Ballarò, scintille tra Fuksas e Salvini sull'Isis

L'archistar sostiene che in Italia ci siano pochi terroristi del'Isis, ma propone l'abolizione dei passaporti

Provocazione di Massimiliano Fuksas sul delicato tema dell’integrazione, e della sicurezza ai tempi del Califfato, in studio a Ballarò su Rai3. L’archistar si confronta con Matteo Salvini e spiega che "il mio sogno è che si possa girare il mondo senza bisogno di passaporto". Qui il leader della Lega controbatte che "sì, bello, così fa lo stesso anche il terrorista dell’Isis".

A questo punto è Fuksas a rilevare, un paio di volte, che "allora, non è che ne vedo poi tanti in giro, di questi terroristi dell’Isis". Uscita che suscita una certa perplessità, a cominciare dallo stesso Salvini che sbotta "e meno male, no?".