Bossi: "La Lega non potrà mai diventare partito nazionale"

Umberto Bossi dal palco di Pontida: "La parola d'ordine che mette in ginocchio lo Stato è Padania libera. Non c’è l’abbiamo mai avuta contro la gente del Sud ma contro lo stato centralista e statalista"

Da Twitter

Una volta a settembre la Lega celebrava il rito dell'ampolla, con l'acqua del Po che, dal Monviso, veniva portata a Venezia e poi versata in Laguna. Archiviata quella fase oggi dei vecchi appuntamenti resta Pontida. La kermesse è stata posticipata di qualche mese: da giugno a settembre. A prendere la parola c'è anche il fondatore del Carroccio, Umberto Bossi, che non ha dimenticato le vecchie parole d'ordine. E dal palco di Pontida torna a pronunciarle per incitare i suoi.

Nel farlo si distanzia dal disegno espansionistico coltivato da Salvini. Tra i due prosegue il grande gelo. "La Lega non potrà mai diventare un partito nazionale, potrà aiutare tutti ma stando nelle sue radici", dice il senatùr intervenendo dal palco. "La parola d'ordine che mette in ginocchio lo Stato - tuona Bossi - è Padania libera".

"La Lega è nata per difendere il Nord oppresso e non per altre cose - va avanti il fondatore del Carroccio -. Sarà sempre pronta ad aiutare chi vuole conquistare la libertà nel proprio Paese, ma è fondamentale che il Nord conquisti la propria liberta". Il fondatore del Carroccio va avanti nel proprio ragionamento: "La Padania raggiungerà la sua libertà. Forse ci mancava qualche martire ma ci sta pensando lo Stato italiano a crearlo. Saluto anche gli amici del Sud che fanno una lotta un pò diversa rispetto a noi - continua Bossi - perché vogliono vedersi riconosciuto quello che lo stato ha promesso negli anni ma non ha mai dato. Non credete a quello che dicono i giornali. Noi non c’è l’abbiamo mai avuta contro la gente del Sud ma contro lo stato centralista e statalista".

"La Lega in questi mesi - prosegue Bossi - ha attraversato un periodo difficile, non sembrava né carne né pesce, sembrava un anfibio. Penso e credo che questa Pontida abbia chiarito ben e le cose su quale deve essere la via", ha aggiunto Bossi. "In questi mesi ho studiato con molta attenzione la Lega, era in un momento di confusione. Ma la Padania vive nella testa e nel cuore della gente". Bossi ha anche sottolineato che l'Europa è pronta a andare il via libera alla macro regione alpina. "Io sento dire l'Europa, l'Europa. L'Italia ci porta via 100 miliardi di euro mentre la Ue ce ne porta via 2. Capisco bene quello striscione che dice Italia di m..., lo capisco benissimo. Ma chi è il nemico maggiore? Traete voi le conclusioni".

Commenti
Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 18/09/2016 - 16:05

Devo dire che, parlando di amici e nemici, Bossi per la Lega ha fatto parte di un gruppo e dall'altro.....purtroppo.

linoalo1

Dom, 18/09/2016 - 16:16

L'occasione,l'ha avuta con Berlusconi!!!!Invece.....!!!!

magnum357

Dom, 18/09/2016 - 16:35

Non ha tutti i torti il vecchio !!

eras

Dom, 18/09/2016 - 16:39

Un vecchio politico ormai messo da parte. Non dategli spazio, ha fatto il suo tempo ed è geloso. La Padania era solo un fumetto da osteria.

Lollob

Dom, 18/09/2016 - 17:25

x eras: no, la Padania è quella cosa che mantiene ancora in piedi (non si sa per quanto) tutta la baracca. E a differenza dell'Italia, che è uno stato senza essere una vera nazione, è una nazione senza uno stato.

ennio78

Dom, 18/09/2016 - 17:38

Non posso dare torto a Bossi. La Lega Nord non può' essere un partito nazionale, lo stesso nome lo esclude. Se deve essere un partito nazionale allora meglio fare un partito diverso. Salvini avrà' certamente ampliato i consensi aprendo a centro e sud, ma ha snaturato gli obbiettivi veri del movimento, creando la disaffezione di molti. La "Padania" indipendente rimarrà' comunque un'utopia siccome ad oggi chi sente appartenere con le proprie radici al Nord sono certamente una minoranza.

Gianni11

Dom, 18/09/2016 - 22:53

Bossi vattene. I tempi della lega come strumento per distruggere la nazione sono finiti. Ora la Lega e' il vero movimento nazionalista. La Lega e' un movimento per un secondo Rinascimento italiano. Forza Salvini! VIVA L'ITALIA LIBERA E SOVRANA!

joecivitanova

Lun, 19/09/2016 - 00:44

..ma non sarebbe ora che l'Umberto si ritirasse nei suoi..appartamenti e la domenica andasse al lago a pescar le..trote..!? g.

antonmessina

Lun, 19/09/2016 - 06:57

ha distrutto l'onesta della lega versione 0.0 .. ora pensi a fare il nonno e non cerchi di fare l'ercolino sempreinpiedi alla berlusca..patetici e ridicoli

Beaufou

Lun, 19/09/2016 - 08:05

"Non c’è l’abbiamo mai avuta contro la gente del Sud...". Vorrei sapere se il virgolettato l'ha scritto Bossi o il giornalista...tanto per sapere chi è l'ignorante. Ahahah.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 19/09/2016 - 08:38

Penso che Bossi, a prescindere, abbia ragione. Inutile insistere a tenere insieme un paese così disomogeneo. Il Nord ed il Sud hanno diverse mentalità, senso dello Stato,senso del dovere. Non possono funzionare le stesse leggi sia al Nord che al Sud. Quindi è doveroso ed auspicabile una scissione in due Stati uguali e sovrani con un beneficio evidente per entrambi.

ben39

Lun, 19/09/2016 - 09:18

Pienamente daccordo con Bossi, solo che purtroppo è tutta ormai una utopia in quanto nel prossimo futuro ci sarà uno stato solo e sarà l'Europa, l'ultimo impero della storia dell'umanità descritto nella Bibbia.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 19/09/2016 - 16:09

Mi fa sorridere amaramente chi si spende accanitamente per Bossi, uno che fa le pulci a Salvini dopo aver portato la Lega sull'orlo del fallimento politico, dopo aver candidato una cima come il figlio e dopo aver ingaggiato un tesoriere come Belsito. Ora invoca di nuovo la secessione, obiettivo fantasioso e irrealizzabile, solo per far perdere consensi al nuovo, grande, leader del movimento.