Attiriamo pensionati stranieri. Ma poi tartassiamo i nostri

Il governo pensa a tassazioni agevolate per gli anziani in arrivo dall'estero. E non taglia le imposte agli italiani

Roma - «Continuiamo pure a creare regimi sostitutivi di favore e a far pagare Irpef progressiva agli sfigati, prima o poi ci sarà la rivolta fiscale». Così su Twitter il professore ordinario di diritto tributario a Trieste, Dario Stevanato, aveva commentato l'emendamento alla manovrina dell'ex viceministro Enrico Zanetti per «acchiappare» i pensionati esteri. In pratica, una replica della flat tax per i Paperoni stranieri ma destinata a chi, ritirandosi dal lavoro, vuole godersi il reddito da pensione senza vederselo depauperato dalle imposte.

La proposta del leader di Scelta Civica prevede un prelievo agevolato al 10% per 15 anni da riservare alle persone fisiche che trasferiscono la propria residenza fiscale in Italia e che non siano state fiscalmente residenti in Italia per almeno nove periodi di imposta nel corso dei dieci precedenti a quello in cui ci si sposta nel Belpaese. I trattamenti devono essere erogati da «soggetto estero», escludendo così eventuali pensionati italiani che volessero far ritorno a casa.

Insomma, il mondo contemporaneo è fatto di regimi agevolati. Ad esempio, basta pensare alle Canarie, arcipelago spagnolo nell'Oceano Atlantico. I trattamenti minimi non sono tassati e l'aliquota Irpef massima raggiunge il 15 per cento, mentre le aliquote Iva sono più basse rispetto al Continente. Inoltre a Tenerife e Lanzarote sono previsti sgravi per l'affitto di case, vantaggiosi soprattutto per gli «over 65». In Portogallo, i pensionati che trasferiscono la residenza sono esentati per 10 anni da qualunque tipo di tassazione sui redditi. Gli anziani che emigrano in Tunisia, invece, possono godere dell'esenzione fiscale sull'80% della propria pensione, mentre sul restante 20% si paga un'Irpef variabile dal 15% al 35% a seconda del reddito. In Tunisia ai pensionati italiani è assicurata una copertura medica totale e molti hanno cominciato anche a pensare ai paradisi caraibici come Santo Domingo e alla più tranquilla Costa Rica.

Includendo Bulgaria e Romania, che pure agevolano questi trasferimenti, sono oltre 9mila i titolari di assegno di vecchiaia Inps residenti in questi Paesi e, in virtù delle domande di defiscalizzazione, oltre 110 milioni di euro riescono a sfuggire all'aliquota Irpef minima del 23 per cento. Gli importi medi mensili, infatti, sono tutti molto bassi. Solo in Spagna, Portogallo e Repubblica Dominicana si superano i mille euro di assegno.

L'iniziativa di Zanetti non è certamente esecrabile: lo scopo è guadagnare qualche decina di milioni di euro tra gettito Irpef e Iva. Dall'altra parte della barricata ci sono, però, i pensionati italiani il 63,1% dei quali, a leggere sempre i dati Inps, percepisce assegni inferiori ai 750 euro. Come ha sempre sottolineato il presidente dell'istituto, Tito Boeri, questo non significa che la maggioranza sia povera in quanto molti sommano diversi trattamenti. Come detto, però, c'è la scure del 23% di Irpef che si abbatte quando il reddito medio annuo lordo supera gli 8.125 euro. E soprattutto ci sono due aliquote Iva al 10 e al 22% che rendono complicato l'accesso ai consumi (sempre sperando che con la prossima manovra si possano scongiurare gli aumenti). Questi numeri spiegano perché, al di là del valore assoluto degli assegni Inps erogati in Spagna e Portogallo, l'Anagrafe dei residenti all'estero segnali per questi due Paesi un numero di emigrati vicino alle 150mila unità.

Commenti

ilgrecista

Lun, 15/05/2017 - 15:12

Zanetti? Sottosegretario del governo Renzi: ha comunicato a tutte le televisioni italiane, al tempo della sentenza della corte costituzionale, che rivalutare le pensioni oltre 3000 euro lordi era una vergogna. Vedere registrazioni...

ilgrecista

Lun, 15/05/2017 - 15:13

Zanetti? Sottosegretario del governo Renzi: ha comunicato a tutte le televisioni italiane, al tempo della sentenza della corte costituzionale, che rivalutare le pensioni oltre 3000 euro lordi era una vergogna. Vedere registrazioni...

Fossil

Lun, 15/05/2017 - 15:18

Rivolta? Non solo fiscale...rivolta su tutto...

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 15/05/2017 - 15:21

Che vi aspettate dallo sgoverno italico???

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 15/05/2017 - 15:24

L'unica scelta giusta che possono fare quelli di Scelta civica è la scelta di scomparire.

ilgrecista

Lun, 15/05/2017 - 15:27

E' inutile acchiappare un pensionato ricco se poi se ne vanno mille all'anno in quanto strangolati dal fisco, altroche' fisco tedesco o spagnolo..E pure io sto pensando ad un trasferimento all'estero. Italia attenta: chi troppo vuole nulla stringe

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 15/05/2017 - 15:32

Io credo che gli italiani sappiano già che dovranno sacrificarsi per mantenere gli stranieri, e credo anche che gran parte siano d'accordo. Io non sono d'accordo, ma mi sembra proprio di essere in minoranza ascoltando le opinioni qui in giro. Sembra che l'arrivo di continui parassiti africani e asiatici con tutte le famiglie sia una sorta di "dono divino" o "dono del popolo", a seconda delle fedi, assolutamente inevitabile, e tutti sono pieni di sensi di colpa perché l'Africa e l'Asia del terzo mondo stanno peggio di noi. Ripeto, queste sono le opinioni che io sento in giro.

momomomo

Lun, 15/05/2017 - 15:36

..."... Il governo pensa a tassazioni agevolate per gli anziani in arrivo dall'estero ..."... Ma questi qua sembrano pensare sempre di più agli stranieri (clandestini, pensionati) e sempre meno agli italiani. Ma questo Governo, non è il GOVERNO della REPUBBLICA ITALIANA????

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 15/05/2017 - 15:55

Agevolazioni per i milionari stranieri, come se fosse dei babbei che cadono nella trappola, agevolazioni per i pensionati stranieri, quando i nostri, chi può va all'estero. Io credo che ai pensionati, per anzianità e sotto certe soglie andrebbero abolite le tasse, mentre per le pensioni d'oro (quelle non legate a contributi di almeno 30 o 35 anni)e per i vitalizi andrebbero applicate quote percentuali più onerose.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Lun, 15/05/2017 - 15:58

E' una trappola. Gli anziani residenti all'estero che saranno così tonti da venire in quel marasma che è l'Italia di oggi avranno tassazione basse oggi poi negli anni pian piano cominceranno ad arrivare balzelli accise rialzi di aliquote e a breve saranno spolpati

Una-mattina-mi-...

Lun, 15/05/2017 - 16:07

E' INDISCUTIBILE IL FATTO CHE GLI ITALIANI SIANO UNA RISORSA, ANZI L'UNICA AL MOMENTO AMPIAMENTE DISPONIBILE E TARTASSABILE A PIACERE. ED IL BELLO E' CHE GLI ITALIANI VENGONO PERFINO IRRISI E CANZONATI, VISTO CHE I BANDITI CHE COMANDANO RACCONTANO CHE IN REALTA' SONO ALTRE LE RISORSE: A SENTIRE LORO ESATTAMENTE QUELLE CHE DI FATTO VIVONO A SBAFO PER ANNI.

Zizzigo

Lun, 15/05/2017 - 16:10

E fanno bene a martellare sempre sugli stessi coglio.i che mugugnano, dopo averli eletti e continuano ad incensarli. Il guaio è che continuano ad andarci di mezzo anche quelli che non li hanno eletti.

Rainulfo

Lun, 15/05/2017 - 16:17

alèèèè.... il paese del bengodi... venite gente venite

antipifferaio

Lun, 15/05/2017 - 16:35

Credo che pian piano io stia esaurendo gli argomenti e le idee per commentare la montagna di spazzatura che viene fuori giornalmente dalla politica del Pd e dalla P.A.. Onestamente basta dire solo che l'Italia è vero un CESSO (spero non venga censurato)....

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 15/05/2017 - 16:37

governo abusivo non eletto da incriminare per "omicidio di massa di italiani"

Lugar

Lun, 15/05/2017 - 16:38

Ma che razza di Europa é questa, si fa la guerra con i pensionati, con gli immigrati e con gli spread. Ne verremo mai a capo o conviene far parte di qualche altra unione? Noi è certo siamo in una condizione di avvitamento che permette solo la crescita del debito, ma a tutto c'è un limite.

ilbelga

Lun, 15/05/2017 - 16:50

io vi posso dire essendo pensionato da 10 anni (40 di contributi) che se tornassi indietro lavorerei fino alla fine della mia vita tanto non cambia niente, la pensione in italia è la morte della persona (esclusi tutti i privilegiati che non cito più perché sono stanco). è possibile non vedere un aumento da 6 anni e poi ci si lamenta che i consumi non ripartono..

Ritratto di orione1950

orione1950

Lun, 15/05/2017 - 16:52

E' una trappola; prima di tutto l'Italia dovrebbe annullare tutte le convenzioni in essere con alcuni stati. Inoltre, sono dei bastardi perché pensano come fregare anche gli stranieri. Gli italiani che vivono all'estero, dove le convenzioni sono applicabili, pagano le tasse in Italia senza che essi usufruiscano degli schifosi servizi che essa mette a dispozione. Io vivo in Francia e pago 11000 euro l'anno di irpef, non sfrutto il sistema, e l'Italia mi nega perfino l'assistenza sanitaria all'estero. Prima di fare un'operazione del genere, Zanetti farebbe meglio se sanasse questa situazione.

ectario

Lun, 15/05/2017 - 16:54

Sinistra razzista!

tiromancino

Lun, 15/05/2017 - 17:26

Ci fa o ci è,esame del capello per i parlamentari,mentecatti

ziobeppe1951

Lun, 15/05/2017 - 17:55

Perugini...torna tra noi!

piazzapulita52

Lun, 15/05/2017 - 22:28

BUFFONI!!!

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 16/05/2017 - 09:10

Ennesima legge forse incostituzionale che illustra come agiscono i politici al governo nei confronti dei pensionati italiani prima usati come bancomat per distribuire false mance elettorali adesso "presi in giro" con questa legge. Se penso che quelli che hanno votato alle primarie del PD sono in maggioranza pensionati mi viene il dubbio che c'è una epidemia di narcolessia.