"Arresto obbligatorio per chi devasta le città"

La proposta dei poliziotti del Sap: "Contro i violenti videocamere e magistrati con noi ai cortei"

Roma - Magistrati in piazza al fianco dei poliziotti in occasione delle manifestazioni pubbliche, telecamere sulle divise, introduzione dell'arresto differito in ordine pubblico: sono queste alcune delle modifiche al decreto legge in tema di sicurezza delle città proposte dal Sap (sindacato autonomo di polizia).

«La soluzione ai nostri problemi - ha spiegato il segretario generale del sindacato, Gianni Tonelli, non sono i numeri identificativi sulle divise, perché si prestano a una falsa accusa da parte di chiunque. Le videocamere garantirebbero sicuramente maggiore sicurezza. Questo nell'ottica di affidarci alla verità in senso assoluto. Per questo proponiamo alcuni punti che vadano nella direzione del facilitare il lavoro alle forze di polizia e di rendere più sicure le nostre città». La proposta presentata dal Sap prevede pertanto di dotare tutti gli agenti che svolgono compiti di polizia su strada di una videocamera sulla divisa, in auto e nelle celle di sicurezza, in grado di video fono registrare, sotto il controllo e la direzione del garante della privacy, con l'adozione di un regolamento, per filmare quanto accade durante il servizio, nelle manifestazioni e negli stadi. Secondo punto è la richiesta di procedibilità d'ufficio, arresto obbligatorio e direttissima per il reato di danneggiamento nel corso di un corteo pubblico o aperto al pubblico o sportivo con danno di rilevante entità. Tutto ciò assicurerebbe la certezza della pena e il deflazionamento del carico di lavoro per gli uffici giudiziari requirenti e giudicanti, oltre a disincentivare l'utilizzo della violenza sulle cose in momenti particolarmente «caldi» dal punto di vista dell'ordine pubblico.

Si prevede, quindi, l'introduzione dell'arresto differito in ordine pubblico, istituto finora pensato e utilizzato al fine di reprimere la violenza negli stadi, estendendolo ai casi in cui vi siano esigenze di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica.

Il Sap pensa quindi a un'estensione del Daspo, ovvero all'introduzione di un provvedimento inibitorio a partecipare a manifestazioni pubbliche o aperte al pubblico analogo alle misure intraprese per ridurre il fenomeno della violenza negli stadi.

«Punto fondamentale - hanno spiegato poi dal sindacato - la richiesta che i magistrati siano in piazza, durante manifestazioni di ordine pubblico, al fianco dalla polizia».

Si chiedono, infine, garanzie funzionali per gli agenti eventualmente iscritti nel registro indagati e, quindi, la proroga del decreto legislativo sulla revisione dei ruoli delle forze di polizia, che, ha spiegato Tonelli «allo stato attuale promette quegli 80 euro che, invece, si trasformeranno in 32 euro e che vanificano le promesse del governo».

La proposta ha trovato il consenso di diversi gruppi politici. «La storica vicinanza alle divise - ha spiegato Ignazio La Russa (Fdi) - ci fa appoggiare in pieno queste modifiche. In un Paese normale non dovrebbe essere necessario anche solo pensare di dotare gli agenti di videocamera». Elio Vito (Forza Italia), ha spiegato come sarebbero necessarie «maggiori risorse da destinare ai comparti Difesa e Sicurezza», mentre Massimiliano Fedriga (Lega Nord), ha specificato come il suo partito si sia opposto da subito «all'idea dei numeri identificativi sulle divise». Tra i parlamentari e senatori che hanno sposato il progetto del Sap anche Erika Stefani e Nicola Molteni (Lega), Renato Brunetta (Forza Italia), Fabio Rampelli (FdI), Carlo Giovanardi (Gal).

Commenti

sakai389

Gio, 30/03/2017 - 08:20

Manifestare in strada è segno di libertà, ma distruggere contemporaneamente è segno d'inciviltà. Quindi, OK ai nuovi provvedimenti.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 30/03/2017 - 08:40

incredibile finalmente qualcuno si è accorto che esiste il problema tra un convegno di partito ed un'adozione omosessuale

Mefisto

Gio, 30/03/2017 - 08:54

Sottoscrivo tutto, dalla a alla z. Mi piace in particolar modo la proposta di mettere i magistrati in prima fila. Me li vedo già, pallidi e sudati, quando si avvicinano quei pazzi scatenati dei centri sociali, balbettare : "Ehiiii... compagnucciiii... siamo vostri ami-ciiii..."

giovanni PERINCIOLO

Gio, 30/03/2017 - 09:20

"frasi dure e personali che ledono la credibilità dell'intero sistema delle istituzioni"

giovanni PERINCIOLO

Gio, 30/03/2017 - 09:29

Sottoscrivo tutto ma aggiungo che chiunque chieda la autorizzazione al prefetto per indire una manifestazione, si tratti di sindacati, partiti o qualsivoglia organizzazione, deve presentare una solida polizza di assicurazione che copra tutti i danni eventualmente provocati durante la manifestazine stessa. Diversamente la manifestazione non deve essere autorizzata. In altre parole chi organizza la manifestazione deve essere civilmente responsabile e rispondere di tutti i danni occasionati!

Ernestinho

Gio, 30/03/2017 - 09:30

Ma perché, c'era bisogno di una proposta del genere? Non doveva già esserci un provvedimento? Ma siamo pazzi?

Ernestinho

Gio, 30/03/2017 - 09:31

Io aggiungerei un'altra cosa: coloro che vengono "acchiappati" pagano i danni per TUTTI!

gian paolo cardelli

Gio, 30/03/2017 - 09:38

Arresto obbligatorio? già cìè, quando riescono a prenderli: quello che dovrebbe essere sancito è la CONDANNA obbligatoria, cosa che al momento latita...

Giorgio Colomba

Gio, 30/03/2017 - 09:43

Proposte di estremo buon senso, come in genere ogni suggerimento del Sap. Per questo non se ne farà nulla (ce li vedete, poi, i sigg.ri magistrati in prima fila casco in testa ad individuare i profili di reato dei facinorosi?)

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 30/03/2017 - 09:45

"Contro i violenti videocamere e magistrati con noi ai cortei"...voglio proprio vedere se le toghe accetteranno il rischio di prendersi una sprangata o un sanpietrino in mezzo agli occhi dai lor "figlioli"

guardiano

Gio, 30/03/2017 - 09:56

Finalmente qualcuno apre gli occhi, sono due anni che scrivo su questo giornale, di affiancare i giudici ai tutori dell'ordine in modo di provare sulla loro pelle quello che succede nelle piazze violente, sarà difficile alle parti che di queste devastazioni traggono vantaggi, accettare questa legge di buon senso e utile al cittadino normale.

cgf

Gio, 30/03/2017 - 10:11

magistrati di fianco ai poliziotti quando passano i black bloc? la polizia sarà costretta a fargli la scorta, altro che arrestare.

Giorgio5819

Gio, 30/03/2017 - 10:48

"Arresto obbligatorio per chi devasta le città"... sognare non costa niente, questa semplice regola di civiltà potrà entrare in vigore solamente quando i comunisti verranno dichiarati fuorilegge almeno quanto i fascisti. Quando sparirà l'ultima bandiera con falce e martello e inneggiare al comunismo sarà considerato apologia di reato, allora...

elio2

Gio, 30/03/2017 - 10:54

Sicccome sono richieste di buon senso, utili e funzionali, ma purtroppo per noi, all'opposto del pensiero unico, gli abusivi compagni al potere, supportati dalle toghe rosse NON faranno,mai nulla contro gli amici incivili e devastatori e le recenti sentenze mi pare non lascino dubbi.

elpaso21

Gio, 30/03/2017 - 11:01

"Arresto obbligatorio per chi devasta le città" finalmente dopo anni di riflessione ci siamo arrivati, complimenti.

tonipier

Gio, 30/03/2017 - 11:04

" COME USCIRE DAL TUNNEL DELLE DEGENERAZIONI ISTITUZIONALI" Il popolo italiano avverte in modo sempre più consapevole la crisi del diritto, la duttilità e labilità delle leggi vigenti di tutela dei legittimi interessi societari, l'emergere di occasioni e di motivi sempre più raccapriccianti di disordine sociale. dal disagio e dallo sconforto che scuotono la collettività nazionale trae origine la sfiducia della parte eticamente più elevata della nostra comunità nelle istituzioni pubbliche, la consapevolezza della necessità e della urgenza di una inversione di corrente che preservi lo Stato italiano dalla totale e definitiva dissoluzione politico-sociale.

paci.augusto

Gio, 30/03/2017 - 11:09

La richiesta del SAP di punire i delinquenti,teppisti che fanno danno pesante nelle città durante le loro scorribande è una chimera!! Il governaccio di comapagni non colpirà MAI i propri squadristi rossi che, a comando dei trinariciuti, si scatenano nelle loro teppistiche scorribande!! Vengono alloggiati e mantenuti a carico del regime proprio a questo scopo. La Polizia e le altre forze dell'ordine sono considerati nemici ( sic????!!!!)!!!!

zadina

Gio, 30/03/2017 - 11:16

Spero che per noi popolo le proposte dei sindacati di polizia siano accolte in toto senza diminuzioni di efficacia, anzi incrementare i provvedimenti, le sigle dei partiti che aderiscono per approvare quel tipo di leggi sono da tenere in considerazione per le future elezioni, e le sigle di partiti che si oppongono debbono essere boicottate tramite il voto, a quel punto si vedono i partiti che vogliono ordine e quelli che vogliono il caos e disastri continui, il libero pensiero onesto di un 83 anni.

chebruttaroba

Gio, 30/03/2017 - 11:26

E' evidente che PD e M5S non siano d'accordo.I violenti delle manifestazioni sono parte di loro e votano per loro.

VittorioMar

Gio, 30/03/2017 - 11:30

...il vento incomincia a cambiare !!...queste richieste speriamo vengano accolte!!...sono di buon senso e maggiore sicurezza ai cittadini!!...le Forze dell'Ordine,che rappresentano lo Stato,non sono pagate per essere "AGGREDITE E BASTONATE"!!...ONORE A TUTTE LE FORZE DELL'ORDINE!!....cosa ne pensano i Magistrati?...MAGARI !!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 30/03/2017 - 11:51

Per questo reato vale la Legge Severino di retroattività, per tutti i delinquenti che hanno manifestato violetemente nelle città durante gli ultimi decenni? Mi sa che non rimarrebbe più nessuno a votare la sinistra.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 30/03/2017 - 12:09

----sono d'accordo con tutto quello che può agevolare e stabilire la verità dei fatti e lo svolgimento oggettivo degli avvenimenti --quindi non capisco perchè il sap continui a rifiutare i numeri identificativi sulle divise---se non ha nulla da nascondere di che si preoccupa???---forse del fatto che come le divise possono prendere le immagini lo può fare qualsiasi civile con un semplice smartphone??--vorrei ricordare che per stabilire alcune verità del g8 di genova i giudici si sono avvalsi di ore ed ore di fimati girati da gente comune--ma spesso non si è potuto procedere contro le divise che andavano sopra le righe per l'impossibilità di identificarli---swag giustizia uguale per tutti

gian paolo cardelli

Gio, 30/03/2017 - 12:28

elkid, la violenza nelle piazze è tutto frutto della sua ideologia: i numeri identificativi per gli "sbirri al servizio del potere capitalista" se li puo' scordare!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 30/03/2017 - 12:29

E perchè no? Bene adottare misure più incisive contro i devastatori, bene le telecamere in dotazione alla polizia che rappresenterebbero una garanzia per agenti e manifestanti, opinabile la presenza del magistrato durante le manifestazioni (andrebbe spiegato meglio lo scopo di questa misura) e... bene i numeri identificativi sulle divise della polizia come già avviene in molti altri paesi. Se lo scopo è quello di contrastare la violenza ed identificare i responsabili è bene vigilare a 360 gradi senza preconcetti e/o favoritismi. Chi è a posto con la propria coscienza non avrà nulla da obiettare.

agosvac

Gio, 30/03/2017 - 12:33

Il solo pensare che un magistrato rischi la propria "preziosa" pelle( nel senso che costano tantissimo a tutti gli italiani!!!) andando con i poliziotti alle manifestazioni violente è pura follia! Loro, i magistrati, sono sempre pronti a sanzionare le forze dell'ordine mai a condividerne i rischi!!!

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 30/03/2017 - 12:53

Cosa pensa il sap? Che il pd e il sinistrame antidemocratico mettano al gabbio il loro braccio armato? Illusi....

Ritratto di Lissa

Lissa

Gio, 30/03/2017 - 12:54

Se i Magistrati saranno in prima linea con le forze dell'ordine, sicuramente tantissime interpretazione di Legge cambieranno. Sono anche convinto, che con i Magistrati in prima linea, tornerà anche l'ordine.

Luigi Farinelli

Gio, 30/03/2017 - 13:49

Vediamo cosa rispondono a sinistra su questa serie di proposte che paiono sensate e giustificate. Mi pare, anche osservando da un'ottica politica diversa, che il Ministro Minniti finora si sia dimostrato sempre di buonsenso, spinto a fare e realizzare, meno chiacchiere e più sostanza, piuttosto che targiversare con i "ni" e i "ma" tipici di chi ha dormito per decenni su connivenze, opportunismi politici, buonismo senza costrutto, ideologie demenziali e lontane dalla reltà (realtà che era pure vietato divulgare, in quanto in contrasto con l'ideologia).

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 30/03/2017 - 13:53

@Dreamer66 - per decenni i tuoi amici votanti hanno devastato piazze e città, ma non hai mai speso una parola contro di loro, anzi. Ora vieni qui a fare il chierichetto? Ritorna tra i tuoi amici devastatori comunisti, lì ti trovi bene, qui da noi no.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 30/03/2017 - 19:17

elkid. Se tutti i tuoi amici criminali sfasciatuttologhi non hanno nulla da nascondere perché scendono in piazza con il casco integrale o col passamontagna?? Fosse per me darei ordine alle forze dell'ordine di far rispettare la legge e arrestare tutti coloro che circolano col viso coperto rendenodsi irriconoscibili e se scappano saprare a vista, possibilmente nelle gambe ma se ci scappa il morto farà parte dei danni "collaterali"!