbioni griderà al miracolo...

Ritratto di ...MAFIAcapita£e

...MAFIAcapita£e

Lun, 22/12/2014 - 09:51

tutte le tasse degli ultimi sgoverni fantoccio sono sempre troppo poche, i buoi itaglioti se ne meritano il doppio, il triplo

linoalo1

Lun, 22/12/2014 - 10:03

Una cosa è ormai certa!Questi Sinistrati,oltre che Marinai,sono anche dei gran Fanfaroni!E,come tali,si divertono a scommettere a chi le Spara Più Grosse!A loro,dei Cittadini,non gliene frega un bel niente!Per loro,ossia i Comunisti,i Cittadini sono come le zanzare:sono solo un fastidio con cui,purtroppo,bisogna convivere!Lino.

Totonno58

Lun, 22/12/2014 - 10:05

Mi dispiace per il pubblico affezionato a berlusconi ma come giullare l'allievo Renzi ha superato il maestro....non ha neanche bisogno di andare da Vespa armato di "lenzuolo", improvvisa che è una meraviglia!!:)

fer 44

Lun, 22/12/2014 - 10:09

Come no? Ho appena ricevuto il cedolino della 13a ! 1000 € lordi 394 € netti!!!! Certo che mi è andata meglio di quella insegnante che ha preso solo 1 € ma da qui a dire che ha ridotto le tasse ce ne corre di acqua sotto i ponti????

fer 44

Lun, 22/12/2014 - 10:12

Si, "svolta in maniera definitiva", ma dalla parte sbagliata e finisce nel fosso Ha Ha Ha!

gianfranco1966

Lun, 22/12/2014 - 10:22

il pd cioe il partito dei corrotti e mafiosi sta calando nei sondaggi. dal mitico 41 per cento sta arrivando al 36 per cento. ormai sempre piu italiani stanno capendo che il fiorentino è un buffone, tra non molto arrivera a calare fino al 30 per cento e cosi per renzino sara notte fonda perche il centrodestra, con salvini leader,a quel punto sara maggioranza nel paese. in francia, come sapete, la destra giusta e moderna è gia maggioranza. il destino ormai è segnato. dopo anni di fallimenti da parte della sinistra e governi, diciamo, moderati, sta venendo l ora della destra vera. i soloni della sinistra dicono che la destra non superera mai il 15 per cento. cxxxxxe autentiche. salvini sara maggioranza in questo paese. per tanti motivi. un ex elettore di forza italia.

unosolo

Lun, 22/12/2014 - 10:53

sono convinto che sia il PCM che i suoi ministri non valutino bene le uscite dello Stato , assumendo migliaia di persone a carico dello Stato si crea debito , per accontentare la fiducia avuta si punta su 2000 assunzioni circa e questi peseranno sul debito ed ecco che in primavera, se non prima, saliranno ancora i generi di prima necessità e la benzina oltre alla IVA e accise altro che ripartire in questa logica di ragionamento .

Zizzigo

Lun, 22/12/2014 - 10:55

Il blablatore se le racconta e se le fà... noi paghiamo il conto, ma solo finché ce la facciamo! Poi saranno guai seri per tutti.

Rossana Rossi

Lun, 22/12/2014 - 10:59

Tutte buffonate, e voi italioti continuate a sostenere questo bischero chiacchierone........

mifra77

Lun, 22/12/2014 - 11:21

E dopo le parole di Renzi e del suo compare Delrio, oggi sono finalmente felice! Due benefattori che per me, per la mia famiglia e per lo stato, si stanno scervellando a fare quadrare i conti pur con notevole risparmio, in termini di contribuzione! Chi avrebbe mai immaginato che si potesse realizzare? Finalmente questa notte ho dormito sogni tranquilli

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 22/12/2014 - 11:27

Braviii!! “Una svolta in maniera definitiva dal punto di vista della pressione fiscale”. Braviii! Mi pare evidente che sia un’altra delle tante balle che il furbetto propina giornalmente al popolo bue a scopo medicinale: per tenerlo tranquillo, mentre lui lo sta soffocando un poco alla volta. Però quelle tasse che ci sta appioppando giorno per giorno sono ancora nulla, una bazzecola, di fronte all’IVA al 25% che ci aspetta minacciosa ed inesorabile se i conti, come è probabile, non torneranno. Dopo di che sarà meglio che il furbetto scappi all’estero, magari dalla sua "amica" Merkel, per sottrarsi alla rabbia montante del popolo bue, che certamente è lento a capire, ma alla fine capirà. Io sono vecchio e starò alla finestra a vedere, con solo il dolore per il buio che vedo nell’avvenire dei miei nipoti.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 22/12/2014 - 11:56

Allucinante! Un pallone gonfiato che dice una cosa mentre ne fa un'altra. Tanto per memoria: aveva detto "abolirò il Senato", ed invece lo sta tenendo in piedi, con tutti i suoi parrucchieri, mirando a togliergli solo la funzione legislativa ordinaria. Ma soprattutto aveva detto: "legge elettorale, elezioni, riforme", programma pienamente condivisibile, ed invece sta giocando con il ridicolo "italicum" che, se va bene, potrà essere "usato" fra non meno di un paio d'anni, sempre che sia portata a termine la procedura di modifica della Costituzione nella parte riguardante il Senato. Un pericoloso chiacchierone che già sta facendo ridere almeno l'Europa intera. Noi prepariamoci a piangere ed i giovani ad emigrare in paesi più seri.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 22/12/2014 - 12:02

@CaptainHaddock. Bravissimo!!! Cordialità-

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 22/12/2014 - 16:32

SPERIAMO che Luigi Medici abbia letto questo articolo!!! Feliz Navidad dal Leghista Monzese. PS Meno male che me ne sono andato!!!!

Ritratto di pinox

pinox

Lun, 22/12/2014 - 17:16

il bullo da quello che piu' appare (esempio gli 80 euro), e toglie quello che meno appare (esempio il raddoppio dell'iva sul pellet). bravissimo come spostatore di tasse!!! A proposito del pellet si dovrebbe vergognare!!....vuole togliere la possibilità di risparmiare sul riscaldamento in un paese dove un cittadino su tre è povero. così si toglie sopratutto ai poveri la possibilità di riscaldare la casa decentemente.......RENZI, MI FAI SCHIFO!!!!!