Armi, meno restrizioni: ora è più facile possederle

Dal 14 settembre entrerà in vigore il provvedimento che recepisce la direttiva europea, che rende meno rigide le regole sul possesso di armi

Lo scorso 10 agosto, la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il decreto che rende meno restrittiva la normativa sul possesso di armi detenute legalmente, in Italia. Ora, a partire dal 14 settembre, il provvedimento entrerà in vigore.

Il nostro è il primo Paese a recepire la direttiva europea 853/2017, che modifica quella del 1991, rendendo più facile la possibilità di possedere armi di derivazione militare, come il Kalashikov Ak-47 e il fucile semiautomatico Ar15. Non solo. Da venerdì, sarà possibile possedere fino a 12 armi sportive, scavalcando il numero di 6 a persona, imposto fino ad ora. Aumenteranno anche i colpi consentiti nei caricatori, che passeranno da 15 a 20 per le armi corte e da 5 a 10 per le armi lunghe, mentre la licenza di porto d'armi diminuirà da 6 a 5 anni.

Meno rigidità anche per la parte più burocratica: la denuncia di detenzione può essere inviata anche tramite mail, da un portale certificato e non bisognerà per forza essere iscritti alle federazioni del Coni, per essere riconosciuti come tiratori sportivi. Ora anche gli iscritti ad altre associazioni di tiro a segno potranno essere considerati come tiratori sportivi. La vera svolta, però, risiede nel fatto che chi detiene le armi non è obbligato ad avvisare i propri familiari o conviventi di possederle.

Il provvedimento che entrerà in vigore il 14 settembre era stato fortemente voluto da Matteo Salvini che all'Hit Show di Vicenza, la fiera dedicata alle armi e alla caccia, aveva stipulato un accordo con la lobby a favore delle armi. Nel documento, come riportato da Corriere della Sera, il vicepremier si impegnava a ridurre le restrizioni sul possesso di armi.

Commenti

SPQP

Lun, 10/09/2018 - 13:41

Spero che non siano stati aboliti i controlli medici e psichiatrici e l'attidudine al maneggio delle armi ( un corso) altrimenti sai quanti "sparati" per imperizia e cretinaggine".

27Adriano

Lun, 10/09/2018 - 13:43

Secondo me, per i possessori Cittadini onesti e possessori di porto d'armi è una buona notizia. I delinquenti continuranno a detenerle senza regolare licenza, senza controlli a magari con funzionamento a raffica...

Gianni11

Lun, 10/09/2018 - 13:43

Bene.

Marcolux

Lun, 10/09/2018 - 14:13

Finalmente qualcosa si muove. Se hai tutti i requisiti, morali e psico fisici, quindi il porto d'armi, è giusto che tu possa acquistare le armi che vuoi, anche in quantità. Non conta nè il possesso nè il numero di armi possedute. Per ammazzare basta un coltello, un cacciavite o un martello! Cosa facciamo allora, ne vietiamo la vendita nelle mesticherie? Gli italiani onesti hanno diritto di armarsi! Evviva!

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 10/09/2018 - 14:35

Quello che va reso eperativa è la legge sulla "difesa sempre legittima".

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 10/09/2018 - 14:42

Salvini e` culoecamicia con l'industria padana delle armi e ha favorito la sua lobby. Che ribrezzo...

ziobeppe1951

Lun, 10/09/2018 - 15:06

Bolscevico99....impara a suonare il campanello quando vai a casa di qualcuno

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 10/09/2018 - 15:31

i babbei comunisti grulli e pure quelli che ancora non lo sanno, si accorgeranno presto che le leggi non sono come sembrano.....

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 10/09/2018 - 15:49

Mi sfugge l'utilità di non informare i conviventi della presenza di armi in casa ... chiedo numi

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 10/09/2018 - 16:24

SPQP - 13:41 Se legge la direttiva europea 853/2017, non sono previsti cambiamenti nei requisiti psico-fisici di chi chiede di possedere un'arma. Ci mancherebbe altro! Riguarda il possesso di armi (anche da guerra depotenziate, da semiautomatiche a colpo singolo) e di altre peculiarità che prima non erano permesse nel possesso di armi (numero di armi, caricatori con più colpi etc.) e la burocrazia, semplificata, per il possesso. Volendo (qsi può acquistare anche una .45, visto che quel calibro non è più attinente armi da guerra.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 10/09/2018 - 16:25

El Presidente - 15:49 Se si hanno minori in casa. In questo caso è meglio non dirlo: non si sa mai..

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 10/09/2018 - 16:47

El Presidente , magari una moglie picchiata abitualmente dal marito che teme di fare la fine di altre mogli assassinate. Leggete bene la legge, l'unica miglioria è quella delle detenzione delle armi catalogate sportive che passano da 6 a 12 il resto è tutto peggiorativo a cominciare dalla durata dei porto d'arma per caccia e sportivi che passa da 6 anni a 5.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 10/09/2018 - 17:16

Ma le armi in casa non devono essere conservate sotto chiave?

Ritratto di sepen

Anonimo (non verificato)

DemetraAtenaAngerona

Lun, 10/09/2018 - 18:37

Che follia!!! Doppia follia l'aumento della possibilità di possedere armi sportive!!! Tripla follia quella dell'aumento del numero dei colpi per arma corta e lunga...più che difendersi da un eventuale intruso pericolosamente minacciante la nostra e la vita dei nostri cari, sembra che ci si debba difendere da un assalto da una trincea nemica. CHE FOLLIA! FINIRANNO CON L'ESSERCI DELLE VITTIME INNOCENTI, MAGARI GLI STESSI FAMIGLIARI O SE STESSI CHE SI INTENDEVA DIFENDERE CON QUELLE ARMI.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Lun, 10/09/2018 - 18:38

Bravo , complimenti leoncavallino. Faremo la fine degli USA e tu sarai responsabile di tutti i morti. Incosciente vergognati e sparisci dalla terra

corivorivo

Lun, 10/09/2018 - 18:53

e ora una BUONA legge sulla LEGITTIMA DIFESA!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 10/09/2018 - 19:29

In Francia, paese dove risiedo da 15 anni la legge é un po diversa. Ci si isccrive ad un'associazione aderente alla federazione di tiro sportivo, diversa da quella della caccia. Per un periodo di 6 mesi si deve far pratica con armi dell'associazione poi, puoi chiedere il peremesso di acquistare un revolver, liberttà di calibro, con l'obbbligo di esercitarti regolarmente al poligono dell'associazione. Ogni tre mesi devi tamponare la validità del tesserino. Personalmente in casa ho una pistola a caucciu', cal 12 ed all'occorrenza una seconda Si spara prima con il caucciù poi all'occorrenza col piombo e ti viene riconosciiuuta la leggittima difesa. Semplice

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Lun, 10/09/2018 - 19:45

Onefirsttwo dice : E' la via giusta ! STOP Piccoli passi , piccoli passi verso la totale liberalizzazione STOP Il prossimo passo è : l'arma ovunque STOP La strada per la Libertà è lunga , ma a poco a poco ci si arriva STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Lun, 10/09/2018 - 20:07

I corsi per l'uso delle armi servono quanto servono i corsi di scuola guida. Tutti fanno la scuola guida eppure di cxxxxxi sulle strade ce ne sono tanti, stessa cosa per i corsi sull'uso delle armi. Un corso non ti rende davvero capace, solo l'uso costante e attento ti da' esperienza e neppure questo basta. Il fatto è che si caricano sulle spalle degli onesti mille fardelli, mentre i delinquenti se ne fregano di tutto e fanno comunque del male, godendo pure dei giudici accomodanti!

akamai66

Lun, 10/09/2018 - 20:26

komunisti, marxisti,leninisti, seguaci di LEU e LUE perchè continuate a scrivere su questo blog?Pensate di fare proseliti?Credete che abbiamo la coda, le orecchie a sventola e mangiamo le banane?Ma come si fa a dire "speriamo che facciano i controlli medici", certo che li fanno ma non possono farli tutti i giorni!Già è stato un capolavoro quello che ha abbassato la durata da 6 a 5 anni perchè avrà fatto qualche calcolo matematico e avrà pensato "vuoi vedere che la gente impazzisce dopo il 5° anno e spara, e allora noi controlliamo!Noi abbiamo della gente (sic) che pensa:togliamo le 500€ così finiscono i riciclaggi,togliamo le armi così non muore più nessuno, ma perchè non fate così prendete il potere e copiate pari pari la legge imposta dagli Austriaci a MIlano nel 1840: fuori l'uscio di casa è vietato tutto!O è ancora troppo blanda?

napolitame

Lun, 10/09/2018 - 20:50

chiedete all'articolista di quanto è stata ridotta la validuta' delle licenze. Questo articolo è un concentrato di falsita'

Una-mattina-mi-...

Lun, 10/09/2018 - 21:04

E QUI SALVINI NON C'ENTRA: "CE LO CHIEDE L'EUROPA"

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Lun, 10/09/2018 - 21:15

riflessiva: scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema scema

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Lun, 10/09/2018 - 21:48

SPQP 13,41- Se lei da una occhiata alle cronache (nera) si accorgerà che, nella stragrande maggioranza dei casi, se non nella totalità, reati connessi alle armi, sono perpretati da: carabinieri, poliziotti, militari, guardie giurate, finanzieri, ecc... ecc.. oltre a criminali conclamati che del porto d'armi se ne infischiano altamente. Quindi i certificati psichiatrici sarebbe bene che le facessero queste categorie, che invece inveiscono contro ogni sciocchezza fatta da comuni e onesti cittadini. faccia una riflessione seria e onesta e magari una visitina anche Lei, non si sa mai... (senza offesa naturalmente)

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Lun, 10/09/2018 - 22:04

Ma... io ho posseduto fino a qualche anno fa fino a 32 pezzi tra armi da caccia e tiro e antichi . con un permesso (semplicissimo da ottenere con certificato penale pulito e possesso di porto d'armi)non ho mai avuto problemi. Adesso invece mi ritrovo con un procedimento penale perché mi sono recato in caserma con un fucile da prendere in carico di un familiare deceduto, solo perché avevo il porto d'armi scaduto da qualche mese. Risultato sequestro di tutte le armi, impossibilità di rinnovare il porto d'armi, rischio la galera, e stop alla mia attività sportiva. (preciso che io faccio parte del team di atleti di interesse nazionale del coni ed ho partecipato a gara di livello mondiale rappresentando l'ITALIA!!! 50 ANNI DI PORTO D'ARMI, MAI UN INCIDENTE, MAI UNA MULTA, MAI UNA INFRAZIONE, E MI SENTO DIRE DA UN CARABINIERE SBARBATELLO ANCORA CON LATTE IN BOCCA, CHE SONO UN PAZZO E NON SONO IN GRADO DI DETENERE ARMI.. MA ANDATE TUTTI A FA...C...O!!!!!

mariolino50

Lun, 10/09/2018 - 22:30

DemetraAtenaAngerona Io ho due pistole e ci sparo al poligono da decenni, il numeor che conta, tnaot ai solo due mani, s esei bravo al massimo puoi usare due pistole, o un fucile, dove ci vogliono ambedue le mani, non è come nei film western, aumentare i colpi nei caricatori non è nemmeno difficile se uno volesse, a quale scopo, basta comprare più caricatori se vuoi fare casino. In America succedono certe cose per le loro tradizioni, in Svizzera hanno in casa anche il fucile dell'esercito, che spara a raffica, mai sentito qualcosa di stragi, non mi pare, qui come omicidi siamo ai minimi mondiali, non vedo perchè dovrebeb cambiare, per uccidere basta poco anche le mani, non serve la pistola, non ti sporchi.

mariolino50

Lun, 10/09/2018 - 22:34

navajo La maggiro parte degli omicidi, anche delle mogli, non venogno fatti con armi da fuoco, ma con quello che è a portata di mano, io ho le armi, ma farei prima con il coltello da cucina, o con il martello a palla da chili 1 che ho in garage. Un ragazzino è stato ammazzato con le fascette da impianti elettrici, si trovano bene,e ho anche quelle, è solo la volontà che uccide, il modo è secondario.

DemetraAtenaAngerona

Lun, 10/09/2018 - 23:52

Anno 2014 New York - Quasi ogni ora negli Stati Uniti un bambino o teenager viene ricoverato per ferite causate da un’arma da fuoco, e di questi il 6% muore: sono i drammatici dati rivelati da uno studio condotto dai ricercatori di Yale e del Boston Medical Center, che rilanciano il dibattito sulla libera circolazione di pistole e fucili negli Stati Uniti. Il dossier, pubblicato sul numero di febbraio della rivista Pediatrics, precisa che il numero dei ricoveri tocca quota 7.391 all’anno. «Ogni giorno in media 20 bambini e ragazzi entrano in ospedale con una ferita causata da un’arma da fuoco.....

CarloColombo

Mar, 11/09/2018 - 00:04

Cioè, chissenefrega di avere 12 armi in casa e 20 colpi nel caricatore. Invece il porto d'armi da sei a cinque anni è una riduzione. Salvini dovrebbe occuparsi che venga scritto un testo unico sulle armi, eliminando i regi decreti e tutte quelle leggi sovrapposte ed in certi casi contraddittorie. Magari con la consulenza di Edoardo Mori. Ma che lo scrivo a fare ....

Fumera

Mar, 11/09/2018 - 05:39

Articolo davvero scritto con i piedi e senza la MINIMA conoscenza del decreto che non e' stato voluto da Salvini ma dalla UE e recepito dal Governo Gentiloni. Ora io non so se chi scrive su questo giornale venga da lauree e titoli vari in giornalismo, ma qua si sta toccando il fondo. Ah... per chiarirvi un paio di punti.... non e' affatto piu' facile poterle detenere ( rimangono le norme gia' in vigore) ma cambia il numero limitativo alle sportive ( da 6 a 12)mentre diventa molto piu' complicato acquistare ( sempre se in possesso dei titoli ed autorizzazioni) le armi DEMILITARIZZATE con l'aumento di restrizioni. Consiglio la Redazione e , soprattutto chi ha scritto l'articolo, di documentarsi prima di sparare titoli e contenuti errati e forvianti.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 11/09/2018 - 07:10

El presidente - L’art. 20 della Legge n. 110 del 1975 dispone che la custodia delle armi deve essere assicurata "con ogni diligenza nell’interesse della sicurezza pubblica". Non si parla di cassetti sotto chiave o di armadi blindati (Corte di Cassazione, Sezione I Penale, con la sentenza 20 marzo 2017, n. 13570).

DemetraAtenaAngerona

Mar, 11/09/2018 - 07:15

@mariolino50 Nel periodo 2005-2015, secondo i dati dell'Eures, gli omicidi avvenuti nell'ambito di una coppia hanno avuto nel 40,9% dei casi un movente passionale, e nel 21,6% sono stati originati da liti o dissapori. Le armi più utilizzate per uccidere sono state quelle da taglio (32,5%) e da fuoco (30,1%) mentre nel 12,2% dei casi i killer hanno fatto uso di "armi improprie", il 9% ha strangolato la vittima e il 5,6% l'ha soffocata. Nel 16,7% dei casi il femminicidio è stato preceduto da "violenze note", l'8,7% delle quali denunciate alle forze dell'ordine. In tre casi su dieci, l'assassino si è tolto la vita e nel 9% ci ha provato senza riuscirci.

Senatore_B

Mar, 11/09/2018 - 07:35

Preciso che possono detenere caricatori per armi lunghe con più di 10 colpi e per armi corte con più di 20 "i tiratori sportivi iscritti a federazioni sportive di tiro riconosciute dal CONI nonché gli iscritti alle federazioni di altri Paesi UE, agli iscritti alle Sezioni del Tiro a Segno nazionale, agli appartenenti alle associazioni dilettantistiche affiliate al CONI." Se a qualcuno non piacciono le armi legalmente e legittimamente detenute, si svegli oppure cambi paese che è ora.

negro

Mar, 11/09/2018 - 08:02

E' una notizia data con i piedi. Dal 14 settembre la normativa per il possesso delle armi non è più facile ma più difficile, molto più difficile di prima. Per scrivere di armi e relative norme occorre documentarsi perché la materia è talmente complessa che solo poche persone la maneggiano. Fare propaganda con slogan e battute da quattro soldi su questo argomento significa mistificare i fatti. Fare riferimenti a Salvini (foto ed altro) sulla normativa appena approvata è ipocrita e fuorviante: Salvini non ha fatto nulla per questo decreto. Se vi documentaste meglio sarebbe un bene per i lettori, per la verità e per il Paese. Attaccate i comunisti, per i quali la verità viene dopo l'ideologia, ma fate come loro!

studio.minotti@...

Mar, 11/09/2018 - 11:49

In realtà non cambia nulla di significativo salvo l'aumento delle sportive da 6 a 12 e la riduzione da 6 a 5 anni della durata dei PdA. Non è vero che si possono avere armi da guerra. Quelle sono vietate dalla L110/75. LE presunte armi da guerra A6 e A7 sono armi che assomigliano o armi demilitarizzate irrevocabilmente. Fino al 2015 erano normali B4 da caccia e la nuova classificazione è un nonsenso tecnico. E' come se decidessero che le Panda bianche sono da guerra, mente le blu no.

tangarone

Mer, 12/09/2018 - 11:16

Non è piu facile possedere armi, visto che i controlli e le visite rimangono le stesse. E' piu facile denunciarle e si può possederne di più. Daltronde se uno fuori di testa avesse cattive intenzioni, fa differenza se ne possiede 6 o 12?