Un caldo mai visto? Che superficialità questi "esperti" meteo

Le balle sul riscaldamento globale

Una volta si additava con commiserazione a quello che, incapace d'altro, si buttava in politica. Oggi non è più così, però. Oggi, quando uno si ritrova al cospetto del proprio fallimento, può fare il meteorologo. I professionisti del campo sono pochissimi, ma di sedicenti meteorologi ve n'è gran copia: non è necessario abbiano studiato, devono solo ripetere le previsioni che i primi diffondono in rete, come le meteorine del grande Emilio Fede, che però si guardavano bene dal camuffarsi da scienziate.

Il sedicente meteorologo fallito, poi, incapace di azzeccare previsioni entro le 48 ore, si butta in climatologia, un campo ove si può parlare a briglia sciolta: fra 100 anni l'Italia sarà desertificata. E chi controlla? Rispetto ai pochissimi professionisti, pure i sedicenti climatologi proliferano. Ne cito due. Uno è Al Gore che, buttatosi prima in politica, si buttò poi nella climatologia. Gli diedero il Nobel, e in occasione della prolusione alla consegna del premio, al cospetto degli sbigottiti reali di Norvegia, azzardò la previsione che di lì a 7 anni il Polo Nord si sarebbe completamente sciolto: era il 2007 e, fosse stato meno stupido, si sarebbe compromesso di meno se solo si fosse allargato ad anni oltre la propria aspettativa di vita, che so 70 anni invece che 7.

L'altro, Luca Mercalli, non avrei mai immaginato fosse un fesso. Anzi. Però è egli stesso che ci informa di esserlo nella conclusione ad un articoletto sulla Stampa di ieri. A dire il vero, laureato in agraria o geografia (non è dato sapere bene) e sedicente climatologo, questo Mercalli nella classe degli stupidi mette con se stesso anche il resto dell'umanità, ma pazienza. La ragione per cui egli afferma di essere tonto è, pensate un po', perché il giorno prima a Milano ha fatto più caldo della norma. A conferma della stupidità di cui l'articolista si sente afflitto, ci sarebbe la circostanza che egli addossa alle attività industriali la colpa della scarsità di neve nel giorno 27 dicembre 2016. Oggettivamente la cosa è stupida, e ci viene difficile contraddire l'opinione che il Mercalli ha di sé. Per dire: il record di abbondanza di neve in Italia si ebbe quando ne caddero 2 metri e mezzo in 24 ore, ma era il 5 marzo dell'anno scorso, non di un secolo fa. Per converso, la temperatura più alta mai registrata al mondo occorse, appunto, un secolo fa: 57 gradi in California, il 10 luglio del 1913, più precisamente. Comunque, questo Mercalli non dovrebbe essere così severo con se stesso: Al Gore lo ha battuto di tre spanne.

Commenti
Ritratto di Cobra31

Cobra31

Gio, 29/12/2016 - 10:33

E' perché i climatologi devono inzuppare ancora il biscottino nella storia del riscaldamento globale. Nella scorsa estate per 4 giorni abbiamo avuto le temperature massime più alte rispetto agli anni passati. I climatologi si sono subito affrettati a dare l'allarme. Però nessuno ha fiatato quando l'autunno da poco passato è risultato, secondo me, il più freddo degli ultimi anni. A Roma, alle 7 di mattina, a partire da metà novembre, la temperatura scendeva sotto i 10 gradi, quando negli anni passati iniziava dai primi di gennaio a scendere sotto i 10 gradi. Poi vorrei sapere perchè, per dire che la terra si sta riscaldando, misurano la temperatura dell'aria: dovrebbero, invece, misurare la temperatura 10-20 metri sottoterra.

il sorpasso

Gio, 29/12/2016 - 10:47

In effetti raccondano balle già da alcuni anni: ricordo benissimo lo scorso anno che avevano previsto un inverno nevoso e molto freddo per fortuna che si erano sbagliati. Credo che anche quest'anno le previsioni siano farlocche: Ridateci il vecchio colonello Bernacca!!!!

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Gio, 29/12/2016 - 10:59

Personalmente non bado più alle rubriche meteorologiche fin da quando è stata introdotta la temperatura "percepita" e, più recentemente, il "grado di attendibilità". "Grado di attendibilità 75"? Ma che caxxo significa? Non sarebbe meglio tornare al cielo a pecorelle e al rosso di sera?

steacanessa

Gio, 29/12/2016 - 11:29

Come ripeteva il grande Montanelli prima del triste tramonto, la madre degli imbecilli è sempre incinta.

steacanessa

Gio, 29/12/2016 - 11:29

Grande Battaglia!

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 29/12/2016 - 11:32

Oggi per farsi notare non si devono dire cose fattuali ma solo ipotesi e più eclatanti sono meglio é. Che il clima nel mondo sia cambiato anche solo negli ultimi cinquant'anni chi ne di più può ricordarselo. Ma che il clima abbia fasi cicliche di riscaldamento e raffreddamento é da sempre. Se poi guardiamo all'impatto che il cambiamento può avere su gli umani, sarà bene ricordarsi che abbiamo sovrappopolato il pianeta, senza alcuna programmazione, asfaltando o cementificando aree che andavano lasciate alla natura oppure costruendo la dove proprio non si doveva mai mettere neppure un mattone. Accoppiando a questo il cambiamento dell'agricoltura, da estensiva ad intensiva, allora vedremo come l'abbandono di scoli, di boschi, di fiumi abbia su di noi ben maggiore impatto che un grado o due di differenza nel clima.

Ritratto di woman

woman

Gio, 29/12/2016 - 12:05

Mi ricordo che negli anni settanta ci martellarono con due previsioni catastrofiche: che entro 30 anni il petrolio sarebbe finito e che la terra si avviava verso una nuova glaciazione. Sono passati 40 anni: il petrolio è troppo, tanto che lo stanno contingentando per non far calare ulteriormente il prezzo e la terra, a detta loro, si sta surriscaldando.

Luigi Farinelli

Gio, 29/12/2016 - 12:15

Ormai la gente comincia a svegliarsi dal sonno della ragione da overdose ideologica ed a capire come funzioni l'industria (efficientissima) dell'indottrinamento di massa. Le Conferenze sul clima sono un esempio concreto dell'inganno intellettuale: senza basi scientifiche indirizzano là dove il Pensiero Unico turbo-capitalista e neo-marxista (una miscela micidiale) vuole portarci. Ed ecco il Nobel ad Algore per Gaia (la Terra in chiave panteista) che soffre la presenza del "parassita umano" responsabile dell'aumento di CO2, quindi del riscaldamento planetario (balla cosmica). E vai con la distruzione del "parassita" tramite de-natalizzazione (aborto, fine della famiglia naturale prolifica, sterilizzazione) e de-industrializzazione, usando il "progressismo" come portatore di ideologia, strumento delle élite che vogliono riplasmare il mondo. Ma mi sa che il vento sta cambiando.

roberto.morici

Gio, 29/12/2016 - 12:24

L'utima barzelletta della serie prevedeva la totale scomparsa del giaccio al massimo entro la fine di quest'anno. Bisogna avere un minimo di fede nella scienza di questi geni. Mancano ancora quasi tre giorni per chiudere l'anno...

ClaudioB

Gio, 29/12/2016 - 12:57

Caro Battaglia, certo che di balle ne spara anche lei e non poche, un esempio?: la temperatura più alta mai registrata sulla terra è stata misurata in Iran nel 2005 nel deserto del Lut, con 70.7 gradi centigradi. Faccia lei....

manfredog

Gio, 29/12/2016 - 13:11

..be', anche loro devono 'vendere'..e cosa c'è di meglio di 'balle catastrofiche' da vendere, comprate stando al calduccio in casa, con le pantofole, davanti al televisore..!! mg.

Ritratto di joe pizza

joe pizza

Gio, 29/12/2016 - 13:25

Esatto! E potete visitare anche il sito Climate Monitor

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 29/12/2016 - 13:49

Battaglia, purtroppo, a livello mondiale la lobby del riscaldamento globale é molto forte. Si debbono giustificare le energie alternative che, non lo dico io che le ho studiato a fondo ma esperti del settore, sono più inquinanti delle energie fossili. Finché questo persisterà, i ciarlatani avranno campo libero per dare le più assurde previsioni. Ricordo che negli anni 50 si andava al mare per la festa di S.Giuseppe (19 marzo) e che per Pasqua ci si vestiva con abiti estivi;c'era anche allora il riscaldamento globale? Questi hanno perso la memoria e forse la misura del buon senso.

Ritratto di riana

riana

Gio, 29/12/2016 - 14:35

Non sono climatologi, sono dei perfetti imbecilli messi li' come raccomandazione e sono anche dannosi per gli allarmismi che creano. Specie le donne. Ondata di caldo? Questi giorni in provincia di FI la mattina i campi erano bianchi dal gelo, e di giorno vento gelido con temp. di 10 gradi max. Ora perche' a MI e TO era tiepido doveva essere cosi' in tutta Italia, secondo loro.

Demetrio.Reale

Gio, 29/12/2016 - 14:38

Ma al giornale della famiglia Addams, Lapo, John e papà Alain, sono abituati a spararle grosse. Solo settimana scorsa il direttore Maurizio Molinari assicurava il pubblico di Vespa che "Il futuro dell'Italia è negli immigrati, non possiamo tirarci indietro". Così ha deciso la "bella" famigliola che gli paga lo stipendio e lui giustamente riferiva.

pietrom

Gio, 29/12/2016 - 15:01

Caro Battaglia, potrebbe farmi un favore? Le dispiacerebbe iniziare, insiame ai suoi colleghi, una campagna martellante nei confronti delle istituzioni (e Governo, in prospettiva il prossimo), affinche' ci si butti nella ricerca e sviluppo dell'energia nucleare basata sul torio liquido (LFTR)? E' una tecnologia che stanno sviluppando in Cina e in USA, estremamente promettente, SICURISSIMA, che potrebbe cambiare in meglio il futuro di tutta l'umanita' (cosa che non e' riuscita, come ampiamente previsto, alle energie rinnovabili). Grazie.

tangocav

Gio, 29/12/2016 - 15:03

Siete solo dei "negazionisti". L'innalzamento della temperatura media globale a causa delle attività dirette e indirette dell'uomo sulla terra è assodata da tempo, ma siccome per voi la cosa più importante del mondo (religione compresa) è la crescita del Dio PIL a qualunque costo ( Umano, civile, morale)non mi resta che augurarmi che riuscirete ad convincere-abbindolare il minor numero di persone possibile. Non so se siete peggio voi o i creazionisti.... Poi per inciso: Fare di episodi locali in controtendenza degli esempi che smentiscono i risultati globali mi pare abbastanza vergognoso.

pietrom

Gio, 29/12/2016 - 15:26

[2] Caro Battaglia, potrebbe farmi un favore? Le dispiacerebbe iniziare, insiame ai suoi colleghi, una campagna martellante nei confronti delle istituzioni (e Governo, in prospettiva il prossimo), affinche' ci si butti nella ricerca e sviluppo dell'energia nucleare basata sul torio liquido (LFTR)? E' una tecnologia che stanno sviluppando in Cina e in USA, estremamente promettente, SICURISSIMA, che potrebbe cambiare in meglio il futuro di tutta l'umanita' (cosa che non e' riuscita, come ampiamente previsto, alle energie rinnovabili). Grazie.

Demetrio.Reale

Gio, 29/12/2016 - 15:39

Ma al giornale della famiglia Addams, Lapo, John e papà Alain, sono abituati a spararle grosse. Solo settimana scorsa il direttore Maurizio Molinari assicurava il pubblico di Vespa che "Il futuro dell'Italia è negli immigrati, non possiamo tirarci indietro". Così ha deciso la bella famigliola che gli paga lo stipendio e lui giustamente riferiva.

pietrom

Gio, 29/12/2016 - 16:39

[3] Caro Battaglia, potrebbe farmi un favore? Le dispiacerebbe iniziare, insiame ai suoi colleghi, una campagna martellante nei confronti delle istituzioni (e Governo, in prospettiva il prossimo), affinche' ci si butti nella ricerca e sviluppo dell'energia nucleare basata sul torio liquido (LFTR)? E' una tecnologia che stanno sviluppando in Cina e in USA, estremamente promettente, SICURISSIMA, che potrebbe cambiare in meglio il futuro di tutta l'umanita' (cosa che non e' riuscita, come ampiamente previsto, alle energie rinnovabili). Grazie.

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Gio, 29/12/2016 - 16:58

@ClaudioB - Gio, 29/12/2016 - 12:57 - ha scritto:” Caro Battaglia, certo che di balle ne spara anche lei e non poche…” – Lei non sa neppure leggere i dati scientifici e pretende di dare lezioni di ballologia. Nel sito del Centro Meteo Italiano, è riportato “Il record assoluto di caldo appartiene agli Stati Uniti, con Furnace Creek che è la località che ha registrato la temperatura più elevata della Terra, con la colonnina di mercurio che ha raggiunto i +56.7°C durante l’estate del 1913….Per quanto riguarda invece la temperatura del suolo, il record di caldo appartiene all’Iran, più precisamente al deserto di Lut, dove il satellite Aqua della NASA ha rilevato una temperatura di +70.7°C nel 2005.” Ha capito, egregio? Temperatura DEL SUOLO. Quell’altra è la temperatura dell’aria. Studi di più, si impegni...

gneo58

Gio, 29/12/2016 - 17:19

il mondo gira per i fatti suoi fregandosene degli uomini - ci sono state glaciazioni, riscaldamenti e sconvolgimenti vari anche in epoche in cui l'uomo influiva poco o nulla con l'inquinamento - fatevene una ragione.

gneo58

Gio, 29/12/2016 - 17:21

noto sempre piu' spesso che quando prevedono sole pieno al nord qui in Liguria e' sempre nuvolo o giu' di li', prevedono qualche velatura e qui piove ! - ma la mattina prima di parlare telefonare a qualcuno del posto e chiedere come e' il tempo li' no ??

MaxCi

Gio, 29/12/2016 - 17:29

Basta pensare all'origine del nome Groenlandia per capire come la climatologia sia una scienza ancora fallace, quando non mendace (climategate) asservita a scopi tutt'altro che umanitari, con buona pace dei truffatori del nobel del 2007. L'unica cosa dimostrata dalle carote antartiche ad esempio, è che la temperatura è l'effetto e la causa è l'aumento e/o la diminuzione di CO2 in atmosfera (con un lag di 600-1000 anni).

gian paolo cardelli

Gio, 29/12/2016 - 18:22

tangocav: assodata DA CHI?

gcf48

Gio, 29/12/2016 - 18:26

pietrom ha perfettamente ragione. Qualcosa c'è sotto perchè ci sia così ritardo

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 29/12/2016 - 19:38

Prof (sic!) Battaglia, lei e` noto nella metereologia per un libretto ("Mezze stagioni, mezze verita`"): 31 pagine, e nientemeno che 112 errori documentati. (Vedere articolo su Climalteranti.it). Mi sono preso la briga di andare a ricercare cio` perche' dopo aver letto il suo articoletto qui, avevo la percezione di un autore con poca pratica della discussione scientifica. Suonava come basato sul nulla, come scriverebbe un lettore qualsiasi improvvisando sulla propria percezione di un argomento, per sentito dire. E infatti cio` che ho trovato me lo ha confermato. E` chiaro che lei possa far presa sui lettori del Giornale, che non hanno alcuna dimestichezza con il dibattito scientifico (se non per sentito dire), e si premurano solo di coltivare e confermare le loro confuse e rigide convinzioni politiche. Il suo articoletto non sembra altro che una velina del gran "negazionista" appena eletto negli USA. (Spero nella pubblicazione: la propaganda unilaterale sarebbe intollerabile)...

Ritratto di michageo

Anonimo (non verificato)

gianrico45

Gio, 29/12/2016 - 19:41

Una volta c'era Barbanera,nonostante fosse solo un eremita ci azzeccava sempre.

cecco61

Gio, 29/12/2016 - 19:42

@ tangocav. Un consiglio: vada a vedersi gli atti di quella scemenza che era il Protocollo di Kyoto. Al di là dell'inutilità dello stesso, leggerà che nell'atmosfera terrestre c'erano 3 milioni di megatonnellate di CO2 delle quali, prodotte dall'uomo e dalle sue attività, solo 3.000. Anche ammesso che quest'ultimo dato sia oggi raddoppiato, resta sempre solo lo 0,2%, quindi ininfluente.

Anonimo (non verificato)

PDIsla§

Gio, 29/12/2016 - 19:46

ClaudioB Gio, 29/12/2016 - 12:57 Caro Battaglia, certo che di balle ne spara anche lei e non poche, un esempio?LEI CI DIA LA SUA OPINIONE E NON WEBBARE >>>> http://www.meteogiornale.it/notizia/23040-1-il-luogo-piu-caldo-della-terra-il-deserto-del-lut-in-iran

PDIsla§

Gio, 29/12/2016 - 19:47

ClaudioB Gio, 29/12/2016 - 12:57 Caro Battaglia, certo che di balle ne spara anche lei e non poche, un esempio? PS. PARLA DEL'ITALIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!

Ritratto di El Presidente

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Gio, 29/12/2016 - 22:01

Distinguere i fatti dalle loro interpretazioni. Il 2016 è stato l'anno più caldo da quando si registrano le temperature sulla Terra, cioè dal 1870: è un fatto, è innegabile. L'aumento di temperature dipende dalle attività umane: è un'interpretazione, pur corroborata da dati che lo mettono in correlazione l'aumentato consumo di combustibili fossili nel mondo, legato all'incremento delle attività produttive di paesi fino a qualche decennio fa arretrati, in aree del mondo densamente popolate. Se si vuole negare l'interpretazione del fatto non si può ricorrere alla negazione del fatto stesso, perché altrimenti l'opinione perde di credibilità di fronte ad una evidenza certificata. È vero che la storia della Terra ha conosciuto altri periodi di surriscaldamento ma credo che sia la velocità con cui questa di produce adesso che la mette fortemente in relazione con le attività umane.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Ven, 30/12/2016 - 07:02

E le idiozie di questi climatologi le raccolgono i nostri amministratori, che ci obbligano alle catene in auto o ai pneumatici invernali, quando (parlo per me che abito a Bergamo) non ricordo un fiocco di neve sull'asfalto d ben oltre dieci anni).