"Baciapiede" tra pm e avvocato. Spuntano altre foto, indaga il Csm

I familiari delle vittime: siamo avviliti, si faccia da parte. Spuntano nuove foto

Roma - La foto del «baciapiede» tra il pm tranese Simona Merra e l'avvocato Leonardo Di Cesare -, la prima nel pool che indaga sul disastro ferroviario del 12 luglio scorso, il secondo difensore del capostazione di Andria indagato per l'incidente - finisce trasmessa, insieme all'esposto al quale era allegata, alla Prima Commissione del Csm. L'iniziativa è stata del vicepresidente di Palazzo Marescialli, Giovanni Legnini, che conferma in una nota come la Prima Commissione stia da tempo lavorando a «un'istruttoria preliminare per verificare se sussistano o meno le condizioni per promuovere la procedura di incompatibilità ambientale e funzionale in relazione ai fatti narrati e ai magistrati» tranesi coinvolti «in diversi esposti». Molti dei quali riguardano proprio i rapporti tra magistrati e avvocati del distretto. Anche la denuncia con la foto del pm Merra, ha aggiunto Legnini «confluirà pertanto nella procedura in corso e nell'ambito della stessa sarà valutato».

Foto ed esposto sono stati già trasmessi anche alla Procura Generale della Cassazione per valutare eventuali profili disciplinari, insiste Legnini, che ha anche parlato con il procuratore capo facente funzioni di Trani - e coordinatore del pool che indaga sull'incidente - Francesco Giannella, che «mi ha assicurato che provvederà a fare le sue valutazioni», mentre il procuratore generale di Bari, Anna Maria Tosto, «a breve invierà» al Csm «una prima relazione sulla vicenda». Si dice invece «serena» la pm Merra, che spiega di non voler astenersi dall'incarico «perché non ci sono gravi motivi di opportunità», pur rimettendosi alle valutazioni del procuratore: «Se riterrà di sollevarmi da questo incarico chiaramente mi adeguerò». La foto, spiega il magistrato, venne scattata durante un gioco a una festa nell'estate 2013, unico periodo nel quale la pm avrebbe avuto una «conoscenza limitata» con l'avvocato (ma di foto ce n'è almeno un'altra, come vedete qui a fianco), che da parte sua ha confermato la «datazione» dello scatto, derubricato a «goliardata». Che però ha mandato su tutte le furie la figlia di una delle vittime dello schianto tra i treni della Ferrotramviaria, Daniela Castellano, «scioccata, avvilita e arrabbiata». «Noi parenti non possiamo vivere con l'incubo che le indagini possano essere influenzate da qualcos'altro», commenta la donna, chiedendo un passo indietro alla pm Merra.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Sab, 06/08/2016 - 08:56

Ecco a chi e' in mano la giustizia itagliana.

magnum357

Sab, 06/08/2016 - 09:05

Mi ricorda tanto un famoso capolavoro della letteratura italiana, il Decameron di Boccaccio, ahhhhahhhhahhhhahhhhhahh !!!!! La giustizia italiana è proprio conciata male..........

iotului

Sab, 06/08/2016 - 09:06

Dalle foto emergono 3 vestiti diversi della magistrata. E quindi si tratta di piu' di 1 festa.

tonipier

Sab, 06/08/2016 - 09:16

" LA CORRUZIONE DI QUESTA GIUSTIZIA INIZIA DAGLI STUDI LEGALI PER FINIRE NELLE AULE DI TRIBUNALI" Tale premessa rende evidente come il dolo possa esplicarsi in qualsiasi settore dell'attività giurisdizionale: penale, civile, giudicante, requirente, amministrativa, tributaria, e di quella delle sezioni specializzate, della magistratura togata e di quella onoraria. Il dolo del giudice si risolve nella esteriorizzazione di una volontà inficiata da intento malizioso e capzioso; può essere realizzato attraverso disparate modalità e forme di dissimulazione della sua essenza e della sua carica di fraudolenza.

Kerenkeren

Sab, 06/08/2016 - 09:33

In che mani e' la ns, "giustizia", attendo di sapere i provvedimenti del CSM in merito alla vicenda .Oltre allo stravagante abbigliamento della Boccassini ,più adatto ad un raduno Rom,ora abbiamo anche le documentate e volgari manifestazioni goliardiche .Siamo veramente alla deriva.

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Sab, 06/08/2016 - 09:58

cos'altro deve fare un avvocato nei confronti di un Pubblico Ministero per far sorgere dei sospetti sulla serenità di quest'ultimo?

rossini

Sab, 06/08/2016 - 10:11

He, he, he. Quando si dice che "la toppa è peggio del buco"! La PM si giustifica parlando di CONOSCENZA LIMITATA con l'avvocato che le lecca il piedino. Non oso pensare a cosa consente di fare agli uomini che con lei hanno una CONOSCENZA APPROFONDITA! Comunque, se i vestitini sono TRE (e tre sono, basta guardarli), i festini devono essere almeno TRE.

giovauriem

Sab, 06/08/2016 - 10:22

indaga il csm:ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah !

Ritratto di host8965

host8965

Sab, 06/08/2016 - 10:29

Va semplicemente appurata l'eventuale sussistenza dell'incompatibilità funzionale... un po' come quando c'era qualcuno che pagava affitto e benefits a qualcun'altro perché doveva testimoniare qualcosa.

Giacinto49

Sab, 06/08/2016 - 10:31

Foto che delegittimano inesorabilmente i protagonisti. L'avvocato in questione poi, probabilmente affetto da diabete, sembrerebbe ance aver ritenuto credibile la cura consigliata dal ministro in "Johnny Stecchino".

Ritratto di Memphis35

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pensionesoavis

Anonimo (non verificato)

iotului

Sab, 06/08/2016 - 11:21

In ogni caso non credo che questa magistrata abbia ucciso qualcuno. Lei e' LIBERISSIMA con la sua vita privata. Ma qui per opportunismo meglio ritirarsi dalla vicenda della strage dei treni.

Jimisong007

Sab, 06/08/2016 - 11:25

Corruzione e incolpare la fatalità sono la carta vincente, nessuno paga

Zizzigo

Sab, 06/08/2016 - 11:39

Come in ogni lavoro, non devono incidere i rapporti interpersonali, è questione di professionalità. Però pretendere che degli esseri umani si comportino come dei computer, mi pare un po' troppo eccessivo. Una PM che amoreggia con un avvocato, non deve davvero suscitare nessuno scandalo.

zingozongo

Sab, 06/08/2016 - 11:41

io come cliente non sarei a mio agio con un avvocato capellone e con la barba lunga, poi fate vobis

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 06/08/2016 - 11:49

Perché meravigliarsi? E' tutto corrotto in Italia. La politica all'interno delle istituzioni, soprattutto quella di sinistra, non porta che corruzione e, di conseguenza, sfacelo. Quando arriverà l'ultim'ora di questo stato da barzelletta, sarà sempre tardi.

Pippo3

Sab, 06/08/2016 - 11:55

la magistratura pugliese è semprestata una magistratura allegra, vi ricordate le cene fra Vendola e la PM che doveva indagarlo?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 06/08/2016 - 11:58

In che mani ci hanno messo!!!!!!!!!!

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 06/08/2016 - 12:00

....cronaca di Ferragosto..........

Anonimo (non verificato)

Ernestinho

Sab, 06/08/2016 - 12:12

Non sono degni di assolvere la funzione che esercitano. Non sono degni di fare neanche gli spazzini, con tutto il rispetto per costoro!

lento

Sab, 06/08/2016 - 12:12

Vi sono magistrati "uomini" che vanno ai festini vestiti da donna !!!

AICI

Sab, 06/08/2016 - 12:14

PM sta per pija massi...

AICI

Sab, 06/08/2016 - 12:15

PM=Pija Mazze

AICI

Sab, 06/08/2016 - 12:15

Ma qll macchie sl vestino sn sbubba?

AICI

Sab, 06/08/2016 - 12:17

Seconda me va munta dato che si vede che perde latte...

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 06/08/2016 - 12:36

La politica italiana è piena di magistrati ed avvocati che l'hanno resa quel lurido puttanaio qual'è.c'è bisogno di una grossa ramazza per togliere questo sudiciume dai tribunali come dalla politica. nopecoroni.it

agosvac

Sab, 06/08/2016 - 12:53

Il Csm indaga!!! Allora possiamo essere sicuri che non succederà un bel niente!!!

Linucs

Sab, 06/08/2016 - 13:05

Serve un albero.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Sab, 06/08/2016 - 13:16

Da Calamandrei (Elogio di un giudice) a Di Cesare (Assaggio di una PM).

venco

Sab, 06/08/2016 - 14:01

Nel meridione dei raccomandati tutto è possibile.

Ritratto di massacrato

massacrato

Sab, 06/08/2016 - 16:27

Non ho mai simpatizzato per nessuna Istituzione che abbia grandi poteri sul popolo... Ma qui è diverso. Sono semplicemente due persone che si divertono... Non sono mica in un'aula di tribunale (forse sarà successo ad altri). Se poi ci fosse troppo lecitissimo feeling, cambiamo pure uno dei due... Ma senza inventare colpe.

Anonimo (non verificato)