La Boldrini prepara il blitz per dare un posto agli amici

La presidente della Camera studia un bando su misura: vuole affidare l'ufficio stampa a un giornalista di sinistra. Favoriti Caprara e Menichini

La passione di Laura Boldrini per le nomine non conosce pause nemmeno durante le vacanze di Natale. Il presidente della Camera ha una tale ossessione per la propria immagine da temere l'horror vacui per il posto di responsabile dell'ufficio stampa di Montecitorio. Da ieri, infatti, Anna Masera è tornata al proprio ruolo di social media editor della Stampa e, nonostante l'addio fosse cosa risaputa da tre mesi, il processo di sostituzione si è rivelato più lungo e faticoso di quanto l'ex portavoce dell'Alto commissariato Onu per i rifugiati potesse immaginare.Prima il gesto plateale del vicepresidente della Camera, il piddino Roberto Giachetti, che presentò le proprie dimissioni da numero uno del Comitato per la comunicazione e l'informazione esterna di Montecitorio. Poi, le pressioni mediatiche sempre più insistenti da parte del Movimento 5 Stelle hanno impedito a Boldrini di dar corso ai propri disegni. Tanto l'ex esponente radicale quanto i grillini, infatti, lamentavano il mancato ricorso a un bando a evidenza pubblica per la scelta del successore di Masera, che fu la prima a essere individuata tramite questa forma di selezione.Boldrini, però, non s'è data per vinta e in queste settimane sta preparando un bando ad hoc per evitare nuove diatribe. Se in quello con cui fu scelta Masera era esplicitamente richiesta la «conoscenza specifica dei new media e dei social media» che rappresentarono titolo di merito per la vincitrice a discapito di colleghi più ferrati sui temi parlamentari, nel nuovo - si mormora in Transatlantico - si farà ricorso a un altro escamotage, anche se meno appariscente. Si richiederà molto probabilmente esperienza pregressa in attività di comunicazione istituzionale ad alti livelli.In questo modo dovrebbe essere più facile far prevalere coloro che, ad oggi, appaiono i favoriti nella corsa all'incarico. I rumors di palazzo, infatti, indicano tra i papabili Maurizio Caprara e Stefano Menichini. Il primo è un giornalista del Corriere che da giugno 2013 ha guidato l'ufficio stampa del Quirinale fino al termine del mandato di Giorgio Napolitano. Il secondo è l'ex direttore del quotidiano della Margherita (e poi del Pd) Europa, chiuso alla fine del 2014.Entrambi sono accomunati da una vicinanza alla sinistra «vera», quella per cui sempre ha battuto il cuore di Boldrini, e soprattutto da una formazione politica e giornalistica nella redazione del Manifesto. Lo zio di Caprara, Massimo, fu segretario di Palmiro Togliatti e deputato nel 1953 con il Pci, partito da quale fu radiato (assieme al gruppo del Manifesto) per la critica dell'invasione russa della Cecoslovacchia. Nel quotidiano comunista fondato da Luigi Pintor e Rossana Rossanda mosse i primi passi pure Stefano Menichini che nel 1997 lo abbandonò per guidare l'Ufficio per la comunicazione istituzionale del Comune di Roma (Rutelli sindaco), mentre nel 2000 fu consulente per la comunicazione del governo di Giuliano Amato. Da luglio scorso Menichini, renziano ante-primarie, ha una nuova consulenza: alle Infrastrutture con Delrio.Quando il bando sarà pubblicato probabilmente giungeranno ancora 700 candidature come nel 2013, anche se Boldrini ha le idee chiare. Il nuovo capoufficio stampa dovrà contribuire a darle il risalto mediatico cui ambisce. Ed evitare brutte figure come quando alla mailing list di Montecitorio giunse un comunicato relativo a un convegno su «Pietro Ingrano». A forza di esagerare hanno aggiunto pure una «n» al cognome dell'ex presidente della Camera.

Commenti

Jimisong007

Sab, 02/01/2016 - 12:38

Il vecchio che "avanza"

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 02/01/2016 - 12:49

Cari amici un buon 2016 per tutti gli uomini di buona volontà e, se Vi pare poco, allora Shalòm a tutti quelli che amano e sono riamati da Dio che rimane la cosa princiale in questo Mondofatto di diatribe e contraddizioni. Parlando della Sig.ra Boldrini chiediamoci a quale livello sono giunte le Nostre Istituzioni e pensiamo solo per un momento a quelli che l'hanno preceduta; tutti morti Politicamente. Questa è la sola risposta alle Nostre domande, infatti, sul niente si può dire di tutto. Shalòm. Forza Italia.

19gig50

Sab, 02/01/2016 - 12:55

Questa va mandata via al più presto.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 02/01/2016 - 13:10

La definizione "di sinistra" del Giornale e` degna di un compendio di giornalismo. Addirittura si va a spulciare negli archivi di famiglia, risalendo alle vicissitudini dello zio negli anni 50. Ma nella catena Editore/Direttore/Redazione/giornalisti/lettori, esiste un punto critico di imbarazzo? Un momento in cui qualcuno dice, o si dice, ora stiamo esagerando?

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 02/01/2016 - 13:11

Per iniziare nel migliore dei modi il 2016 era proprio quello che ci voleva: la faccia (per l'ennesima volta) di questa sinistrata femminista buonoide che sta seduta (immeritatamente) in parlamento.Ora devo mandar giù un alla seltzer.

silvano45

Sab, 02/01/2016 - 13:16

I nostri nuovi governanti sono stati eletti illegittimamente da una legge incostituzionale si sono dati e mantengono privilegi inauditi e illeciti per uno stile di vita incompatibile con il paese hanno occupato ogni posto spesso creandone nuovi e inutili sono mascalzonate che penalizzano i cittadini e questa odiosa e arrogante persona che ogni giorno vuole darci lezioni di morale cosa ci si poteva aspettare se non questo!

Tuthankamon

Sab, 02/01/2016 - 13:52

Anche se non tiene famiglia ... tiene una unione civile di fatto. E se raccomandano gli altri, perchè lei no? Nel fare i suoi interessi è "svelta come gli altri!

istituto

Sab, 02/01/2016 - 14:09

Cara Boldrinova puoi metterci chi ti pare all'Ufficio Stampa. Tanto ti conosciamo per quello che sei. Tanto per dirne una,gli italiani nemmeno li nomini,per te non esistono. PER TE ESISTONO SOLO I MIGRANTI.

LuPiFrance

Sab, 02/01/2016 - 14:17

sono le famose leggi ad hoc di berlusconi?

Ritratto di padreSnaturato.

padreSnaturato.

Sab, 02/01/2016 - 14:28

amici di FAMIGGHIA

Giorgio Rubiu

Sab, 02/01/2016 - 15:43

Lo facevano senatori e patrizi fin da tempi dell'Impero Romano! Vi aspettavate, forse, che la Boldrini avrebbe potuto o voluto infrangere una tradizione millenaria così ben radicata e collaudata?

Ritratto di pascariello

pascariello

Sab, 02/01/2016 - 15:47

E' proprio una grandissima p....residentessa !!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Sab, 02/01/2016 - 15:55

Nel sistemare gli amici si continua a seminare quel potere occulto sinistroide che già occupa tutti gli enti e le istituzioni italiani e che rende, e renderà, sempre difficile il poter governare a parti politiche avverse. I governi Berlusconi ne sono una prova. Nostro malgrado è la storia moderna italiana dominata dalla cultura e dall'indottrinamento sessantottini che hanno generato un regime comunista poco evidente ma molto efficace.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 02/01/2016 - 16:24

Questo è da sempre il LORO "sistema" ovvero sistemare nei GANGLI delle istituzioni i LORO COMPAGNI!!! Sanno fare solo questo. Pax vobiscum.

unosolo

Sab, 02/01/2016 - 16:55

La spending review non è per tutti , infatti si comprano auto , aerei , si cambiano i posti di comando , si inseriscono scorte di persone amiche e il popolo del PIL se la prende ,,,,,,., ladri. usare i soldi del popolo per uso privato sistemando amici e parenti. la vanga ci vuole per allinearli a far capire cosa è la parola lavoro.

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 02/01/2016 - 17:09

a 70 anni passari, facendomi passare per pazzo, non avrei problemi a eliminare fisicamente questa baldracca, parassita, sxxxxxa e vigliacca, di persona, purtoppo e fortunatamente per lei abito all´estero e venire in Italia per fare cio´ mi e´difficle ma se abitassi a ROMA sarebbe molto probabile , mo non e una minaccia ma una promessa, e le promesse si mantengono vecchia maledetta baldracca

maurizio50

Sab, 02/01/2016 - 17:13

Pareva oltremodo difficile che qualcuno potesse battere le nefandezze commesse da G.Fini nel ruolo di P.d.Camera. Ebbene costei ci è riuscita alla grande!!!!!!!

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 02/01/2016 - 17:14

tra comunisti, e mafia o andragheta o camorra esite una sola differenza, i comunisti non hanno regole secondo gli interessi personali e di partito agiscono , mentre le altre oragnizzazini , pur inacettabbili tra loro hanno regole ferre dove chi sgarra paga, , nei comunisti tutto e´lecito anche pugnalare alla schiena il compagno

@ollel63

Sab, 02/01/2016 - 17:16

perché continuate a farci vomitare mostrandoci questa figura di mxxxa

ziobeppe1951

Sab, 02/01/2016 - 17:17

Giorgio Rubiu...vuoi dire che i Komunisti sono rimasti ai tempi dell'Impero Romano?

dakia

Sab, 02/01/2016 - 17:18

Boldrini non molla il suo modo di rifulgere, quale sarebbe poi la novità? sono sempre gli stessi che cambiano poltrona e si spostano da uno scranno all'altro, l'unico dolore sarebbe ritrovarsela al colle, che dio ci scampi da dette pene e ci dia un secondo quando sarà,Presidente,se non altro, almeno con finezza ed educazione come quello che abbiamo

Ritratto di sitten

sitten

Sab, 02/01/2016 - 17:22

Auguriamoci che gli vada di traverso il brindisi, così possiamo brindare noi.

giovannibid

Sab, 02/01/2016 - 17:31

se gli stipendi avessero un valore consono certe PORCATE non sarebbero necessarie VERGOGNA!!!!!!!!!

mariod6

Sab, 02/01/2016 - 17:34

Il pentolaio fiorentino e la paladina dei migranti stanno applicando il metodo "Stalin"; solo loro amici in tutti i posti di potere e "purghe" per tutti quelli che non la pensano come loro. Speriamo facciano anche la fine del buon Giuseppe. E presto, se possibile...

bernaisi

Sab, 02/01/2016 - 18:13

sempre di mezzo questa schifosa bisogna cacciarla al più presto, è un disonore per gli italiani vederla seduta immeritatamente su quella polrona

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Sab, 02/01/2016 - 18:52

Certo che SEL ha fatto un bel capolavoro a partorire questo personaggio .

epc

Sab, 02/01/2016 - 19:04

Embeh? Si chiama "spoil system", ed è tipico della sinistra. L'errore è stato che il centrodestra, quando ne aveva la possibilità, non l'ha attuato come avrebbe dovuto....

ziobeppe1951

Sab, 02/01/2016 - 20:31

Ma da questa bolscevica cosa vi aspettate..democrazia?

MEFEL68

Dom, 03/01/2016 - 11:41

Come lo vogliamo chiamare l'operato di questa S'IGNORA? "KOMPAGNOPOLI" credo che possa andare.