Aspetta la moglie e la uccide con due fucilate

Ha aspettato che la moglie tornasse dal lavoro, ed appena è entrata in casa ha fatto fuoco. Due colpi secchi di fucile, uno andato a vuoto, il secondo però ha fatto purtroppo centro, colpendola in parti del corpo vitali. E morta cosi Anna Maria Luci cinquantacinque anni la donna uccisa ieri nella tarda mattina dal marito Salvatore Morabito di 66 anni, all'interno della propria abitazione a Molochio, paesino dell'entroterra della piana di Gioia Tauro in provincia di Reggio Calabria. I due coniugi, secondo una prima ricostruzione fatta dagli inquirenti, avrebbero iniziato a litigare nella tarda serata di domenica, poi la notte sembrava avesse riportato il tutto alla normalità, invece ieri mattina l'uomo è tornato all'attacco, iniziando nuovamente ad inveire contro la consorte; ieri mattina la donna era uscita di casa per recarsi al lavoro, faceva l'operatore socio sanitario presso una casa di riposo, pensando che come al solito al suo rientro l'uomo, non nuovo a queste intemperanze, avrebbe smesso di litigare. Invece, il rancore, l'odio, serpeggiava già all'interno del sessantaseienne. Pronto a riesplodere. Con esiti drammatici. FMC