Bari, Emiliano sale sul palco e presenta la candidatura alle Regionali

Il presidente della Puglia lo ha fatto in piazza. Al suo fianco, presenti, i sindaci di Bari, di Taranto, di Brindisi e di Lecce ed il presidente della provincia Bat

Musica ad alto volume, la strada in pietra viva appena lavata, il bucato appena steso, il sugo in pentola. Tutto pronto a largo Albicocca, in pieno centro storico a Bari, per accogliere il governatore della Puglia Michele Emiliano. Questa mattina il presidente della Regione ha presentato, su un palco allestito per l'occasione, la sua candidatura per il centrosinistra alle prossime regionali (si terranno nella primavera 2020, ndr). Titolo dell'appuntamento domenicale "Con Emiliano per la Puglia". All'incontro il presidente non è arrivato puntuale, si è fatto attendere oltre un'ora. Intorno a lui i sindaci pugliesi del centrosinistra. Presenti, infatti, il primo cittadino di Bari, Antonio Decaro, di Taranto, Rinaldo Melucci, di Lecce, Carlo Salvemini, di Brindisi, Riccardo Rossi e di Margherita di Savoia, Bernando Lodisposto, in qualità di presidente della provincia Bat (Barletta-Andria-Trani). Al completo anche la giunta regionale e presenti anche i sindaci di altri Comuni pugliesi.

"Ho bisogno di voi. Voglio solo dirvi grazie di essere qui, sono molto emozionato. Per noi le piazze sono importanti e da qui è iniziata la rivoluzione della Puglia" ha esordito il governatore sul palco alla piazza gremita di gente (circa un migliaio di persone) al termine di una settimana dura che lo ha visto coinvolto in una nuova bufera giudiziaria, la terza inchiesta in sette mesi, con l'accusa di corruzione da parte della procura della Repubblica di Foggia.

"Una domenica in famiglia" l'ha definita il sindaco di Bari, Antonio Decaro da sempre vicino a Emiliano. Il suo intervento sul palco è sembrato quasi una dichiarazione d'amore in quella che è chiamata anche "la piazza degli innamorati". "Ricordo ancora la prima volta che ho incontrato Emiliano, ero al rione Madonnella a Bari" ricorda Decaro che ha continuato "Oggi la Puglia è la capitale europea del turismo e lo dobbiamo anche al lavoro che ha iniziato Emiliano quindici anni fa".

Sul palco, come detto, anche i sindaci di Taranto e di Brindisi a parlare di ambiente per il più grande stabilimento siderurgico d'Europa il primo e per la centrale termoelettrica a carbone di Cerano il secondo. "Dobbiamo essere (il centrosinistra, ndr) come la ginestra di Leopardi" ha chiosato il sindaco Melucci, facendo riferimento alla forza del fiore resistente alla furia distruttrice della natura.

"Quello che accomuna me ed Emiliano è un alfabeto politico" ha precisato, invece, il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini che ha sottolineato come per lui sia importante, all'interno del partito, "sentirsi parte di una squadra" che ha ancora voglia di andare avanti.

Intanto la data delle elezioni regionali 2020 non è ancora nota. Sono le singole Regioni a scegliere con un decreto la data delle urne. In Puglia il periodo prescelto va dall’ultima settimana di aprile alla prima di giugno. Intanto oggi è iniziata ufficialmente la campagna elettorale.

Commenti

igiulp

Dom, 20/10/2019 - 17:04

Avrà certamente fatto suonare una canzone dei Negrita, "Siamo ancora qua (oh,oh,oh,oh), trattasi di abilità (oh,oh,oh,oh), tra applausi e tra fischi, campioni di rischi." Che temerario......

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 20/10/2019 - 19:03

Beneee, cosi vinceremo ancor piu facilmente!!! AUGH.

VittorioMar

Dom, 20/10/2019 - 19:20

...E' giusto !...non ha terminato di aumentare IRPEF... tasse per UTENZE e ACQUA...non si lascia il lavoro a metà...!!

VittorioMar

Dom, 20/10/2019 - 19:22

.praticamente in piazza c'erano solo tutti i politici pugliesi e...il POPOLO ??