"Falla finita!", "Non fare il bullo". Calenda e Boccia litigano sull'Ilva

L'ex ministro Calenda e il deputato democratico litigano su Twitter dopo le discussioni sull'Ilva di Taranto. E volano parole grosse

Non si placa la discussione interna al Partito Democratico sull'Ilva di Taranto. E a tenere banco, è la lite sui social network fra Carlo Calenda e Francesco Boccia. L'ex ministro del governo a guida Pd non ha mai negato di avere idee diverse da quelle espresse dal partito di centrosinistra. In particolare, il suo progetto di recupero industriale è stato attaccato duramente da tutto il partito pugliese guidato da Michele Emiliano.

Francesco Boccia, deputato del Pd ha chiesto un confronto a Calenda, ma la sua risposta su Twitter ha acceso la discussione: "Disturbi della personalità di @F_Boccia che vuole confronto con me su ILVA. Francesco sei del PD! Devi chiederlo a Di Maio il confronto! Alle brutte Salvini. Falla finita. Di buffoni in giro ce ne sono già troppi. E ILVA è questione troppo seria per vs battaglie interne al PD".

Questo il post pubblicato dall'ex ministro. Ma la risposta di Boccia non si è fatta attendere. "Trasparenza, si chiama trasparenza e non fare il bullo con me perché non attacca. @luigidimaio dovrà tenere aperta #Ilva perché è giusto così. Ma nel @pdnetwork dobbiamo ripartire da una posizione unica e tu devi chiarire molte cose tra #Taranto, #Piombino e #Bxl. A presto".

Ma Calenda non ci sta e, dopo pochi minuti, ribatte al deputato dem: "Basta! mi sono stancato di polemiche pubbliche interne al PD. Questa è l’ultima risposta che ti do. Su ILVA ho chiarito tutto fino all'esaurimento in ogni sede. Se vuoi altre risposte chiamami. Confronti li faccio con gli avversari. Quando finalmente ti iscriverai ai 5S ripassa."

Insomma, il Pd, all'opposizione come al governo, sembra destinato a spaccarsi ancora una volta su temi del lavoro. Temi essenziali, soprattutto per l'Italia. Ma le divisioni interne continuano a dominare il palcoscenico.

Ed è una discussione che non sembra destinata a fermarsi. La questione Ilva riaccende le anime dem e pone ancora molti interrogativi per un partito che è in profonda crisi d'identità. Sui temi del lavoro e dei diritti sociali, si scontrano visioni opposte: la discussione via Twitter fra Calenda e Boccia è solo l'ultimo (eclatante) esempio.

Commenti

Anonimo (non verificato)