Di Battista all'attacco del Pd riapre la porta alla Lega

L'esponente del Movimento 5 Stelle torna a esprimersi su Facebook, senza risparmiare frecciatine al Pd

< style="font-size: 14.608px;">Alessandro Di Battista sembra non gradire proprio l'accordo tra Movimento 5 Stelle e Partito Democratico. L'esponente del M5s è tornato a parlare e lo ha fatto su Facebook, senza risparmiare frecciatine al Pd, futuro alleato di governo della sua compagine pentastellata. E mandando, allo stesso tempo, messaggi di fumo alla Lega.

Dibba ha scritto un duro post sul proprio profilo social, scagliandosi contro l’establishment:"NO AI BENETTON, NO A MALAGÒ, NO AI CONFLITTI DI INTERESSE", scrive proprio così, tutto in maiuscolo. E dunque aggiunge: "Insisto. Un grande potere contrattuale deve imporre grande coraggio sui temi".

Quindi, fa il suo elenco di pretese: "Io, da cittadino e da persona che negli anni ha dato anima e corpo al Movimento pretendo: la revoca delle concessioni autostradali ai Benetton, un gruppo che ha socializzato i costi e privatizzato i profitti e che dopo la tragedia del Ponte Morandi non deve più toccare palla; che si porti a compimento la riforma dello sport per togliere potere clientelare dalle mani di Malagò (avvistato due giorni fa 'stranamente' all'Olimpico accanto a Veltroni); che si realizzi finalmente una legge durissima sui conflitti di interessi e contro l'accentramento di potere, immenso male del nostro Paese".

Infine, Di Battista chiosa così: "È il 'deep State' (lo Stato occulto) il nemico principale degli interessi dei cittadini. A me interessa contrastarlo. Sono le mie idee e le idee devono restare protagoniste. Io non ho sentito nessuno del Pd pronunciarsi su questo in questi giorni".

Commenti

jaguar

Mar, 27/08/2019 - 19:04

Un pò tardiva la riapertura alla Lega, ma Dibba può stare tranquillo, anche a lui offriranno un digestivo per mandar giù il rospone.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 27/08/2019 - 19:20

Non solo a Di Battista, un Salvini con la coda tra le gambe, come un cane bastonato, farebbe comodo a molti grillini.

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Mar, 27/08/2019 - 19:38

Vi prego, tenete lontano questo soggetto dal Governo. E, se riuscite, fategli capire che più sta zitto e meglio è per i 5S!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 27/08/2019 - 19:38

vedrete, tra 20 anni entrerà in quel partito che sarà fondato da berlusconi, e ci entrerà quando lui non ci sarà piu :-) la coerenza... ricorderete quello che scrivo oggi :-)

simonemoro

Mar, 27/08/2019 - 20:05

Di Battista in fondo si sta dimostrando un uomo per bene ed onesto, non se la sente di avvallare un latrinaio del genere, che in Italia non ha precedenti.

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Mar, 27/08/2019 - 20:29

@simonemoro: il Dibba aveva promesso l'addio ai Cinque Stelle se si fossero alleati dol "partito di Bibbiano" (cit.); sono proprio curioso di vedere se sarà di parola.

bernardo47

Mar, 27/08/2019 - 21:24

di battista'..ma chi e' costui?

Renadan

Mar, 27/08/2019 - 21:24

Dinna uno dei pochi regolari dei 5S-

hellas

Mar, 27/08/2019 - 21:26

Dibba , povero scemo, non conta un cxxxo!

Ritratto di Ninco Nanco

Ninco Nanco

Mer, 28/08/2019 - 08:47

@Deluso_da_tutto Saranno i voti a dare il definitivo addio ai 5S, unitamente a "Dibba" e a una buona fetta dei militanti. Il PD approfitterà a piene mani di un potere che il voto non gli ha dato e, alla fine, spargerà il sale sui miseri resti fumanti del M5S.

rawlivic

Mer, 28/08/2019 - 08:48

ovvio ... voleva fare la pelle a giggino 'o bibbitaro e invece resta in panchina... altro opportunista tutte chiacchiere e zero capacita'

Papilla47

Mer, 28/08/2019 - 08:56

Di Maio manterrà alte le sue pretese fino a quando la piattaforma rousseau non avrà dato indicazioni. Nel caso i grillini diranno no all'inciucio lui potrà dire di aver alzato la posta per evitarlo. Al contrario farà capire che è disposto a cedere la poltrona. Dibba fa la parte di Renato Baldini come ai vecchi tempi.

antipifferaio

Mer, 28/08/2019 - 09:02

Di battista è semplicemente deluso, o meglio terrorizzato. E' semplice capirlo. Dopo il governo giallo-verde la palla sarebbe passata a lui. Ecco che con questa operazione "Monster" per lui svanisce ogni sogno di gloria, anche la più flebile speranza (e futura poltrona). Svanisce perché semplicemente il M5S svanirà nel nulla. Disciolto, evaporato! Quelli che si piegheranno completamente al Pd (sicuramente tra questi Di Maio) saranno inglobati in qualche accozzaglia sinistroide che raccatterà i reduci della distruzione prodotta da questo poltro-governo.