Battezzate le figlie di due gay Il parroco choc: è amore puro

Le tre gemelline nate con l'utero in affitto

«La tradizione ha sempre dichiarato che gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati, sono contrari alla legge naturale e in nessun caso possono essere approvati. Io sacerdote leggo queste cose, guardo voi e penso che non le condivido. Il vostro è un amore puro, sincero». Con queste parole don Federico, parroco a Roma, ha battezzato tre gemelline, Viola, Melissa e Sofia.

La particolarità? Le tre bimbe - nate in Canada grazie all'utero in affitto e alla donazione di ovuli - oggi vivono con i loro due padri, Simone e Roberto. La storia raccontata poche sere fa dal programma «Di fatto, famiglie» andato in onda sul canale Real Time non può che far discutere. Non solo per il dibattito politico sul ddl Cirinnà e la grande manifestazione del Family Day di sabato, ma anche per le posizioni della Chiesa sul tema: ad autorizzare il battesimo è stato infatti il vescovo di Porto e Santa Rufina, monsignor Gino Reali.

Commenti

i-taglianibravagente

Mer, 03/02/2016 - 12:57

...Dacci oggi l' abominio quotidiano. amen

java

Mer, 03/02/2016 - 13:10

una scomunica no? e come mai i finocchi, sempre in prima linea a denigrare chiesa e preti vogliono far battezzare i figli?

Pierluigi64

Mer, 03/02/2016 - 13:13

La prova della divina origine della Chiesa sta proprio nell'esistenza di simili esponenti del clero: se è riuscita a sopravvivere per duemila anni nonostante loro, nessuno riuscirà a distruggerla.

Totonno58

Mer, 03/02/2016 - 13:26

BRAVO!...ed un eterno grazie a Papa Francesco che, con l'indizione dell' epocale Sinodo sulla Famiglia, ha permesso che tutte le voci, all'interno della Chiesa, fossero ascoltate...

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 03/02/2016 - 13:27

Bene!Adesso faccia un passo avanti chi ha drogato il vino del prete!!!

titina

Mer, 03/02/2016 - 13:33

Non è un amore sporco come quello degli etero. Ma quanto è stato pagato per il discorso?

gesmund@

Mer, 03/02/2016 - 13:38

Almeno sono battezzate. Non so se i "padri" le hanno volute battezzare per fede o per esibizionismo (come i divorziati che peima non facevano mai la comunione e dopo il divorzio la pretendono), ma poco importa. Il battesimo è valido al di là della fede dei genitori (o chi per essi) e persino del sacerdote che battezza.

Libertà75

Mer, 03/02/2016 - 13:38

Ma il battesimo è sacrosanto, i bambini sono tutti figli di Dio, il punto è che anche tutti i bambini meriterebbero la gioia e il dolore di conoscere un padre e una madre

ziobeppe1951

Mer, 03/02/2016 - 13:48

Diciamo che è business puro

agosvac

Mer, 03/02/2016 - 13:56

Il battesimo è un sacramento che non può essere rifiutato da nessun prete. Il problema è all'origine. La colpa non è, sicuramente, delle tre gemelline, la colpa è di chi è andato contro la legge italiana attuale facendole nascere.

yehohanan

Mer, 03/02/2016 - 13:57

...e che colpa ne hanno i bimbi piccoli di essere stati dati a chi è omosessuale? se non diamo loro il battesimo si fa loro pagare un qualcosa che non hanno commesso, come se facessi pagare ai tedeschi di ora l'olocausto o agli ebrei di ora la morte di Cristo.

i-taglianibravagente

Mer, 03/02/2016 - 14:26

...vedrai...che se s'indaga appena appena....se tanto mi da tanto....sto prete lo troviamo nella grande famiglia di quelli diciamo cosi..."poco casti" e ci spiegheremo il perche' di quell'abbinamento folle dell'amore puro a quella roba...

Pierluigi64

Mer, 03/02/2016 - 14:30

X yehohanan: il problema non è il battesimo delle bambine ma che nell'omelia il sacerdote abbia detto che il rapporto omosessuale non sia da biasimare, andando contro la Parola di Dio (san Paolo docet)!

epc

Mer, 03/02/2016 - 14:45

E allora? Che c'è di strano? Il Battesimo è per le tre bambine, mica per i due fenomeni da baraccone..... Fra l'altro, la Chiesa neanche pretende che i genitori dei battezzandi siano sposati (al limite mette delle conizioni un po' più stringenti per i padrini....)

Oraculus

Mer, 03/02/2016 - 14:47

Quell'anello d'oro come adorno della sua mano destra la dice lunga sulla personalita' di quel prete...forse anche lui ama...e non solo Cristo. Certi pretisono la vergogna della chiesa e dei cattolici...e compatiscono poi la poverta'...

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 03/02/2016 - 15:10

Ma quando diventeranno piú grandicelle come spiegheranno loro che invece di un papá ed una mamma (come tutti i loro coetanei), hanno invece due papá???? Il punto é questo!!! Psicologicamente, seppur con tutto l'amore del mondo che riceveranno, dovranno ''i genitori'' affrontare l'argomento. La mettano come vogliono: la famiglia normale e naturale, non surreale, é composta da una mamma(femmina) ed un papá (maschio). E questo accade da quando esiste il mondo.

sorciverdi

Mer, 03/02/2016 - 15:10

Don Federico campa anche col mio 8/000, esatto? Bene, da quest'anno troverò qualcuno secondo me più degno di riceverlo di questa pseudo-chiesa che non so più cosa sia.

apostata

Mer, 03/02/2016 - 15:13

Forse, se avesse previsto questa “evoluzione cirinnà” dei costumi, non si sarebbe fatto prete e avrebbe “procreato” qualche gemellino anche lui.

monati50

Mer, 03/02/2016 - 15:47

Non è che per caso il Don abbia una venetta di dolce? Meglio che Vaticano indaghi.

PerQuelCheServe

Mer, 03/02/2016 - 16:33

@gesmund@: suvvia, i preti celebrano le nozze e comunicano i mafiosi... Non mi sembra che battezzare queste tre bambine sia così grave. Io non trovo molto saggia la scelta di negare una madre o un padre ai propri figli, ma ripeto se la Chiesa sa essere buonista e perdonista con chi scioglie i ragazzini nell'acido, DEVE esserlo anche con chi divorzia o con gli omosessuali. Divorziati ed omosessuali NON sono criminali, i mafiosi sì: se c'è posto per i secondo DEVE esserci anche - e a MAGGIOR ragione - per i primi.