Berlusconi-Salvini, intesa ok Pronta la spallata al premier

Il leader della Lega vorrebbe mobilitare tutto il Paese ma sa che non può nulla senza la potenza di fuoco azzurra. Del Debbio: "Sindaco a Milano? Piuttosto mi raso i capelli"

Prove d'intesa Berlusconi-Salvini ma senza fretta. Intanto il mercato di Palazzo Madama ferve e Verdini strappa una pedina a Forza Italia mentre Paolo Del Debbio, da tempo tirato per la giacca da Salvini, risponde picche alla Lega: «A Milano non mi candido. Piuttosto mi raso i capelli a zero da un lato».

Berlusconi e Salvini dovrebbero vedersi presto ma in agenda non c'è ancora la data precisa. Nei giorni scorsi si diceva che i due si sarebbero visti ieri o al massimo oggi. Invece no, l'incontro potrebbe consumarsi nel fine settimana. Ma al di là del giorno esatto del summit i due leader continuano a parlarsi per interposta persona.

Segnali non belligeranti arrivano da ambo le parti, direttamente o indirettamente. Ieri Giovanni Toti, uno che ha sempre lavorato per rinsaldare l'alleanza, ha teso la mano al Carroccio: «Sono d'accordo con Salvini: l'accordo tra Forza Italia e Lega non solo si può ma di deve fare. E che l'intesa si deve fare lo dimostra quanto sta avvenendo in Veneto, Liguria e Lombardia. Gli accordi ci sono nei fatti. Basta sedersi attorno a un tavolo, trovare le persone giuste, avere lungimiranza e poi qualche dispiacere al Pd lo si può dare a cominciare dalle prossime Amministrative». Una risposta a una lunga intervista a Salvini nella quale usava toni amichevoli parlando del Cavaliere: «Ho la sensazione che con Berlusconi si ragioni senza problemi».

Ma c'è un «ma»; e sono i paletti che il capo del Carroccio ha intenzione di piantare al cospetto dell'ex premier. Primo: la rassicurazione che Fi faccia un'opposizione dura anche sul fronte riforme. La paura di Salvini è che Berlusconi non controlli più il suo gruppo in Senato. Tra i forzisti si teme che Amoruso sia solo il primo di una serie ma i leghisti hanno paura che Berlusconi consenta le assenze strategiche di qualcuno per dare una mano a Renzi e allontanare le urne.

Salvini, invece, vuole dare la spallata al premier. Come? Uno degli strumenti, oltre alle battaglie parlamentari, è il richiamo alla piazza. Salvini vorrebbe mobilitare il Paese e, soprattutto, poter contare anche sulla potenza di fuoco azzurra. Per ottenere questo ha già smussato la connotazione della rivolta: «Non sarà un blocco stile sciopero della Cgil. Sarà una manifestazione contro Renzi e per il made in Italy». Si vedrà solo nei prossimi giorni se anche Forza Italia aderirà alla protesta di piazza. Poi, si affronterà anche il tema delicato delle candidature unitarie alle prossime amministrative. E l'avvertimento arriva da Brunetta: «Sono contento se la Lega è forte. Una Lega forte rende il centrodestra più forte. Altra cosa è avere una Lega egemone nel centrodestra. La nostra coalizione non potrà mai essere a trazione lepenista, perché altrimenti ci teniamo Renzi per i prossimi vent'anni».

Commenti

xgerico

Mar, 22/09/2015 - 09:03

Silvio stai attento ad una certa età le spallate sono "deleterie"!

glasnost

Mar, 22/09/2015 - 09:08

Renzi, come tutti i sinistri, concepisce solo uno stato assistenziale che "spende e tassa" bloccando lo sviluppo del paese. Non ha ridotto di un briciolo i costi dello stato né le tasse a chi produce. E' forse meno comunista dei suoi compagni, ma bisogna cacciarlo altrimenti l'Italia non riuscirà MAI ad agganciare la ripresa come la Spagna e gli altri paesi europei.

INGVDI

Mar, 22/09/2015 - 09:08

Come spesso succede, il titolo si scontra con il contenuto. Lega-FI niente di deciso.

antipifferaio

Mar, 22/09/2015 - 09:11

Faccio un appello a Berlusconi. Per favore, fate questa benedetta coalizione e date fuoco alle polveri (mediatiche) per spazzare via questo pupazzo del pd (e della kulona) e tutta l'accozzaglia nauseabonda di cattocomunisti che li compone. Oltretutto c'è il pericolo del grillismo che potrebbe portarci alla definitiva rovina... Al sud siamo ormai allo stremo, non ce la facciamo più. I giornali non ne parlano ma ci sono un paio regioni in agonia come Calabria e Sicilia governate da politicanti che emulano in tutto e per tutto il loro mentore mentitore. Sono fiducuoso, ma sbrigatevi!!!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 22/09/2015 - 09:15

La potenza di fuoco azzurra???? Hahahhahahah, svegliatevi!!! La realtà è ben diversa dalla fantasia.

martinirosso

Mar, 22/09/2015 - 09:19

Potenza di fuoco azzurra..? Con l'11% è la stessa potenza di fuoco del Sassuolo...

steali

Mar, 22/09/2015 - 09:31

Ma se fino ad ora fi è stata la spalla di renzi cosa è cambiato oggi? Gli unici credidili sono i 5 stelle e ve ne accorgerete alle prossime elezioni!!!

Pattissimo

Mar, 22/09/2015 - 09:37

In questa legislatura la spallata è impossibile: non ci sono i numeri. E' inutile sperare e credere in scenari irrealistici, buoni solo per gli allocchi. Per le prossime elezioni,invece, il difficile è trovare un valido candidato comune. E chi candidare? Nel vecchio armamentario di FI non c'è nessuno di credibile (e Silvio ha già dato), forse nella Lega si potrebbe tentare con Maroni (Salvini funziona solo come traino non come leader nazionale), Fratelli d'Italia ha l'ottima Meloni, ma al nord non se la fila nessuno. Non è facile.

vittoriomazzucato

Mar, 22/09/2015 - 09:40

Sono Luca. I commenti di "glasnost e antipifferaio" sono da condividere. Renzi non mi dispiace, ma poi al momento di fare anche lui..... Viene dalla Toscana o meglio da Firenze dove si nasce comunisti e si muore pure. La grinta di BERLUSCONI sarà difficile disarmarla e le previsioni di Verderami su Il Corriere della Sera di qualche giorno fa non si potranno avverare; magari per il centrosinistra e per quelli di sinistra "rosati" e non proprio rossi. GRAZIE.

enemy_of_all

Mar, 22/09/2015 - 10:00

#glasnost.... il vostro fenomeno in 20 anni le ha diminuite le tasse vero?

glasnost

Mar, 22/09/2015 - 10:12

Ma vi è chiaro? La Spagna, pur partendo dalla situazione disastrata in cui l'aveva lasciata Zapatero, cresce del 3,6%. Noi stiamo quì a lodarci se riusciamo a crescere dello 0,9%. Basta con i distinguo tra gente antiPD, bisogna cacciare i cattocomunisti dal potere altrimenti finiamo come tutti i paesi governati dalla sinistra.

Ggerardo

Mar, 22/09/2015 - 10:13

C'e' anche la potenza di fuoco azzurra ... l'abbiamo vista benissimo alle ultime elezioni

linoalo1

Mar, 22/09/2015 - 10:21

Quindi,quale sarà la soluzione??L'unica soluzione che andrebbe bene a molti Italiani,sarebbe:il ritiro spontaneo di Berlusconi dalla Scena Politica:la sua immediata sostituzione con un Personaggio Valido e Sicuramente Fedele;far cadere questo Governo non votato dal Popolo,come invece succede nel resto del Mondo;indire Nuove Elezioni Politiche!!Accettare ed appoggiare il nuovo Governo,qualunque esso sia!!In quanto a Del Debbio,nessun commento!!Lui sa bne,da persona intelligente,quali sono i suoi limiti!Quindi,dempre da Persona Intelligente,ha rinunciato a priori,anche se la Tentazione è grande!Bravo Del Debbio!!!Questa Decisione ha fatto sicuramente crescere il tuo Indice di Gradimento!!!!

marcosol

Mar, 22/09/2015 - 10:35

oggi la giornata è cominciata con un sorriso. La potenza di fuoco azzurra! SIETE FANTASTICIIII!!!!!

Rossana Rossi

Mar, 22/09/2015 - 10:40

Voterò per chiunque riesca a mandare a casa il pifferaio usurpatore........

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 22/09/2015 - 11:16

Certo la "potenza di fuoco azzurra". Espressione che forse fa sorridere qualcuno preso da delirio di onnipotenza per il fatto che può contare su una maggioranza raccogliticcia come quella di Renzi e vari, composta di venduti traditori; sicuramente, quindi, fuorilegge ed anche anticostituzionale. Non è certamente a questo tipo di pseudo-maggioranza che occupa abusivamente il potere e l'Italia, eletta tra l'altro con una legge elettorale definita, dagli stessi sinistri, anticostituzionale, che i sedicenti nostri "padri costituenti" intendevano affidare le sorti d'Italia, né al loro tempo, né oggi. Quindi, ridendo o sorridendo di una supposta "potenza di fuoco azzurra" (che di fatto c'è, anche se forse non è più azzurra, ma un pò verdina), si ricade socialmente nella stessa situazione che ci ricordava il grande Totò nel suo sketch su "Pasquale". Più "fantastici" di così si muore.

rokko

Mar, 22/09/2015 - 15:37

Sì, una spallata ... Con cosa ? Con il 10%+10%=20% ?