Arriva il Germanicum: ecco la legge elettorale con sbarramento al 5%

Secondo il disegno di legge, 391 seggi saranno assegnati con il proporzionale. Ci sarà il diritto di tribunale e la soglia del 5%

Dall'Italicum al Germanicum. Dal sistema maggioritario a quello proporzionale. Le leggi elettorali, in Italia, tengono sempre banco e fanno sempre discutere. E ora ecco che arriva il sistema elettorale in sala teutonica. Già, perché è stato ufficialmente depositato dal presidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera dei deputati, il pentastellato Giuseppe Brescia, la proposta di riforma della legge elettorale.

Ecco in cosa consiste: secondo il progetto (ancora in cantiere), 391 seggi verrebbero assegnato attraverso il metodo proporzionale puro. Niente collegi uninominali: eliminate, dunque, le sezioni istituite dal Rosatellum (con il quale si è votato in occasione delle Politiche del 2018). Rimangono però 63 collegi proporzionali e 28 circoscrizioni elettorali.

La novità è quella della soglia di sbarramento fissata al 5%. Ma su tale numero è possibile che maggioranza e opposizioni si trovino ad affrontare gli appunti di molti partiti minori, su tutti Italia Viva di Matteo Renzi, attualmente ben al di sotto del 5%. Un ultimo sondaggio – quello realizzato dall’istituto demoscopico Ixè per Cartabianca – infatti dà il neonato partito dell’ex presidente del Consiglio a un risicatissimo 3,6%, che lo rilegherebbe all’ininfluenza in Parlamento, non entrandovi proprio.

Il Germanicum prevede comunque che quella formazione politica che non supera il 5% su scala nazionale, ma lo prende in almeno tre circoscrizioni in due regioni dello Stivale, ottiene seggi (quanti, però, non è ancora dato saperlo).

Poi, dei 400 seggi del futuro emiciclo di Montecitorio, otto saranno destinati ai deputati eletti dagli italiani all’estero, mentre un posto spetta di diritto all’eletto al collegio uninominale della Valle d'Aosta. Sono medesime le modalità per assegnare i 200 seggi del rinnovato Palazzo Madama: quattro vanno ai senatori eletti all'estero, uno alla Valle d'Aosta e i restanti 195 sono distribuiti ai partiti che nel resto d'Italia superano, appunto, il 5%.

Se nulla viene detto circa il nodo delle preferenze, c’è invece più di una nozione circa il cosiddetto "diritto di tribunale" (che già non piace ai renziani), ovvero l’ospitalità nelle liste dei partiti maggiori. Nel ddl depositato dall’esponente del Movimento 5 Stelle il diritto di tribunale si ispira sempre al modello tedesco, anche se in Germania il sistema di assegnazione è diverso, visto che nel Paese del centro Europa esistono collegi uninominali e il numero totale dei parlamentari è variabile e non bloccato come invece succede qui in Italia.

Commenti
Ritratto di ...gretiniDiTaGlia

...gretiniDiTaGlia

Gio, 09/01/2020 - 14:25

sarà di sicuro una PORCATA,a prescindere

maxfan74

Gio, 09/01/2020 - 14:44

Quando si sa di perdere, si fanno leggi elettorali per non fare vincere. Non si dovrebbero firmare.

DRAGONI

Gio, 09/01/2020 - 15:34

COMUNQUE FINIRA' CON UNA SEVERA TROMBATA DEI CATTOCOMUNISTI E DEI LORO ATTUALI COMPAGNI DI MERENDA 5*.

ilcapitano1954

Gio, 09/01/2020 - 15:38

Gli italiani all'estero se ne fregano di quanto accade in Italia, eccetto alcuni impiegati consolari e industriali che hanno trasferito il loro capitale.

gneo58

Gio, 09/01/2020 - 15:49

quindi, in teoria, leu, +europa, 5stelle (e tra poco PD) ecc ecc saranno trombati ?

bernardo47

Gio, 09/01/2020 - 16:01

Tribuna.....non tribunale...

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 09/01/2020 - 16:13

Soglia al 5% perfetta.Così ci togliamo tutti i partitini.Regards

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 09/01/2020 - 16:17

Una legge elettorale fatta su misura per rendere il Paese ingovernabile e salvare il più possibile dell'armata brancaleone che sta usurpando il potere. Faranno accrocchi per arrivare alla soglia minima, poi li romperanno immediatamente dopo, inventeranno ogni sorta di eccezioni per riuscire a mandare anche uno solo in più dei loro in parlamento, ma non basterà.

ghorio

Gio, 09/01/2020 - 16:38

Un ritorno quello del sistema tedesco, in auge in passato, anche se poi mai approvato. Potrebbe essere una soluzione, ma l'ideale sarebbe il doppio turno come in Francia, con la durata delle legislature di 4 anni. Ma questo è un sogno in quest'Italia molto poco riformista e senza memoria di tanti errori.

Ritratto di ateius

ateius

Gio, 09/01/2020 - 16:58

elaborano leggi elettorali in base ai sondaggi. appena i sondaggi cambiano.. cambia l'elaborazione.- questa gente invece di cercarsi un LAVORO, progetta leggi elettorali su misura.. per essere rieletto. verrà il giorno che i sinistri disperati riceveranno dal Popolo ciò che si meritano. una bella legnata.. una bella lezione.

pendra

Gio, 09/01/2020 - 17:02

Il Bomba non voterà mai questa legge che sarà non solo il proprio suicidio politico ma anche di quel raccogliticcio nmanipolo di mentecatti che é ITALIA VIVA. A questo punto credo prprio che il governo abbia i giorni anzi le ore anzi i secondi CONTATI.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 09/01/2020 - 17:26

1922 - 1945 DITTATURA DI UN PARTITO 1946 - 2019 TIRANNIA DEI PARTITI.

tormalinaner

Gio, 09/01/2020 - 17:31

Con un colpo solo il PD si sbarazza di Renzi e dei cespugli comprese le sardine, bella mossa!

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 09/01/2020 - 17:51

Maggioritario, l'unico sistema!

maurizio50

Gio, 09/01/2020 - 18:12

Bizantinismi inventati da chi sa di dover affondare SENZA SCAMPO. L'unica legge elettorale seria è quella maggioritaria. Tutto il resto è porcheria!

Gio56

Gio, 09/01/2020 - 18:28

1° Maggioritario-chi prende più voti(anche solo di uno)comanda. 2° Soglia di sbarramento al 5%(meglio 7%) 3° chi non e più daccordo con le idee del partito con cui è stato votato,via,(niente più partitini misti e simili,rimpiazzato con quello seguente in graduatoria) 4° dichiarare prima del voto alleanze e coalizzioni. Non sembra cosi complicato.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 09/01/2020 - 18:41

Con la soglia al 5% potrebbe entrare fra un po' anche il movimento 5 stelle con la diaspora che c'è all'interno del movimento.

Reip

Gio, 09/01/2020 - 18:43

A parte il processo a Salvini... Ecco il mega inciucio per far restare la sinistra al potere!

Rixga

Ven, 10/01/2020 - 00:11

Maggioritario secco con indicazione obbligatoria del candidato premier per evitare insane alleanze, 70% dei seggi a chi vince, che potrà governare sino a 4 anni. Gli altri si spartiscono il 30% in modo proporzionale, con sbarramento al 5% secco per poter ottenere seggi. Alla scadenza dei primi due anni di governo, referendum consultivo: si vota per dire sì o no al governo. Se è sì il governo dura altri 2 anni, altrimenti il governo cade e si torna al voto. Eliminazione del bicameralismo, vetusto sistema che rallenta solo i lavori. Eliminazione del Presidente della Repubblica, carica inutile e quando faziosa, pure perniciosa. Questo è l'unico modo democratico possibile che costringerebbe i nostri "instancabili" politici a fare veramente qualcosa di gradito agli elettori... E da qui, da una seria legge elettorale che può partire un rinnovamento, e non dalle solite porcate che permettono a tutti i partiti di non perdere, di fatto rendendo ingovernabile e debole l'Italia.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 10/01/2020 - 00:24

Leggetevi la biografia dei vari dittatori che hanno occupato la cronaca del XXo secolo per capire come si fa a governare.

gianf54

Ven, 10/01/2020 - 06:52

Altro che la crisi libica, la guerra USA-Iran, e amenità simili: questo è ciò che veramente interessa al governicchio messo su da Mattarella: cambiare la legge elettorale, per far fuori l'opposizione e rendere ingovernabile il Paese...; buffoni!!