Bye bye Giuseppi

Dopo il tracollo in Umbria il premier è stritolato tra una maggioranza che sta esplodendo e i suoi guai

P ossiamo dire con ragionevole certezza che domenica in Umbria la neonata coalizione tra Cinque Stelle e Pd è morta in culla, sia a livello locale che di governo. Proveranno a resistere, e magari per un po’ ci riusciranno, ma il destino del Conte bis è segnato in modo irrimediabile, così come lo fu quello del governo precedente all’indomani delle elezioni europee che decretarono il sorpasso - e che sorpasso - della Lega sui grillini. Le manovre di palazzo e l’attaccamento alle poltrone che hanno caratterizzato questa legislatura fin dal suo nascere possono fare tanto ma non tutto. Un partito, quello di Di Maio, che a ogni conta elettorale perde il 50 per cento dei consensi e scende sotto quota 10 per cento, in democrazia non può guidare un Paese, così come un premier irrilevante quale si è dimostrato Conte in questa tornata, non può rimanere a lungo in sella. A Conte resta ormai solo l’appoggio incondizionato di Marco Travaglio e della sua compagnia di giro che per l’ennesima volta hanno puntato sul cavallo zoppo, come già successo in passato con Di Pietro, Ingroia, Raggi, Di Maio e altri perdenti e incapaci di successo. Un po’ poco per chi voleva innescare, come disse giurando per la seconda volta al Quirinale, un «nuovo umanesimo» e che ha pensato di poterlo fare a suon di tasse e manette, per di più palleggiando il giorno prima delle elezioni - pochette a quattro punte d’ordinanza nel taschino - con Brunello Cucinelli (il più radical chic degli imprenditori italiani) mentre il suo rivale Salvini in camicia consunta batteva palmo a palmo botteghe artigiane e capannoni industriali. Più che un governo bis, quello di Conte è un bis-fallimento. La prima volta se la prese con la Lega, a ore dirà che la colpa è del Pd e di Renzi. Con uno così come avversario la strada del centrodestra è più che spianata. Basta che Salvini non ripeta l’errore del passato di non trascinare con sé l’intera coalizione ed è fatta. Al prossimo inciampo del Conte-Zingaretti (tra tre mesi si voterà in Emilia-Romagna e Calabria dove per loro non tira una bella aria) nessun gioco di palazzo e nessuna interferenza dall’estero potrà impedire un immediato ritorno alle urne. E allora ci libereremo di Giuseppi, del Pd e pure di Renzi in un sol colpo. Godiamoci l’attesa.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 29/10/2019 - 17:12

a proposito.... ma i babbei comunisti grulli dove sono? :-) si sono riciclati? o , magari, ammetteranno di essersi sbagliati? se lo scrivono, saranno i benvenuti, e io griderò allelluja e lode al Signore :-)

Venditore

Mar, 29/10/2019 - 17:24

Infatti, ora non è più il tempo di lasciarli sbagliare, che più sbagliano e prima se ne vanno. Sbagli ormai non possono più farne, perché li hanno praticamente già fatti tutti e allora il centro destra deve solo stare molto attento a non continuare lui con i propri. Il problema è che il comunismo non è facile da estirpare.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mar, 29/10/2019 - 18:08

Conte frequenta Cucinelli? Il primo dice di non aver mai studiato la matematica ed il secondo che non serve a niente studiare. Siamo a posto!

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mar, 29/10/2019 - 18:09

Comunque Conte l'hanno piazzato come premier perche' nessuno voleva fare il Kamikaze ma ora si avvicina la sua uscita finalmente.

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mar, 29/10/2019 - 18:10

Però, caro Direttore, vorremmo (appena possibile) liberarci anche di un signore che, invece di preoccuparsi del benessere degli italiani, è stato l'artefice e il principale mestatore di tutta questa buriana... e, data la sua posizione, ci è vietato fare nomi...

necken

Mar, 29/10/2019 - 18:15

Salvini deve avere un rivale credibile e questo si chiama Renzi!... certificato da Vespa! altrimenti finisce il teatro politico....

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 29/10/2019 - 18:18

VENDITORE, ma grazie all'iniziativa di berlusconi, che fermò i comunisti nel 1994, c'è voluto del tempo per ridurli di forza, certo, ci sono voluti 30 anni, ma senza fare la guerra civile.... :-)

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Mar, 29/10/2019 - 18:41

D'accordo direttore, speriamo che Salvini non ripeta questo errore dell'autosufficienza e capisca che il nome di Berlusconi è una garanzia per tutto il Centrodestra, sia a livello Nazionale che Estero, anche se avesse solo il suo voto. Cordialità

MOSTARDELLIS

Mar, 29/10/2019 - 18:53

Sarebbe anche ora che Mattarella prendesse atto della situazione politica italiana. In base a cosa non scioglie ancora le Camere? A cosa si deve che per l'ennesima volta l'Italia abbia un Governo non eletto dal popolo? Speriamo che ora che Draghi è in pensione non si inventino di fare un altro Governo non eletto. Ora basta. Si vada alle elezioni perché non ne possiamo più. Cosa aspettiamo che davvero il M5S diventi il M5%, come dice Sgarbi?

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 29/10/2019 - 19:00

Congratulazioni Direttore, concordo pienamente con Lei. A proposito di giuseppi, il signor Anton Cechov ebbe a scrivere: Qualsiasi idiota può superare una crisi; è la vita quotidiana che ti logora...Sembra lo conoscesse...E.A.

VittorioMar

Mar, 29/10/2019 - 19:21

...Si ma il conto dell'OSTERIA lo pagheranno sempre gli Italiani (FESSI!) che cercheranno ,come sempre,di limitare i danni provocati da tutti questi ANTI ITALIANI che HANNO VOLUTO QUESTO GOVERNO....!!...come sono distanti dal SENTIRE COMUNE dopo le piazze e il Voto in UMBRIA...!! ASSURDO !!..per una "CARTA" vecchia di 70 anni FUORI DAL TEMPO E DALLA STORIA!! INUTILE SUPERATA e pure OSTATIVA !!!

nopolcorrect

Mar, 29/10/2019 - 19:27

Forse Salvini è stato il più furbo di tutti. Facendo cadere il governo di cui faceva parte ha evitato di doversi intestare una difficile manovra economica e facendola fare ad altri li ha indeboliti per le continue liti. Ha inoltre ottenuto l'indebolimento del PD grazie alla scissione di Renzi ed ha atteso qualche mese e qualche successo clamoroso alle elezioni regionali per tornare al potere con una maggioranza di destra. Se le cose stanno così bisogna dire che Zingaretti per primo, ma anche il povero Di Maio e il supposto furbissimo Renzi, hanno, tutti e tre, fatto la figura dei fessi e degli scemi del villaggio.

adal46

Mar, 29/10/2019 - 19:36

Conte ha la convinzione di poter contare sulla storica forza oltretevere, di essere novello Andreotti: ma tira aria di tempesta da quelle parti, si dia una ragione.

Giorgio Rubiu

Mar, 29/10/2019 - 19:46

Seduto sulla sponda del fiume aspetto di veder passare i loro cadaveri (in senso figurato, naturalmente!). Non dovrebbe essere una lunga attesa e potrebbe finire anche prima delle elezioni di Gennaio di Emilia-Romgna e Calabria che potrebbero evidenziare un ridimensionamento del M5* e, spero, del PD anche se vincessero, insieme, il contesto elettorale.

edo1969

Mar, 29/10/2019 - 20:10

si vota presto io forse voto la meloni o meglio il Capitano , non credo CasaPound anche se mi tenterebbe, certo non voto renzi quello lo lascio votare a hernando55

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 29/10/2019 - 20:19

Mortimermouse - Senza guerra civile? Sei sicuro? Non è stata guerra cruenta ma guerra è stata, una guerra che ognuno di noi ricorderà. Io, ad esempio, per averci rimesso quasi cinque anni di vita, grazie alla legge Fornero. Tutti noi dovremmo ricordarla per la grave crisi economica che, certamente, non era solo italiana ma che in It alia, grazie ai comunisti ladri di poltrone e di democrazia, è stata più volte drammatica che in altri paesi.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 30/10/2019 - 05:05

DLUX sicuro? ma non vede che differenza con la siria? o con la jugoslavia del 1992? lì si che ci si sparava a vicenda. qualcosa di "militarizzato" e di vicino al clima da guerra civile, lo avemmo solamente in due occasioni: nel 1948 con togliatti ferito, e nel 1978 con il sequestro di moro. in entrambi le occasioni ci mancò davvero poco, un pelo! qualcuno aveva già un dito sul bottone che, se premuto, faceva partire l'ordine di far uscire truppe dalle caserme.... e altro che 5 anni di fornero!!!!!!!!!!! hai voglia a fare paragoni....

Mborsa

Mer, 30/10/2019 - 09:05

Non "godiamoci l'attesa", ma "prepariamoci a riformare l'Italia" dovrebbe essere lo slogan. Questo paese non può continuare con "pannicelli caldi" a scopo elettorale, ha bisogno di riforme di sistema. La "conservazione" è trasversale nel panorama politico: ha fatto la guerra alle riforme liberali di Berlusconi(fisco e giustizia), alla riforma costituzionale di Renzi, alle riforme sociali del governo giallo-verde (reddito e quota cento), alle critiche alla UE. Il problema è sempre "un altro" per non affrontarlo! Siamo stanchi di pagare tasse, che vengono sprecate in misure assistenzialistiche a favore dei furbi, e dell'Italia ricattata perché vive al di sopra dei propri mezzi.

Zecca

Mer, 30/10/2019 - 09:56

Giusto, bravi, godetevi l'attesa....contenti voi...

Giorgio Colomba

Mer, 30/10/2019 - 10:19

Avrà più tempo libero per redigere un c.v. con meno taroccature.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 30/10/2019 - 11:57

Caspita abbiamo gente sempre super laureata, ma non capisco cosa abbiano studiato però, se matematica o filosofia. A mio parere, secondo mi sti prof non hanno capito che moltiplicare per lo zero non da risultati o valori, ma soltanto lo zero! Meditate gente

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 12:17

prferirei un by by evasione fiscale...del resto ne parliamo dopo! ora, alla manovra!

Sabino GALLO

Mer, 30/10/2019 - 12:42

Le previsioni sono difficili! Tuttavia "si sente" il desiderio di un Governo stabile e capace di realizzare un programma condiviso da una stragrande maggioranza di italiani! Per ottenere questo , i politici scelti dovranno avere grande razionalità nel presentarlo "a tutti gli italiani", evitando inutili, frequenti ed odiosi confronti con gli avversari (in nome della "democrazia"?). E' preferibile parlare , con chiarezza, "agli italiani", ormai stanchi di assistere alle numerose "scenate" televisive. Sempre alla ricerca di offese più pungenti di quelle ricevute dagli avversari! Di politici più discreti ce ne sono stati ! La ciarlataneria continua e spossante deve diminuire molto fra i politici! Dovrà prevalere la serietà di chi "fa" e mettere in evidenza l'arroganza di chi non "fa" !

arilibellula

Mer, 30/10/2019 - 14:54

Berlusconi una garanzia? Sì per far naufragar eil cdx e fare inciuci con Renzi. Vogliamo solo ricordare come è finito l'ultimo suo governo? Di come si vantò di aver appoggiato Monti?

JosefSezzinger

Mer, 30/10/2019 - 14:59

Dietro a Mr. Conte c'è un universo di interessi: sono loro che hanno "forzato" il M5S ad allearsi con il PD.

Rossana Rossi

Mer, 30/10/2019 - 15:57

Purtroppo il Colle è stato primario artefice di questo papocchio vergognoso e sarà difficile che lo sciolga anche davanti alle evidenze........

Pinozzo

Mer, 30/10/2019 - 16:05

"Basta che Salvini non ripeta l’errore del passato di non trascinare con sé l’intera coalizione ed è fatta." AHAHAH! Sallusti, ma ti credi astuto e sottile? Cerchi di far passare il messaggio "pero' Salvini deve allearsi col Silvione" ma ormai l'han capito tutti, Salvini si sta fagocitando FI che ha avuto un tracollo che in confronto quello del M5S e' minuscolo, ora stanno sotto il 7%, quasi doppiati pure dalla Meloni..! Dai anche oggi pagnotta guadagnata. Un consiglio: mettile da parte, che tra poco inizieranno a scarseggiare.

rrobytopyy

Mer, 30/10/2019 - 16:35

ma basta destra, sinistra, centro, bianco, nero, giuseppi e giuseppe vari. Per l' italia non si fa nulla senza scontentare qualcuno e allora niente partiti, ma un gruppo di lavoro calato dal cielo che prende provvedimenti per il bene esclusivo dell' italia. Che utopia !