Berlusconi pensa già al voto: "Via i trasformisti dalle liste"

Il leader al lavoro per selezionare i prossimi candidati ed evitare i voltagabbana: "Basta errori come nel 2013"

«Mai più come nel 2013». Il discorso è ancora prematuro, le elezioni sono lontane e manca ancora la «mappa» e il regolamento su cui orientarsi per la selezione dei candidati, ovvero la legge elettorale con i relativi collegi. Ma dentro Forza Italia si comincia a parlare seriamente del gruppo di lavoro che dovrà occuparsi delle candidature, tema ovviamente scottante che scalda gli animi come pochi altri.

Non si sa ancora se verrà stabilito un criterio di selezione per le new entries e per i confermati. Di certo la questione dei ritardi nei pagamenti arretrati sarà presa in adeguata considerazione e non ci saranno deroghe per chi non si metterà in regola mettendo mano al portafoglio. Ma al di là di questa prima scrematura, Silvio Berlusconi vuole a tutti i costi evitare gli errori del passato. Quel «mai più come nel 2013» è un riferimento al gruppo di dirigenti che nel 2013 si occupò di definire le liste elettorali. In prima linea c'erano Denis Verdini, Angelino Alfano e Sandro Bondi. A uno a uno tutti e tre sono usciti dal partito e approdati sulle sponde renziane, insieme a molti altri.

Ora il presidente di Forza Italia vuole trovare il modo di evitare altri fenomeni di trasformismo di massa e garantire il voto degli elettori. Impresa non facile con l'attuale sistema e dopo una legislatura in cui i cambi di casacca hanno raggiunto numeri da record, in un vero e proprio valzer delle casacche parlamentari. Basti pensare che il Popolo delle libertà ora è diviso in Forza Italia, Nuovo centrodestra, Ala, Conservatori e riformisti e Gal.

Berlusconi - che oggi dovrebbe visitare il Salone del Mobile di Milano come già fece lo scorso anno - finora non si è espresso ufficialmente sulla questione. Finora si è occupato soprattutto dei candidati per le prossime amministrative (il lavoro di selezione è pressoché completato), mentre il presidente di Forza Italia si è soffermato sulla necessità di rinnovare le liste e aprire le porte a personalità provenienti dalla società civile e dal territorio. Una ricerca che è tuttora in corso e proseguirà nei prossimi mesi, visto che Berlusconi non si risparmia negli incontri che si svolgono tra Arcore e Villa Gernetto con i rappresentanti delle categorie e delle professioni.

Di certo il Cavaliere questa volta delegherà ben poco e presiederà alla definizione delle liste. Secondo le prime indiscrezioni della squadra che lo coadiuverà in questo lavoro faranno parte dirigenti come Sestino Giacomoni, Niccolò Ghedini, Giovanni Toti, Antonio Tajani e Gregorio Fontana.

Naturalmente bisognerà vedere su quale legge elettorale si dovrà ragionare. Se il premio di maggioranza fosse assegnato alla lista invece che alla coalizione bisognerebbe ridisegnare tutto e sedersi al tavolo insieme agli alleati cercando la quadra sulla distribuzione dei posti. In realtà con la diaspora che ha subito Forza Italia i posti disponibili sono superiori al numero degli uscenti, ma questo non vuol dire che questi ultimi saranno tutti riconfermati, tanto più che il sistema elettorale che si va profilando non offre certezze come faceva la Legge Calderoli, il cosiddetto Porcellum, con le liste bloccate. Sempre in base ai sondaggi anche Lega e Fratelli d'Italia dovrebbero guadagnare parlamentari rispetto al 2013. Una situazione, questa, che rende le liste del centrodestra nel loro complesso particolarmente appetibili.

Commenti

alberto_his

Mer, 05/04/2017 - 09:20

E' un modo indiretto per dire che il suo nome non comparirà in lista?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 05/04/2017 - 09:30

BRAVO! No trasformisti in lista! I buoni propositi illuminano gli elettori, basta che essi ci credano! Però quello è il problema … difficile credere ancora, soprattutto se continuano le dichiarazioni “di giornata”, contrastanti tra loro.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 05/04/2017 - 10:17

nel dubbio evitare FI ed ogni personaggio selezionato da Berlusconi.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/04/2017 - 10:33

l'unica cosa che sanno fare i tontoloni di sinistra, è rosicare! :-) e allora lasciamoli rosicare :)

Giorgio1952

Mer, 05/04/2017 - 10:57

Berlusconi : "Via i trasformisti dalle liste". Il cav al lavoro per selezionare i candidati ed evitare i voltagabbana del 2013, da Verdini ad Alfano e Bondi, tutti suoi più stretti collaboratori dal delfino senza “quid” ai coordinatori, ma se li è scelti da solo si vede che qualcosa non funziona nel manico. Così come in passato ruppe con Bossi, Fini, Casini, Fitto, Formigoni, etc.etc. adesso vuole tornare con FI locomotiva del Cdx con Parisi per recuperare i dleusi di FI, quelli di BCD e i ciellini di rito ambrosiano, può attingere dai pensionati, dall’Esercito di Silvio, dai Club Forza Silvio, dai seguaci di Miccichè e Samorì, quello che fu il novello Berlusconi, infine ci sono gli immigrati cinesi, quelli che con la cordata che acquisterà il Milan alla data del closing!!! Altro che 40% saremo già ben oltre il 50% non avrà nemmeno bisogno del premio di maggioranza; intanto Salvini e Meloni fanno il listone sovranista.

Italiano-

Mer, 05/04/2017 - 11:16

Fuss' che fusse la volta buona. Finalmente la strada da intraprendere

scalette

Mer, 05/04/2017 - 11:36

i candidati per le prossime elezioni devono avere questa qualità: ONESTA'...ONESTA'....ONESTA'.

giovinap

Mer, 05/04/2017 - 11:38

si ; fa bene a pensare al voto ! avrà sicuramente quelli di metà della sua famiglia più il suo .

avallerosa

Mer, 05/04/2017 - 11:50

Mi raccomando una sola piccola grande clausola:i cambi di casacca non sono ammessi,o stai nel partito o esci dalla politica fino alla prossima legislatura.Così almeno i traditori habituee sono avvisati

antipifferaio

Mer, 05/04/2017 - 12:16

...Semprecchè la cura non sia peggio della malattia (vedi rottamazione renziana...). Da quel che sto notando a livello locale, in FI alcuni nomi era meglio lasciarli dov'erano...a sonnecchiare in qualche ufficio regionale o comunque statale per il modico stipendio di 2.500 euro al mese... Non credo al rinnovamento quando i rinnovati sono solo pedine abuliche dei vecchi podestà incandidabili....

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/04/2017 - 12:16

ma perché rosicate cosi tanto? che vi ha fatto Berlusconi? :-)

Ritratto di Mike0

Mike0

Mer, 05/04/2017 - 13:32

Il problema dei traditori in FI è il motivo maggiore per cui si è persa fiducia e consenso nel partito. La cosa è risolvibile in modo definitivo facendo firmare pubblicamente prima delle elezioni tutti i membri di FI un impegno a rimanere nel partito fino a votazioni future o, se cambiassero idea, licenziarsi definitivamente da qualsiasi impegno politico per almeno 5 anni! FATELO!!! FI, vi conviene!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 05/04/2017 - 13:45

Si rassegni Signor Berlusconi, alle prossime elezioni, se mai si voterà, Forza Italia otterrà una sonora sconfitta a scapito dell'intero centro destra. Troppi atteggiamenti ondivaghi, troppe incertezze. Un esempio sui tutti? Lei ha sostenuto Amato per la Presidenza della repubblica. E gli elettori di destra non hanno la propensione a dimenticare.

Giorgio1952

Mer, 05/04/2017 - 13:50

mortimermouse quello che deve rosicare sei tu! M5S 30,6%, PD 27%, Lega 12,3% e FI 12%, quello fissato con Berlusconi che non si schioda dal 12 per cento sei tu.