"La battaglia di Marzabotto": Matteo si rivela il solito facilone

La gaffe del premier sul palco della Festa dell'Unità di Bologna

Due sere fa Matteo Renzi era sul palco della Festa dell'Unità di Bologna insieme con Carlo Smuraglia, presidente dell'Anpi, l'Associazione nazionale partigiani. Era, non solo simbolicamente, il momento perfetto per ricucire con l'ala partigiana della Sinistra democratica, con la quale il premier ha da tempo rapporti molto tesi, ingarbugliatisi attorno al voto sul referendum costituzionale (vi ricordate quando il ministro Boschi mandò su tutte le furie i partigiani facendo una distinzione tra quelli veri e quelli iscritti all'Anpi?). E cosa succede, invece? Succede che Renzi, durante il suo intervento, si lascia scappare che «Il nostro governo è orgoglioso di avere messo più soldi di qualsiasi altro negli ultimi 30 anni per la difesa della nostra memoria. Nel mio cuore c'è il 70° vissuto a Marzabotto, con gli eredi di quella battaglia, perché voglio garantire che comunque la pensiamo sul referendum quei valori sono anche i nostri». Dice così: la battaglia di Marzabotto. Che non è tanto un errore storico (a meno di non considerare l'uccisione di 770 civili, mitragliati dagli uomini della 16.SS-Panzergrenadier - Division Reichsführer SS, nell'autunno 1944, uno scontro militare e non un eccidio). E non è soltanto una gaffe atroce. È molto di più. L'ignoranza manifestata da Renzi in materia di Resistenza - per di più in un luogo sacro come la festa dell'Unità di Bologna, al cospetto dei vertici dell'Anpi - è la cartina di tornasole della sua superficialità politica. Il metro che misura tutta la distanza che lo separa da una parte consistente del suo partito. La spia della troppa facilità, che diventa faciloneria, con cui si rapporta con i compagni della sua avventura di governo. Renzi comunica bene, ma parla troppo. Spesso senza ascoltarsi.

La Rete, che è l'espansione digitale delle 4mila persone presenti all'incontro di Bologna, da due giorni sbeffeggia Renzi (mentre quotidiani e tg hanno di fatto ignorato la cosa). Ma confondere un massacro nazista entrato nei libri di Storia con un «comune» episodio militare della seconda guerra mondiale, non è come sovrapporre il Venezuela al Cile di Pinochet. E sbagliano i grillini che chiedono per Renzi la stessa gogna mediatica riservata al leader del loro movimento, Di Maio. Anzi, sbagliano due volte. Perché si tratta di due errori sostanzialmente diversi; e perché l'errore di Renzi è molto più grave. Il primo è uno scivolone storico-geografico, nulla più di un lapsus. Il secondo è un passo falso politico che rasenta l'offesa. Che dal punto di vista del consenso e dell'autorevolezza può avere esiti pesanti per Renzi. Il quale, già malsopportato dai resistenti, ora - conoscendo la suscettibilità dei «vecchi» partigiani in tema di memoria storica - rischia una pericolosa rappresaglia.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 18/09/2016 - 09:18

A chiacchiere non lo batte nessuno. Per il resto ditemi in quale materia è ferrato. Un chiacchierone.

Ritratto di orione1950

orione1950

Dom, 18/09/2016 - 09:39

Ma se ha fatto sempre politica, quando ha avuto il tempo per studiare?

paolonardi

Dom, 18/09/2016 - 09:43

Il contadino di Rignano ignora tante cose. La sua cultura e' ad un livello cosi' basso da non potersi misurare, Sto arrivando! solo mettere in fila parole che fanno finta di avere un qualche significato, ma suonano bene per i gonzi che non vanno al di la' della superfice.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 18/09/2016 - 09:57

MISTER 80 EURO OLTRE CHE BUFFONE E' SPAVENTOSAMENTE IGNORANTE.

jackmarmitta

Dom, 18/09/2016 - 10:02

CIALTRONE E PERFINO IGNORANTE IN STORIA

killkoms

Dom, 18/09/2016 - 10:11

se non era facilone non poteva fare il "compagno segretario" dei pidioti!

semprecontrario

Dom, 18/09/2016 - 10:14

abbiamo dcoperto adesso che. è ignorante?

conviene

Dom, 18/09/2016 - 10:16

Se Renzi ha compiuto uno scivolone definendo la strage di Marzabotto una battaglia ( la strage è avvenuta prima della battaglia, che ci fu), non lo compia anche l'articolista ,che gli da dell'ignorante, perché altrettanto si dimostra lui. I trucidati durante quell'operazione furono 1830 e non 770 come lei scrive ed i sopravvissuti 3 . 2 bambini e la maestra. E non si vergogni a scrivere la verità. La storia dice che il massacro fu compiuto da nazisti e fascisti. 

mezzalunapiena

Dom, 18/09/2016 - 10:21

convincere renzi che è un ignorante sarebbe come convincere un matto che è matto

roberto.morici

Dom, 18/09/2016 - 10:36

Mi sarei meravigliato molto di più se si fosse rivelato un pò meno ignorante.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Dom, 18/09/2016 - 10:36

Ma oltre che bugiardo è anche ignorante non ve ne siete ancora accorti che dice delle castronerie

Ritratto di nonmollare

nonmollare

Dom, 18/09/2016 - 11:10

la cosa grave oggi è che le TV tutte incluse non lo abbiano evidenziato

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 18/09/2016 - 11:34

conviene..brava Prof.Conviene..bel pistolotto domenicale che tuttavia non cancella il fatto che il Cazzaro di Rignano sia un IGNORANTE..e ora ne hanno avuto conferma anche i kompagni partigiani!

giovanni PERINCIOLO

Dom, 18/09/2016 - 11:35

Attendiamo il referendum per vedere finalmente il rottamatore rottamato!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 18/09/2016 - 11:35

#conviene- 10:16 Come no? La battaglia di Marzabotto. Che fa il paio con l'armistizio delle Termopili.

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 18/09/2016 - 11:41

è l'insipienza fatta persona(persona?)

Ritratto di host8965

host8965

Dom, 18/09/2016 - 11:53

Ricordiamo anche che non è stata solo colpa dei tedeschi ma di infami collaborazionisti repubblichini.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 18/09/2016 - 11:59

Napolitano, CON IL GOLPE ED ANCHE, NEI SUOI MANDATI COME CAPO DI STATO, """È IL SOLO COLPEVOLE DI QUESTO DISFACIMENTO DELL`ITALIA E DI QUESTA CRISI INTERMINABILE , METTENDO A PREMIER, PRIMA Monti il cosidetto salvatore dell`italia (delle banche), SEGUITO DA Letta E QUEL INCOMPETENTE-CIARLATTANO DI Renzi!!! Per Napolitano, ci vorrebbe la ghigliottina e per tutti i tesserati "PCI" al governo, ci vorrebbe la galera come ai vecchi tempi, PANE, ACQUA E BASTONATE"""!!! Dobbiamo solamente augurarci che questo INFAME GOVERNO, cada il più presto possibile.

conviene

Dom, 18/09/2016 - 12:00

Quando Berlusconi alla presentazione delle liste per le euroee affermava che i tedeschi negavano i campi di concentramento, sollevando la sdegno e la pretesa di scuse mai arrivate, nessun scivolone. Era un fatto epocale

Tarantasio

Dom, 18/09/2016 - 12:01

e pensare che era l'arma segreta di Bersani, D'Alema e company per far fuori il berlusca e tenersi il seggiolino se non la Poltrona

Dordolio

Dom, 18/09/2016 - 12:06

Curioso che nessuno ricordi gli atti del primo processo del 1951. Citato anche da Il Giornale d'Italia e da Pisanò che si documentò da fonti dirette. Nessun fascista partecipò alla strage. Ma soprattutto la rappresaglia era stata ampiamente annunciata. I nazisti poi erano 800 e i partigiani 1500. Questi ultimi scapparono tutti senza minimamente difendere i civili. Chi vuol documentarsi può leggere tutto per esteso qui: http://www.ilgiornaleditalia.org/news/la-nostra-storia/858733/Marzabotto--il-sangue-innocente-e.html

conviene

Dom, 18/09/2016 - 12:22

Memphis35 si studi la storia

Lucaferro

Dom, 18/09/2016 - 12:30

@Conviene, più d'una volta le ho già suggerito di tacere e smetterla di dire stupidaggini, offensive dell'intelligenza altrui e, in questo caso, anche della storia. Ella è solo un individuo infarcito di rabbia e risentimento e non è il solo ( o la sola) che scrive dissennati ed ignoranti post.

Zizzigo

Dom, 18/09/2016 - 12:45

Qualcosa gli sfugge. Ogni tanto un ruttino, altre volte un peto.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 18/09/2016 - 12:47

INGORANTELLO, MEDIOCRE SUPERFICIALE E CIARLIERO. INSOMMA TUTTO CIO' CHE DEVE AVERE UN BUON VENDITORE DI PENTOLE PORTA A PORTA.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 18/09/2016 - 12:52

e la guerra dei roses fu combattuta tra i blocchi di ghiaccio della finlandia che formavano la linea magot. americani e russi si sono scontrati spietatamente e gli italiani si ritirarono per via delle scarpe rotte...il moroso della maestra è sempre un pxxxa

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 18/09/2016 - 12:57

Ringraziamo @conviene e @host8965 che ci ricordano come molti italiani (anche in altre circostanze meno ricordate) abbiano espresso uno spirito di servi, ipocriti e traditori. Per chi crede in Dio, se la giustizia umana non li ha sistemati, ci penserà Lui a farlo. Noi, nonostante Renzi, andiamo avanti su questa terra continuando a credere in un manipolo di italiani degni e meritevoli.

Dordolio

Dom, 18/09/2016 - 13:00

Quelli dell'ANPI (ormai quattro gatti per motivi anagrafici) continuano a cercare improbabile visibilità. E' un loro gravissimo errore, oltretutto. Ora che esiste la Rete, gli archivi del Cremlino - e molti altri - sono se non aperti sono almeno socchiusi, e la circolazione delle informazioni, dei documenti e delle testimonianze è molto più ampia di quando la storia la facevano loro, hanno solo da perdere. Dovrebbero rendersene conto. Qualcuno dovrebbe dirglielo. Perchè se delle rappresaglie si sa tutto, di cosa le provocò si comincia a parlare, ora. E certe verità, buttate fuori dalla porta, rientrano ora dalla finestra...

rossini

Dom, 18/09/2016 - 13:11

Di questo passo questo Pinocchio ixxxxxxxe e arrogante ci verrà a parlare della "battaglia delle Ardeatine".

fenix1655

Dom, 18/09/2016 - 13:14

Cosa vuol dire dare il Paese in mano agli ignoranti. Ma ormai anche in politica vale la sindrome televisiva. Vale più l'apparenza che la sostanza. In Italia si eleggono i politici con le regole del televoto. Basta vedere i criteri di scelta dei candidati. Cantanti, attori, soubrette, calciatori, macchiette varie ecc. Stesso criterio con cui si scelgono i personaggi che riempiono le trasmissioni televisive. Ecco uno dei risultati. Che squallore!

Ritratto di Memphis35

Anonimo (non verificato)

maurizio50

Dom, 18/09/2016 - 13:53

Il soggetto è fatto così: chiacchiere, chiacchiere e nemmeno si accorge di raccontare castronerie. D'altronde è il frutto della scuola della CGIL, dove non conta sapere le cose ma conta essere schierati coi compagni!!!!

ortensia

Dom, 18/09/2016 - 14:37

La "battaglia di Marzabotto" in realta'fu uno spaventoso eccidio perpetrato dall'esercito tedesco per rappresaglia. Renzi se lo faccia spiegare dall"' Agnese visto che questa insegna storia. Se poi gli capitera'di essere invitato alla prossima commemorazione non dica che va alla ""festa"" di Marzabotto come fanno tanti la cui ignoranza non e' pari alla sua.

Trifus

Dom, 18/09/2016 - 15:39

Dordolio, ma che fa? Mi va contro la vulgata cattocomunista imperante in questo maldestro nonché ignobile Paese. La vulgata vuole che strage di Marzabotto fosse perpetuata dai nazifascisti. Inoltre lo sa che il Maggiore Reder quella schifezza d’uomo che perpetuò la strage, invece di marcire per sempre nelle carceri italiane, fu poi rimesso in libertà, da cui mi riservo l’aggettivo ignobile. Quando fu liberato da Craxi non si senti alcuna manifestazione di protesta, dove erano i partigiani? Forse ancora nascosti sulle montagne? Inoltre lei mi viene a dire che mentre si perpetuava la strage i partigiani se ne stavano nascosti sulle montagne? Ma lo sa che, sempre secondo la vulgata cattocomunista, a liberare l’Italia dai nazifascisti sono stati i partigiani comunisti con il marginale aiuto degli alleati. Lo sa che l’Italia, sempre secondo vulgata cattocomunista, ha vinto la guerra. Però è l’unico paese al mondo vincitore di guerra che ha dovuto pagare i danni di guerra.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 18/09/2016 - 15:57

Siamo alle solite, o sei comunista o sei intelligente. Frottola,in quanto ad intelligenza, mi sembra un pochino (eufemismo) debole...Ergo,è KOMUNISTA!

roberto.morici

Dom, 18/09/2016 - 16:56

host8965. C'era anche il giovane Darifò?

roberto.morici

Dom, 18/09/2016 - 17:02

Ci sarebbe potuto essere la "Battaglia di Marzabotto" se i valorosi partigiani, appostati nelle vicinanze, avessero attaccato i soldati tedeschi.

Klotz1960

Dom, 18/09/2016 - 17:05

Sono anche io indignato dalla strage di civili di Marzabotto ed altre fatte dall'esercito tedesco in Italia. Per fortuna che i Tedeschi non hanno comunque fatto in Italia quello che Usa e Gb hanno fatto in Germania: 800.000 civili (150.000 bambini) uccisi a suon di bombe incendiarie. Diciamo che ci e' andata meglio e forse dovremmo ricordarcelo, ogni tanto.

Klotz1960

Dom, 18/09/2016 - 17:07

Mariosirio, finiscila con la storiella delle scarpe rotte....e' una balla

asalvadore@gmail.com

Dom, 18/09/2016 - 18:23

Non é degno della sua magistratura, si lascia unmiliare e con lui l'Italia, e sdolo sa piangere e lamentarsi e parlare ai suoi sudditi con la sufficenza dell'imbroglione. non é il leader di una nazione ma solo il prodotto del solito incesto politico che ci rovina.

odifrep

Dom, 18/09/2016 - 22:56

@ conviene e Co di sinistra : cercate di arrampicarvi agli specchi senza ventosa e.... ci riuscite. Non potete rivelare il segreto? Un giorno o l'altro, potreste essere anche creduti nel commentare la qualsivoglia idiozia. Capite?

Ritratto di vkt.svetlansky

vkt.svetlansky

Lun, 19/09/2016 - 11:09

Quello sbarbatello de DI MAIO vorrebbe paragonarlo a Pinochet, uomo passato alla storia colui militare di carriera, di valore Ufficiale Generale titolato Scuola di Guerra con un questo mammone che per non fare il militare in fretta e furia si é dato da fare per prolificare....cercasse DI MAIO un altro soggetto più appropriato.

timba

Lun, 19/09/2016 - 12:23

Mamma Mia ... il poliglotta.. Si vede che questa volta è dovuto andare a braccio ed i risultati sono arrivati subito. Nessuno gli aveva scritto niente, quindi nessuna battuta, nessun cenno, niente. Ma lui.. vuoi mica che si limiti alle solite 4 parole di circostanza. No. Lui è Renzi. E quindi ... quindi ci ha messo del suo. Ed ecco i risultati. Il nulla e l'ignoranza fatta a persona. @Conviene. A parte che da più fonti ormai vacilla il mito o la costruzione per come la conosciamo noi dell'accaduto, ma poi rilegga bene. SS compare per ben due volte nell'articolo. Non faccia Renzi...