Americani eletti al governo. Le mani di Obama su Kiev

I dicasteri chiave del nuovo esecutivo affidati a tre naturalizzati. Per combattere meglio Putin. E senza che nessuno gridi al golpe

L'avesse messo in piedi un alleato di quel cattivone di Vladimir Putin non staremmo certo qui a discuterne. Bruxelles e Washington ne avrebbero già denunciato l'illegalità. E i principali media europei e statunitensi farebbero a gara nel definirlo un impresentabile governo fantoccio al servizio di una potenza straniera. Ma si tratta di un esecutivo nato con la benedizione di Obama, di Angela Merkel, dell'Unione Europea e sotto la direzione del presidente ucraino Petro Poroshenko, un'ex oligarca del cioccolato tenuto in gran conto tra Washington, Bruxelles e Berlino. Dunque tutti preferiscono non farci caso. Il fatto che il 2 dicembre Poroshenko e il suo premier Arseniy Yatsenyuk abbiano varato un nuovo governo consegnando il dicastero delle finanze a Natalie Jaresko, un'ex funzionaria del Dipartimento di Stato americano trasformata in cittadina ucraina con un decreto d'urgenza non sembra incuriosire nessuno. Nessuno, del resto si chiede neppure perché la poltrona dello sviluppo economico e del commercio sia finita a Aivaras Abromavicius, uno specialista di investimenti in mercati emergenti proveniente, guarda caso, da quella Lituania pronta a rifornire Kiev di armi e munizioni per consentirle di fronteggiare i rivoltosi filo russi delle regioni orientali. E altrettanto normale deve apparire anche la nomina alla Sanità del giorgiano Aleksandre Kvitashvili, già ministro di quel presidente Mikheil Saakashvili che nel 2008 causò lo scontro con la Russia nel maldestro tentativo di riprendersi l'Ossezia del sud. Insomma la nascita di un governo ucraino con ben tre poltrone chiave, tra cui due dicasteri finanziari fondamentali per il futuro del paese, ad altrettanti stranieri naturalizzati ucraini (anche per il lituano e il georgiano è già scattato il decreto di cittadinanza) viene considerata assolutamente normale. Certo per accettarla ci vuole tutta la compiacente benevolenza di una grande stampa europea e statunitense pronta sul caso Ucraina a mettere da parte qualsiasi pretesa di obbiettività.

Nella tripletta di proconsoli chiamati a sorvegliare e ratificare l'operato di Petro Poroshenko e del suo premier la presenza più imbarazzante è senza dubbio quella della signora Natalie Jaresko. Anche perché l'americana Jaresko dopo aver lavorato negli anni 90 per l'ambasciata americana a Kiev ed esser diventata la responsabile di Western NIS Enterprise Fund, un'organizzazione incaricata dal Dipartimento di Stato di finanziare le imprese private in Ucraina, ha utilizzato gli stessi fondi da lei distribuiti per metter in piedi una società d'investimenti chiamata Horizon Capital. Insomma prima di venir promossa ministra dell'Ucraina è riuscita nella non facile operazione di finanziare una propria società con i fondi della «Western NIS Enterprise Fund» affidatigli dal Dipartimento di Stato Americano. Un'operazione del genere in America le sarebbe costata almeno un'accusa di «inside trading».

In Ucraina invece nessuno sembra averci fatto caso. Anche perché l'alchimia finanziaria rientrava probabilmente nella vasta operazione d'investimenti costata oltre 5 miliardi e destinata, come ammesso tempo fa dal vice segretario statunitense per gli affari europei Victoria Nuland, a strappare Kiev dall'orbita sovietica. L'inserimento nel neonato esecutivo ucraino del lituano Aivaras Abromavicius non è meno imbarazzante. Anche perché la scelta di questo secondo viceré è arrivata subito dopo la visita a Kiev del presidente lituano Dalia Grybauskaite. Una visita durante la quale è stata annunciata la disponibilità di Vilnius a rifornire l'Ucraina di armi e munizioni per combattere i militanti filo russi delle regioni orientali. Regioni che la presidente lituana Grybauskaite non ha esitato a definire «stato terrorista» nel corso della conferenza stampa congiunta con Poroshenko.

Annunci

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Mar, 09/12/2014 - 08:56

Gli Stati Uniti d`America, prima di criticare gli altri paesi, DEVONO PULIRE LE PROPRIE LENZUOLA DI CASA LORO, PERCHÈ SONO MOLTO SPORCHE .

marinaio

Mar, 09/12/2014 - 09:25

E già, se a farlo è l'America o l'UE è tutto normale. Come è normale che l'altro ieri Israele ha bombardato la Siria e tutti zitti. Prova a immaginare se fosse stata la Siria a bombardare Israele!!!

mister_B

Mar, 09/12/2014 - 09:44

una ucraina che ha lavorato per l'ambasciata USA, un lituano e un georgiano, per micalessin sono 3 americani. troverei bizzarro che l'ucraina, tagliata fuori dal gas russo perchè non vuole fare lo schiavo della russia, si facesse nominare i ministri da mosca.

Luigi Farinelli

Mar, 09/12/2014 - 10:42

mister_B: come cambiano le prospettive! Un tempo il "non voler fare lo schiavo della Russia" aveva un significato ben preciso per chi sapeva con cognizione di causa cosa si nascondesse OLTRE la cortina di filo spinato. Oggi invece, ancora troppo pochi hanno capito cosa si nasconda ENTRO i confini della cosiddetta "Europa Comunitaria" (al guinzaglio degli USA), nonostante le incredibili iniziative degli ipocriti politici occidentali, iniziative da considerare demenziali se non fosse che hanno scopi destabilizzanti ben precisi: altro che "la difesa della libertà di un popolo che chiede l'autonomia" contro l'orso russo!

Eraldusik

Mar, 09/12/2014 - 10:44

UN paese CHE DELEGA MINISTRI STARNIERI (AMERIKANI O FILO) per farsi amministrare......è proprio un paesino di cacca. E meno male che qualche quotidiano (seppure MOLTO timidamente) mette in risalto quanto sta accadendo in questo paese governato da filo NAZISTI, NATO DA UN GOLPE FORAGGIATO e SUPPORTATO DA USA E UE.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mar, 09/12/2014 - 10:57

Spero che le anime candide comincino a capire chi sta minacciando la pace. Dopo la dissoluzione dell'impero sovietico, negli anni novanta la stragrande maggioranza dei russi stravedeva per l'europa e in particolare per l'Italia. Questo amore tiepidamente corrisposto era un enormne patrimonio non solo di civilta', ma anche economico, che i nostri governanti succubi del guerrafondaio abbronzato e della fascistona tedesca, hanno in pochi anni annullato. Ora i russi ci disistimano, ma in compenso ci amano i neonazisti ucraini sobillati dal loro governo fantoccio.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 09/12/2014 - 12:06

In Ukraina c'è il petrolio??? ci sono primarie materie prime????? SIIIIIIII. ALLORA "L'INDIPENDENZA" INTERESSA AGLI USA. HANNO DISTRUTTO POPOLI "E NON HANNO ANCORA FINITO" MA IL NEGRETTO VA PREDICANDO DEMOCRAZIA.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Mar, 09/12/2014 - 12:20

ADESSO DITEMI CHI è IL GUERRAFONDAIO: OBAMA O PUTIN ?

tersicore

Mar, 09/12/2014 - 12:22

Ma perchè nessuno parla mai del genocidio degli indiani d'America? Potere del denaro! C'è un detto secondo cui 'i soldi fanno giustizia'. In certi casi, anzi molto spesso, fanno l'ingiustizia.

archivic

Mar, 09/12/2014 - 12:24

certo... e' un esempio di corruzione multinazionale a misure cosmiche.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Mar, 09/12/2014 - 12:45

vergogna, ma la parola non basta! solo su Il Gionale per ora si legge una simile notizia. ed in quanti capiscono in che mani siamo????????

agosvac

Mar, 09/12/2014 - 12:45

Secondo me obama e tutti i suoi consiglieri sono completamente fuori di testa! Pensano di mettere in ginocchio Putin con le loro sanzioni e le loro manovre sporche. Ma non si rendono conto che Putin ha in mano un'arma formidabile:messo alle strette potrebbe anche allearsi con la Cina, con l'India e con il mondo islamico non integralista. In fondo col mondo islamico non integralista ha in comune il petrolio e con Cina ed India ha la possibilità di fornire quell'energia che a loro manca. Sarebbe bene ricordare a questo punto che la quasi totalità del debito pubblico degli USA è in mano ai cinesi!!!!! Io, al posto di obama e della merkel starei molto attento: rischiano di ritrovarsi con le pezze nel...quello là!!!

Massimo25

Mar, 09/12/2014 - 12:46

Ma di cosa ci scandalizziamo,questo credo sia l'unico giornale a darne notizia.Ormai é tutto chiaro i veri terroristi(ma questo é arcinoto) sono gli USA e l'Europa la peggiore comunità che possa esistere e di cui mi vergogno di appartenere. Gli USA vogliono la guerra e cosi sarà e i cretini europei non hanno capito nulla.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 09/12/2014 - 12:48

pazzesco... immaginatevi se fosse stata la Russia a fare una porcheria simile.... immaginatevi gli strepiti della stampa dei Rothschild..

Armandoestebanquito

Mar, 09/12/2014 - 13:07

meno male che Putin c'e'. Vi ricordate quando lo establishment comunista catto italiano, repubblica-corriere, perseguitava Silvio perche chiamo' Obama l'abbronzato? chi l'avrebbe detto che l'abbronzato sarebbe stato piu' guerriero di Bush..mahh

alberto_his

Mar, 09/12/2014 - 13:23

Insomma, l'elite USA non si fida dei dirigenti ucraini e mettono loro persone nei posti chiave (globalizzazione delle dirigenze governative?) al fine di garantire l'implementazione rapida e puntuale dell'agenda. Probabilmente la situazione e i tempi richiedevano un intervento diretto senza ulteriori indugi. Questo può preludere a un'escalation del conflitto e a un ingresso dell'Ucraina nella NATO. A tal proposito lo scorso 4/12 è stata approvata dalla Camera dei Rappresentanti (non ancora dal Senato) USA una risoluzione che consentirebbe al presidente di muovere guerra senza necessità di ulteriori autorizzazioni con riferimento all'articolo 5 del trattato nord-atlantico, quello sull'obbligo di difesa collettiva in caso di attacco a un membro NATO.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 09/12/2014 - 14:29

Totale sostegno per Putin, ultimo statista europeo

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 09/12/2014 - 14:37

Russia-Cina-India.... questo è il trio che dominerà il mondo. Per fortuna, visto che l'occidente fa schifo ormai.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 09/12/2014 - 14:44

Altra puttanata del nobel.Ma uno Oswald per lui quando uscira fuori ?

Giovy99

Mar, 09/12/2014 - 15:03

D'altronde i giornalisti occidentali si sono venduti alla CIA...quindi perché sorprendersi?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 09/12/2014 - 15:17

A che cosa servono paesi irrilevanti come Lituania e Lettonia alla NATO? Ovviamente non possono dare nessun reale contributo, eccetto la russofobia (certamente radicata nella storia, a ragione ...ma il mondo va avanti...) e soprattutto una cosa: un casus belli. L'aver incluso questi paesi è dimostrazione che la NATO (ossia gli USA) vuole lo scontro con la Russia.

meloni.bruno@ya...

Mar, 09/12/2014 - 15:18

Gli stati uniti,sono una democrazia dittatoriale,quando mai avrebbero dovuto condannare i poliziotti colpevoli di omicidi,se la loro (democrazia ?)è fondata sull'uso della forza?

levy

Mar, 09/12/2014 - 15:37

Iraq, Siria, Libia, Iran, Pakistan, Afganistan, Ucraina ecc. Questi americani sono un pericolo per la sicurezza mondiale maggiore di qualunque organizzazione terroristica. Tutto per difendere il dollaro come moneta di scambio internazionale, cosa che gli ha consentito di vivere largamente sopra le loro possibilità. Supportano gruppi terroristici per destabilizzare governi, procurano falsi attentati, uccidendo migliaia di persone, per procurarsi una causa per la guerra, praticano la tortura, imprigionano preventivamente, uccidono con i drones chiunque e ovunque con il solo sospetto e senza processo (vedi per es. il caso Dornes). La violenza della polizia americana non ha uguali ( è noto che più americani muoiono per mano della polizia che non per terrorismo). E poi che dire dei 18 trilioni di $ di debito?

Massimo25

Mar, 09/12/2014 - 16:50

Abbiamo una classe politica europea,purtroppo,che definirla vigliacca sarebbe un complimento. Loro sono complici di ciò che il governo USA stà creando attorno a questo pianeta,destabilizzazioni,attentati,etc.stanno cercando di fare lo stesso con la Russia,ma hanno sbagliato cavallo.Il russo é nazionalista,10 volte di più di quanto non lo siano gli americani,popolo senza nessuna storia e cultura,conoscono solo $. Il popolo russo ha già capito tutto e rifiuterà tutto quello che sarà americano e stà cominciano a farlo anche con tutto quello che é europeo...o almeno di una parte..Oggi il mercato é aperto e si trova a Est...non a Ovest...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 09/12/2014 - 17:22

L'oggetto del contendere sono le terre fertili dell'Ucraina che non sono andate alle società tedesche, cioè all'Europa, ma a quelle americane, per colpa della cancellierina (stupidina).

swiller

Mar, 09/12/2014 - 20:01

Americani = delinquenti guerrafondai.

Kosimo

Mar, 09/12/2014 - 21:06

gli americani stanno circondando l'Europa