Berlusconi va all'attacco: "Le uscite di Salvini? Da giovane comunista"

Il Cavaliere spinge sul proporzionale, scarica la Lega e propone Draghi candidato premier

Berlusconi scarica la Lega, punta alla Grosse Koalition e lancia la candidatura a premier di Mario Draghi. Il Cavaliere è un fiume in piena e, prima al Senato coi suoi parlamentari, poi alla presentazione del libro di Vespa C'eravamo tanto amati, dà la linea ai suoi. Una svolta; perché dice chiaro e tondo che «il maggioritario non è più attuabile. Meglio il proporzionale». E con il proporzionale Forza Italia correrebbe da sola. Ergo addio alleanza con il Carroccio perché «non possiamo andare con i lepenisti». E se il proporzionale non passasse? «Sarà alleanza ma vedremo se gli alleati manterranno la parola data oppure no, come già altre volte è accaduto». La stoccata a Salvini arriva quando gli si ricordano le accuse di inciucio con la sinistra. Il Cavaliere è lapidario: «Il giovane comunista Salvini rimane ancora saldamente ancorato in lui e quindi molto spesso ha uscite non apprezzabili». Non solo. Le velleità di leadership del capo del Carroccio sono stroncate così: «Penso che Mario Draghi possa essere un perfetto prossimo nostro candidato premier». Salvini ma anche Renzi, Di Maio e Di Battista «sono abili in tv ma per governare occorre esperienza e saggezza».

L'alleanza scricchiola perché lo schema di Berlusconi è chiaro: ottenere il proporzionale, andare da soli e poi, dice, «guardo alla Grosse Koalition, al modello tedesco». L'appoggio non ci sarà adesso anche se «Forza Italia conferma la sua posizione di sempre: siamo all'opposizione ma siamo responsabili; al contrario della sinistra che ha sempre ragionato col tanto peggio tanto meglio». Nessuna nostalgia di Renzi perché «ha collezionato solo fallimenti, dal Jobs Act alla riforma della Pubblica amministrazione, dall'Italicum alla riforma costituzionale. Ha portato solo spese per l'Italia. E il Jobs Act è costato 20 miliardi e la perdita dei diritti dei lavoratori». All'inizio qualche illusione l'ha data: «Renzi, che pure viene dalla cultura della sinistra Dc, mi è piaciuto all'inizio, poi è emersa la sua arroganza. Non basta il dinamismo dei giovani». Rievoca la rottura del patto: «C'era un accordo su Amato presidente della Repubblica ma non ha mantenuto la parola». Amato che avrebbe potuto affrontare alcuni temi di giustizia come un'eventuale amnistia per alcuni reati. Nulla contro Mattarella su cui, anzi, «do un giudizio molto positivo. L'inizio del suo settennato è da apprezzare. Mi sono distinto da lui solo sulle condoglianze troppo delicate nei confronti del dittatore Castro».

E condiviso con Mattarella è anche il pensiero che «questo governo deve durare fino a quando non sarà fatta una legge elettorale armonica tra Camera e Senato». Quindi lancia l'Assemblea costituente: «Ho sentito che qualcuno ha fatto l'ipotesi di un'Assemblea costituente. Sono favorevole: 50 politici e 50 esperti eletti dagli italiani».

Insomma, Berlusconi ancora in campissimo: «Dobbiamo guardare al futuro con il sentimento di poter competere con tutte le forze politiche. Forza Italia è al 13,3% pur in assenza del suo leader. Ma arriverà al 23%. Godo di più considerazione di ogni altro momento». Sembra applaudire al reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia dei grillini: «È giusto». Ma poi stronca il Movimento 5 Stelle: «È giustizialista e pauperista, visto che vogliono la reintroduzione della tassa di successione al 50%».

Parla anche dei suoi ex successori: «Io non ho mai bruciato nessuno. Sono loro che se ne sono andati perché affezionati alla poltrona di ministro». Riferimento ad Alfano. Poi, su Parisi: «Gli avevo offerto di fare il coordinatore di Forza Italia. Mi disse di no. Gli chiesi se voleva fare un movimento suo e mi disse di no. Pensai: perfetto, vuole solo trovare gente nuova. E invece... E poi di gente nuova non ne ha trovata nessuna».

Quindi ammette candidamente di essersi pentito di aver appoggiato Monti e Letta e stronca i 1.000 giorni di Renzi: «Ha lasciato solo macerie. Lui ha una grandissima fiducia in se stesso. Ma la sua spavalderia è stata trasformata in antipatia e arroganza».

Ultimo graffio al Carroccio sull'Europa: «Le sue istituzioni vanno cambiate ma non si cambiano gridando ma parlando con i leader europei». Così come fece il Cavaliere quando impose Draghi ai vertici della Bce. Lo stesso Draghi che ora il Cavaliere vedrebbe bene a Palazzo Chigi.

Commenti

ex d.c.

Gio, 22/12/2016 - 09:29

Chi segue la politica con realismo non può che essere d'accordo su tutto

lilli58

Gio, 22/12/2016 - 09:36

esperienza e saggezza, ma lei cav della seconda ne ha? forza Matteo!

Armandoestebanquito

Gio, 22/12/2016 - 09:38

Ecco perche io ti sosterro' sempre Silvio, sei l'unico liberale "mai comunista". La lega come il 75% degli italiani sono afferrati alla dottrina marxista leninista. Mai dimenticare i comunistai della lega che feccero il ribaltone per favorore la dottrina custodia del regime. Da allora fu la fine della svolta. Oggi L'Italia e' li dove e' grazie al ribaltone comunista - legista. "Silvio Berlusconi for President!! unico liberale moderato dell'Italia" .Dio la benedica signore Presidente! Salvini chi? ma per favore, smettetela. (spero non essere censurato per andare contro la lega)

Ritratto di nando49

nando49

Gio, 22/12/2016 - 09:46

Forse Salvini interpreta il pensiero della gente comune visto che spesso è in strada ad "ascoltare". Invece molti politici vivono nei "salotti" e sono lontani dagli italiani che lavorano o che vivono di pensione. Comunque la parola "comunista" è stata usata spesso impropriamente.

il_viaggiatore

Gio, 22/12/2016 - 09:51

@ex d.c. Il realismo consiste nel prendere atto di quello che accade e non alzare un dito per cambiare nulla? Se è così non c'è bisogno né di Parlamento né di Governo. Si lascia tutto andare a ramengo (come infatti sta andando) e lo chiamiamo realismo.

nopolcorrect

Gio, 22/12/2016 - 10:05

Ne riparleremo quando ci sarà la prossima invasione in massa la prossima primavera e dopo le elezioni francesi. Lega e Fratelli d'Italia mantengano la loro linea dura anti-immigrazione (negrizzazione) dell'Italia che ci sta gradualmente trasformando nel Mississippi e nell'Alabama d'Europa.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 22/12/2016 - 10:09

@ex d.c.:....lei ha il coraggio,e lo stomaco di chiamarlo "realismo"? Vedremo alle prossime elezioni,quale sarà il "realismo"!!!!

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Gio, 22/12/2016 - 10:13

Bravo Silvio! Salvini e pure la Meloni fuori dalle @@@!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 22/12/2016 - 10:27

@Armandoestebanquito:....come commento comico,o ridicolo,se preferisce,non c'è male!!!

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Gio, 22/12/2016 - 10:52

L'età porta saggezza.

Gianca59

Gio, 22/12/2016 - 11:32

@ex d.c.: il realismo di Berlusconi ? La scalata alle sue aziende di Vivendi ....

VittorioMar

Gio, 22/12/2016 - 11:46

..ormai si è capito bene,che per cambiare molte cose,si deve votare LEGA o M5S:CON TUTTI IL LORO LIMITI E INESPERIENZE!!!....ma FATECI VOTARE!!!

ziobeppe1951

Gio, 22/12/2016 - 11:50

Armandoestebanquito...09.38... non mi risulta che a fare inciuci con i kkkomunisti del nazareno ci fosse la Lega...chiedi a Silvio

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 22/12/2016 - 11:52

Che tristezza! Boccia Salvini. Forse vuole fare di nuovo un governo con Renzi!? Vorrei cercare di capire.

onroda

Gio, 22/12/2016 - 12:26

A no,caro Berlusconi,così non va.Non puoi dire che Salvini è un giovane comunista.Ora caro Berlusconi sei un poco confuso tra il tuo privato ed il popolo.Pensa bene a quello che dici.Il futuro è dei giovani e di chi dice la verità...Salvini sino ad ora ha detto cose vere.

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 22/12/2016 - 12:59

Sono commenti condivisibili In realtà per alcuni lettori del forum ricordo che salvini di fregiava orgogliosamente del titolo di "comunista padano" nell'auto convocato parlamento padano Il problema è che non ha più tanto giovane .... andatevi a leggere il programma della lega in materia economica, se non siamo all'economia di piano sovietica e all'autarchia del ventennio poco ci manca altro che destra moderna e liberale!

il corsaro nero

Gio, 22/12/2016 - 13:00

Angelo Libero 70: e con chi dovrebbe allearsi Forza Italia?

ludovik

Gio, 22/12/2016 - 13:02

d'accordo su mario draghi e costituente il resto la solita manfrina tornacontista che oramai ha stufato

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 22/12/2016 - 13:11

Bella l'uscita sul reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia da sempre dei grillini. Seeh... campa cavallo. secondo invio!

wotan58

Gio, 22/12/2016 - 13:50

Nahum è così. Il passato di Salvini è una chiave di lettura per capire il presente, per chi non ha gli occhi foderati di prosciutto. La matrice attuale della Lega è di tipo sovietico, in economia è distante anni luce da una visione di una destra moderna e realista, ed per questo Salvini non frequenta le assemblee del mondo dell'imprenditoria che manda avanti alla meno peggio questo paese.

Fjr

Gio, 22/12/2016 - 14:07

Cav. È' ormai assodato che l'attacco di Vivendi le sta' dando al cervello, mettere premier uno come Draghi, è' come infilare Erode in un'asilo

fisis

Gio, 22/12/2016 - 14:10

Così Forza Italia subisce una svolta "moderata". ma il futuro, come dimostrano i fatti recenti, l'invasione continua, l'islamizzazione crescente , il terrorismo islamico incombente, non è dei moderati.

tuttoilmondo

Gio, 22/12/2016 - 14:36

Tutti, vigliaccamente, evitano di pronunciarsi sul problema principale e drammatico dell'invasione del suolo italiano da parte di individui che vengono qui a delinquere da ogni parte del mondo. Io non sono leghista, ma... almeno qualcuno, da sempre, è contrario a farsi pisciare addosso. Anche se mi sembra un burino rifatto, a volte più magro e a volte (si vede che gli piace polenta e osei) cicciottello, io sto con lui, con Matteo Salvini.

Ritratto di WSilvioW

WSilvioW

Gio, 22/12/2016 - 15:21

Poche chiacchiere, egregio Salvini. Chi non e' con Silvio e' contro Silvio. E' chi e' contro Silvio deve essere per forza comunista. Soltanto i comunisti possono essere cosi' malevoli e invidiosi da criticare Silvio, l'unico vero statista liberale italiano. Anche i franciosi di Vivendi lo vogliono espropriare perche' sono al soldo del comunista Hollande. Comunisti, vergogna. W Silvio.

DuralexItalia

Gio, 22/12/2016 - 15:33

Game over.

m.nanni

Gio, 22/12/2016 - 15:56

ma chi consiglia Berlusconi di buttarsi da un burrone? siamo al collasso per la negrizzazione assistita dell'Italia e Berlusconi si scaglia contro Salvini? chi è Draghi per essere proposto premier? chi l'ha deciso? e sul reddito di cittadinanza perchè vuol fare la carta carbone visto che il popolo potrebbe scegliere l'originale?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/12/2016 - 16:07

Mah, almeno sull'immigrazione selvaggia, con tutte le cose negative che ne conseguono, mi sembra che abbia ragione Salvini. Sul resto si può discutere, vanno bene anche altri commenti. Mentre a fermare l'immigrazione non c' è nessuno ripeto nessun partito che è intenzionato a fare qualcosa, anzi. Stanno sottovalutando in modo sconsiderato il problema, che quando diventerà devastante, non ci sarà più nessun rimedio. Ognuno darà come sempre colpa all'altro, ma sarà game over.

ex d.c.

Gio, 22/12/2016 - 16:31

Berlusconi è l'unico che ha cercato di cambiare la politica italiana, per questo è stato 'massacrato' mediaticamente, economicamente ed anche fisicamente senza che i cittadini, compreso i suoi elettori, abbiano mosso un dito. Non ci siano resi conto che anche noi saremmo stati 'massacrati' dallo statalismo che ha bloccato ogni iniziativa economica, imposto tasse assurde ed esose ed espropriato i nostri avere con multe su accertamenti 'induttivi' quindi presunti senza alcuna prova di evasione. Proprio come è stato fatto a Berlusconi

pietrom

Gio, 22/12/2016 - 16:40

"Ergo addio alleanza con il Carroccio perché «non possiamo andare con i lepenisti»." - Non potete andare con i lepenisti? Non potete andare con Marine LePen? Ma se e' una delle poche luci in questa Europa in disfacimento... L'Europa, la sua economia, la sua gente forse si salvera' se avranno successo UKIP, Front National, AfD, il Partito della Liberta' olandese e la Lega Nord.

Ritratto di Henry.Kissinger

Henry.Kissinger

Gio, 22/12/2016 - 17:21

Aggiungo: l'immigrazione è un tema importante ma chi si fissa su questo tema e parla di "negrizzazione" esagera la realtà e deve capire due cose. Primo che con "solo" 5 milioni di immigrati (contro il doppio in Francia, Germania, Inghilterra e 7 in Spagna9, di cui quasi tutti dall'est Europa, siamo il paese con meno immigrati, e con meno immigrati di colore e/o islamici tra i grandi stati europei. Secondo che comunque il vero tema è riformare l'Italia e renderla competitiva e non darla vinta ai signori che sognano l'assistenzialismo di massa con un nuovo nome "reddito di cittadinanza".

fisis

Gio, 22/12/2016 - 17:34

@ pietrom Sono d'accordo con lei. L'Europa si salva solo se sterza a destra, come ha già fatto l'America con Trump. Altrimenti, sarà destinata a soccombere in maniera violenta all'islam.

Ritratto di Henry.Kissinger

Henry.Kissinger

Gio, 22/12/2016 - 18:08

HA RAGIONE SILVIO. Non mi è stato pubblicato il primo commento, in cui scrivevo che Salvini e Meloni da soli col 15% non vanno da nessuna parte, al massimo regalano altre città al M5S dopo Torino e Roma.

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 22/12/2016 - 18:19

C'è una destra democratica e basata sui valori e primcipi morali e economici conservatori ma "reali" E c'è una destra razzista e xenofoba che propone ricette assurde per risolvere problemi che sfortunatamente per loro (e per noi se conquisteranno il potere) vanno al di là delle loro modeste capacità Parlare è facile, trovare soluzioni valide per il mondo moderno in cui viviamo è un'altra cosa

Ritratto di Henry.Kissinger

Henry.Kissinger

Gio, 22/12/2016 - 23:59

@Nahum infatti anche perché basta vedere in Finlandia dove l'estrema destra è andata al potere e non hanno fatto nulla di quanto promesso

cesare caini

Ven, 23/12/2016 - 00:35

Anche Berlusconi è scollegato dalla realtà ! Non capisce più la Gente. Forse si sveglierà ad elezioni avvenute. Cesare