Berlusconi: "Notre Dame è l'Europa Dobbiamo ricostruirla"

Berlusconi sul rogo di Notre Dame: "È uno dei simboli dell'Europa nella quale crediamo, dell'identità europea basata su solide radici cristiane"

Sul rogo di Notre Dame che ha distrutto uno dei simboli della cristianità è intervenuto Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia esprime tutta la sua vicinanza al popolo francese e sottolinea l'impegno di tutta l'Europa nella sfida della ricostruzione. "Notre Dame è il cuore dell'Europa, simbolo della nostra cultura, civiltà e religione e dovrà essere ricostruita. Ogni cittadino europeo farà la sua parte. Solidarietà al popolo francese e ai 400 pompieri che hanno rischiato la vita per salvare un simbolo di tutti noi europei", ha scritto il Cavaliere su Facebook. Poi il leader azzurro ribadisce quanto sia importante ripristinare un simbolo come quello della cattedrale parigina: "Notre Dame è uno dei simboli dell'Europa nella quale crediamo, dell'identità europea basata su solide radici cristiane. Da queste radici si sviluppa l'idea di libertà e di dignità della persona".

Infine l'impegno per la ricostruzione: "Per tutte queste ragioni sarà ricostruita. Ciascun cittadino europeo farà la sua parte. Solidarietà e vicinanza al popolo francese e ai 400 pompieri che con coraggio e sacrificio hanno rischiato la vita per salvarla".

Commenti

killkoms

Mar, 16/04/2019 - 21:09

Roma è l'europa!

tosco1

Mar, 16/04/2019 - 21:46

Io penso che Notre Dame sia morta per cause europee.Manutenzioni al risparmio per spendere poco, nessuna struttura di sicurezza, vorrei sapere anche se affidabili e controllati gli operai.Io qualche dubbio sull'incendio,in via logica, ce l'ho! Ma se ,come dice Berlusconi, Notre Dame e' veramente l'Europa, allora lasciamola stare esattamente come e',perche' cosi' la rappresenta al meglio.

ex d.c.

Mar, 16/04/2019 - 21:47

Le tristi immagini dell'incendio hanno fatto riflettere quanto sua importante la nostra storia, la nostra cultura e la nostra religione

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 16/04/2019 - 21:53

Ogni cittadino europeo farà la sua parte! Che vuol dire? Che dobbiamo metterci le mani in tasca? E se non fossimo d'accordo? Perché molta gente si prende il lusso di parlare a nome di interi popoli???

carpa1

Mar, 16/04/2019 - 22:08

Berlusconi non perde mai occasione per parlare a vanvera. L'Italia ha già dato alla Francia in termini di danni causati dai suoi Sarkò e Micron. Che usino i quattrini che spendono in armi per finanziare le varie guerre in Africa con le quali inviano poi a noi milionate di clandestini africani, oltre a brigare per sostituirsi poi agli italiani negli affari con quei paesi. Ora sembra che la Francia sia la nazione più cattolica del mondo dimenticandosi però della figura di palta del loro presidente Valéry Marie René Georges Giscard d'Estaing quando, ricevendo una lettera da Papa Giovanni Paolo II con cui chiedeva che venissero citate nella costituzione, di cui era relatore, le Radici Giudaico/Cristiane della costituenda Europa, dapprima tentò di addossarne il rifiuto ad altri per poi finire con un lapidario “È bene che la tenga in tasca e non me la consegni” nei confronti dell’emissario della Santa Sede.

lappola

Mar, 16/04/2019 - 22:14

Silvio ... C'è tanto da ricostruire in Italia, là dove ci sono stati anche dei morti. A Parigi di morti non ce ne sono, e i francesi non sono del Burundi, sono francesi e perfettamente in grado di ricostruire la cattedrale anche senza la tua misericordia. Non cantare per lisciarti il bambolo specie dopo le sue mosse di appena pochi giorni fa. Pensa all'Italia, prima gli Italiani.

Ritratto di filospinato

filospinato

Mar, 16/04/2019 - 22:29

Intende forse inviare un messaggio del tipo che "anche forza italia è bruciata e dobbiamo ricostruirla" ?

carlottacharlie

Mar, 16/04/2019 - 23:14

Cosa intende per Europa il cavaliere? Se intende l'accozzaglia odierna ci dispiace doverlo deludere dicendogli che Notre Dame nulla ha da spartire con l'idiozia attuale, se invece si riferisce alle radici cristiane di civiltà e cultura millenaria, siamo anche noi dispiaciuti già che ci sembra d'aver perso un pezzo di quel che ci distingue nel mondo.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 17/04/2019 - 00:12

chi lo dice che è Europa? Io dico che è Francia,vorrei vedere se fosse bruciata la cattedrale a Stoccolma se dicevi queste cose Silvio anche la Svezia è Europa.

FedericoMarini

Mer, 17/04/2019 - 00:37

Dobbiamo ricostruirla e quindi anche il contributo italiano e’ letto come un dovere e moralmente sarebbe impossibile non essere d’accordo con Silvio Berlusconi,ma, con l’aria che tira,quando le lacrime di commozione che ci hanno tutti accumunati per la perdita di questa Cattedrale, si saranno asciugate,siamo sicuri che davanti alla scelta se spendere quei molti milioni di euro,questa vera montagna di euro,per ricostruire un pezzo di Storia o fare a meno della Storia e magari tirare a campare senza Storia,,ma con qualche casa in piu’ per i senza tetto e anche qualche ospedale che funzioni meglio, non si preferisca quest’ultima?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 17/04/2019 - 00:45

Pensa ai nostri di monumenti, Silvio, che a quelli francesi ci penseranno loro!

ex d.c.

Mer, 17/04/2019 - 01:13

Tra i commenti impropri possiamo inserire anche quello del giornalista di Repubblica che ha criticato il messaggio di Trump. Primo Presidente che ha dimostrato vicinanza ai francesi

Popi46

Mer, 17/04/2019 - 06:56

Commenti desolanti. Come è possibile che a fronte di una tragedia simile si pensi solo al lato economico? Notre Dame è un simbolo della cristianità come San Pietro, e colpire i simboli significa continuare la guerra secolare contro gli infedeli....Chiaro?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 17/04/2019 - 09:15

Notre Dame non è san Pietro..perderai voti se ragioni così.

FedericoMarini

Mer, 17/04/2019 - 12:53

Temo che una volta asciugate le lacrime,almeno per quanto riguarda noi italiani,si preferirebbe tirare a campare senza storia,con qualche soldo in piu’, piùttosto che stringere la cinghia ed avere accanto la Storia.