Gli appalti senza gara: ora aumenta la soglia

Nella manovra arriva anche l'innalzamento della soglia per il valore dell'affidamento diretto dei lavori pubblici

Nella manovra arriva anche l'innalzamento della soglia per il valore dell'affidamento diretto dei lavori pubblici. La nuova soglia infatti sale a quota 150mila euro. Una cifra che preoccupa lo stesso presidente della Commissione Antimafia, il grillino Nicola Morra: "Non posso che esprimere grave preoccupazione. Preoccupazione condivisa anche dall'Anac. Questo innalzamento preoccupa tutte le realtà antimafia. Da Presidente della Commissione Antimafia mi adopererò per promuovere modifiche".

La critica di Morra poi si fa più dura: "Questo innalzamento rivela una sottovalutazione del rischio di come queste nuove regole possano favorire le organizzazioni mafiose, da sempre attente al mondo delle opere pubbliche. Che sia una misura per un solo anno non può essere una giustificazione sufficiente per allentare gli obblighi sulla necessaria trasparenza per la gestione dei soldi pubblici". E a Morra risponde Marcucci, capogruppo Dem: "Le lacrime di coccodrillo di Morra sull'innalzamento della soglia di valore per l'affidamento diretto dei lavori pubblici, votato dalla maggioranza di cui fa parte, sono la rappresentazione perfetta dell'ipocrisia grillina. Di notte approvano misure che mettono in pericolo la legalità degli appalti, e di giorno tornano a fare le anime candide e i campioni delle trasparenza. Vorrei dire a Morra che non ci crede più nessuno. Si sono macchiati dell'ennesima porcata. La manina è la loro".