Calenda lascia il Pd: la lettera a Zingaretti e Gentiloni

L'amaro sfogo di Calenda in una lettera a Zingaretti e Gentiloni: "Lascio una dirigenza di cui non mi sento parte. Governo nato dal trasformismo, nulla abbiamo in comune con Grillo, Casaleggio e Di Maio"

"Caro Nicola, Caro Paolo, vi prego di voler accettare le mie dimissioni dalla Direzione Nazionale del Partito Democratico". Inizia così la lettera con cui l'eurodeputato Carlo Calenda, ex ministro dello Sviluppo Economico, comunica a Zingaretti e a Gentiloni la propria decisione di lasciare il Pd in disaccordo con la scelta, del partito, di varare un governo con il Movimento 5 Stelle.

"È una decisione difficile e sofferta - prosegue l'ex ministro -. Nell’ultimo anno e mezzo ho sentito profondamente l’appartenenza a un partito che, per quanto diviso e disorganizzato, consideravo l’ultimo baluardo del riformismo in Italia. Per questo mi sono iscritto al Pd all’indomani della sconfitta più pesante mai subita dal centrosinistra. In questi mesi ho cercato di dare in tutti i modi un contributo di idee e di iniziativa politica. Insieme ci siamo battuti alle elezioni di maggio con coraggio e coesione, raggiungendo un risultato non scontato. È stata un’esperienza entusiasmante. Ho scoperto la tenacia di una comunità di elettori e militanti pronta a combattere per lo Stato di diritto e per la permanenza dell’Italia tra i grandi paesi europei; nonostante tutto e spesso nonostante il Partito".

Dopo questo preambolo Calenda comunica le ragioni della propria decisione di rompere: "Dal giorno della mia iscrizione ho chiarito che non sarei rimasto nel partito in caso di un accordo con il M5S. La ragione è semplice: penso che in democrazia si possano, e talvolta si debbano, fare accordi con chi ha idee diverse, ma mai con chi ha valori opposti. Questo è il caso del M5S. Le ragioni le abbiamo spiegate ai nostri elettori talmente tante volte che non vale la pena ripeterle qui".

E insiste: "Non saranno 5 o 10 punti generici a far mutare natura a chi è nato per smantellare la democrazia rappresentativa cavalcando le peggiori pulsioni antipolitiche e cialtronesche di questo paese. Sapete bene che nulla abbiamo in comune con Grillo, Casaleggio e Di Maio. Ed è significativo il fatto che il negoziato non abbia neanche sfiorato i punti più controversi: dall’Ilva alla Tav, da Alitalia ai Navigator. Un programma nato su omissioni di comodo non è un programma, è una scusa. Eviterò di commentare la decisione di cedere al diktat del M5S su Conte. In fondo esiste una perversa coerenza nella scelta di questo nome per guidare un Governo nato dal trasformismo. Nelle ultime ore siamo arrivati persino ad accettare un giudizio sull’accordo di Governo da una piattaforma digitale privata che abbiamo sempre giustamente considerato eversiva e antidemocratica".

Calenda si toglie un sassolino dalla scarpa e ricorda a Zingaretti cosa disse, lo scorso 26 luglio, nella sua relazione da segretario del Pd: "Confermo che nel caso si arrivasse a una crisi di governo la nostra posizione era, è e sarà sempre la stessa: di fronte a una crisi di queste proporzioni la via maestra sono le elezioni anticipate, non esiste alcuna ipotesi di alleanza con i 5S”. Persino nel paese delle amnesie di comodo e del trasformismo fa impressione pensare che quella decisione della direzione sia stata archiviata, poche ore dopo l’apertura informale della crisi di Governo, con un’intervista che ha poi determinato una precipitosa inversione di rotta di tutta la nostra leadership. Come può un partito privo di coerenza, processi decisionali effettivi e rispetto per le determinazioni assunte dai propri organi dirsi davvero tale?".

Per l'ex ministro "non è solo per ragione di coerenza o di serietà che avremmo dovuto scegliere la strada delle elezioni. Dare vita in questo modo a un Governo con Grillo e Casaleggio vuol dire rinunciare a fare politica. I progressisti vengono sconfitti in tutto il mondo perché negli ultimi trent’anni non hanno visto il prodursi di una frattura profondissima tra progresso e società. Il nostro futuro dipende dalla capacità di capire cosa è accaduto e proporre una visione e un progetto adatto ai tempi. Da qui non si scappa e non si può scappare. Rifugiarsi in un confortevole quanto generico antifascismo per nascondere la mancanza di pensiero, la spinta all’autopreservazione e la paura di perdere, è una scorciatoia che non servirà a battere la destra. Al contrario, ne accrescerà la forza".

Calenda riconosce che "l’apertura ai 5S ha spiazzato Salvini costringendolo ad una precipitosa ritirata. Ma è stata solo una “vittoria di Pirro” ottenuta ad un prezzo esorbitante. Abbiamo rimesso al centro della scena il M5S – che infatti sta già ricrescendo nei sondaggi - e confermato nei cittadini l’idea che siamo pronti a tutto pur di ritornare al Governo". E prosegue nell'analisi impietosa: "C’è un errore profondo che la diffusa soddisfazione, anche di una parte della nostra base, per questo accordo nasconde. E’ il pensiero che il nemico da battere sia sempre una persona. Un errore già commesso con Berlusconi. Salvini è un contenitore vuoto che si riempie delle paure e delle inquietudini degli italiani. Finché non ci occuperemo del contenuto non torneremo a vincere. E quella che abbiamo intrapreso non è la strada giusta."

"Le elezioni sarebbero state una sfida difficile - prosegue Calenda -. Un Governo di destra appariva senz’altro l’esito più probabile. Più probabile, ma non certo. Abbiamo visto in altri paesi europei come la vittoria della destra, data per certa nei sondaggi sia stata poi smentita nelle urne. Sarebbe stata una bella battaglia. Avremmo chiamato alla mobilitazione l’Italia seria, quella che lavora, produce, studia e fatica. Da quella sfida saremmo usciti comunque più forti e coesi".

Ora cosa farà Calenda? "Lavorerò in Europa nel gruppo SeD, mentre in Italia rafforzerò SiamoEuropei per dare una casa a chi vuole produrre idee concrete per una democrazia liberal-progressista adatta a tempi più duri e non ha paura del confronto con i sovranisti. Cercherò di mobilitare forze nuove. La mancanza di decoro generalizzata degli attori di questa crisi dimostra chiaramente che c’è l’urgenza di chiamare all’impegno una nuova classe dirigente".

Poi la previsione (sinistra) sul futuro politico del governo giallorosso. "Le elezioni arriveranno. Le avete solo spinte più in là di qualche metro. Quando sarete pronti a lottare ci troveremo di nuovo dalla stessa parte".

La risposta di Zingaretti: "Ripensaci"

"In questa sfida il Pd ha bisogno anche delle voci critiche - scrive il segretario del Pd Nicola Zingaretti - soprattutto se provenienti da personalità autorevoli e competenti come te. Ho e abbiamo bisogno di te, perché solo uniti potremo cambiare il destino di un Paese che, fino a pochi giorni fa, sembrava trascinato per inerzia verso un declino economico, civile e democratico senza precedenti. Proviamoci. Io ci sono. Il Partito Democratico c’è. Spero davvero che vorrai ripensarci".

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 28/08/2019 - 13:23

Si è preso le sue responsabilità ed ha mantenuto fede a quanto ventilato in precedenza. Non condivido quasi niente di quello che ha detto in precedenza Calenda, però in questo caso ha anche il mio rispetto per non essersi piegato a logiche di mera convenienza, partitiche del tutto discutibili.

antonmessina

Mer, 28/08/2019 - 13:25

mobilita forza nuova ?????????????????

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 28/08/2019 - 13:26

In buona parte un discorso realista e quasi condivisibile. Tutto pero' cade con l'ultima frase... Come puo' tornare "all'ovile" dopo la caduta dell'idra giallorossa? Crede forse che i soi (ex?) compagni lo riaccolgano? Crede forse che cambieranno atteggiamento?

killkoms

Mer, 28/08/2019 - 13:27

almeno uno è stato coerente!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 28/08/2019 - 13:27

non solo, ma rimanendo ancora come prima, senza abiurare l'ideologia, senza i mea culpa sul comunismo, senza chiedere scusa alle vittime, non potrete MAI cambiare veramente !

dagoleo

Mer, 28/08/2019 - 13:35

devo riconoscerlo, Calenda è uno serio, uno dei pochi del PD. merita grande rispetto. una persona competente e con la schiena dritta. gli proporrei di entrare in FDI.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 28/08/2019 - 13:42

Comunista, ma razionale: un applauso a Calenda, dal quale tutto mi divide. Ciò mentre Renzi e Zingaretti sono in lotta litigandosi il potere! Sinistre in stato confusionale che si litigano un potere che in fondo non avranno mai: sono in contrasto con la logica e con se stessi. Anche per loro sarebbero meglio nuove elezioni, certamente positive con l'incipiente crollo del M5S.

dagoleo

Mer, 28/08/2019 - 13:43

l'unico con dignità e senso d'onore. l'unico da apprezzare e rispettare. da oggi lo guarderò con rispetto. lo merita.

Malacappa

Mer, 28/08/2019 - 13:46

Quali valori?????? quelli di rovinare l'Italia con un invasione pazzesca

framarz

Mer, 28/08/2019 - 13:53

Calenda dovrebbe spiegare per quale motivo una consultazione privata è antidemocratica se fatta attraverso una piattaforma digitale, mentre è altamente democratica quando si fa con i banchetti (vedi primarie del PD)

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 28/08/2019 - 14:12

Calenda sembra un pragmatico. Era ed è sprecato nel Pd. Ora provi a bussare alla porta della Lega o di FdI.

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 28/08/2019 - 14:13

Che cosa ci sta a fare con il PD? Non sembra essere di casa in quel partito. Però da' una lisciata con l'ultima frase e questo mi piace di meno

Mogambo

Mer, 28/08/2019 - 14:24

Bravo 7+.Adesso vadi pure e si ricordi di spegnere la luce...

necken

Mer, 28/08/2019 - 14:31

Calenda farebbe bene a fare un suo movimento potrebbe avere successo mentre sbaglierebbe se cercasse un nuovo padrone tra i partiti e movimenti attuali

sergioxxxx

Mer, 28/08/2019 - 14:47

il pd rinuncia ai propri valori, alla madre, al padre, al figlio, alla moglie, ma mai ad una cadrega!

ginobernard

Mer, 28/08/2019 - 14:48

sono pochi in Italia a pagare per la propria coerenza ... un avversario leale è meglio di un alleato voltagabbana.

maurizio-macold

Mer, 28/08/2019 - 14:53

Dispiace perdere una persona come il Calenda. Ma in politica bisogna accettare i compromessi, purche' ovviamente non siano contrari all'etica del proprio partito.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 28/08/2019 - 15:09

Devo dire che tra tutti quelli del PD è l'unico che dimostra di avere un po' di cervello ma soprattutto coerenza politica. Il resto un'accozzaglia di opportunisti.

Giorgio Colomba

Mer, 28/08/2019 - 15:10

Tenui bagliori di onestà intellettuale anche da un (ex) piddino.

jaguar

Mer, 28/08/2019 - 15:16

Il resto del PD non si strapperà certo le vesti.

rokko

Mer, 28/08/2019 - 15:16

Calenda, fai un tuo partito. Se avrai l'accortezza di selezionare bene chi ne farà parte, potresti avere successo.

mariolino50

Mer, 28/08/2019 - 15:18

02121940 Ma dove lo vedete comunista Calenda, è entrato in politica nella passata legislatura, cominciando con Italia futura, fondata da Luca Cordero di Montezemolo, prima era assistente del presidente in Confindustria, e dirigente alla Ferrari, alla faccia del comunista. Nel pd-l sono quasi estinti, ci ha pensato il fiorentino, ubbidendo anche agli ordini della confindustria, vedi job act, forse consigliato da lui, cosa che non riuscì nemmeno a Silvio.

bernardo47

Mer, 28/08/2019 - 15:28

Lavoroi in Europa per chi lo ha eletto e non faccia lo sciocchino.....oppure si dimetta da parlamentare europeo,visto che ha preso proprio i voti del pd! E lasci poltrona e stipendio!

Reip

Mer, 28/08/2019 - 15:32

Incredibile! Un uomo! Una persona d’onore! Non lo apprezzo come politico, non condivido nulla della sua politica e del suo partito! Non condivido assolutamente quello che rappresenta. Ma dopo questo gesto ha il mio rispetto di uomo!

bernardo47

Mer, 28/08/2019 - 15:37

Calenda sii serio, lascia seggio a 19000 al mese e vai a lavorare! Hai preso i voti del pd,mica i tuoi che non hai! Vergognati! Sii serio e lascia il seggio e il 27!

antonioarezzo

Mer, 28/08/2019 - 15:42

personaggio con idee contrapposte alle mie. avversario politico. PERO' coerente, corretto, un vero politico con le sue idee. meno male che nel pd è più unico che raro. chapeau.

VittorioMar

Mer, 28/08/2019 - 15:46

...almeno qualcuno con un minimo di CORAGGIO..DIGNITA'..ONORE anche se AVVERSARIO e non NEMICO...!!

Iacobellig

Mer, 28/08/2019 - 16:03

Pur non condividendo la linea politica di Calenda, lo trovo molto serio.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mer, 28/08/2019 - 16:07

Persona corretta.

salvietta

Mer, 28/08/2019 - 16:13

Non si può che ammirare Calenda per la sua correttezza e la sua onestà, pur non condividendo in nulla le sue idee politiche.

scurzone

Mer, 28/08/2019 - 16:35

Calenda è una persona intelligente, non è un comunista, come tanti nei commenti hanno scritto: i comunisti sono quelli del M5stelle, con i quali il vostro amico Salvini ha governato per 14 mesi. Calenda ha ragione e mi dispiace, che una persona valida e competente, come ce ne sono attualmente molto poche in politica, di dimetta da un partito. Mi sembra, invece, che oggigiorno vadano di moda: bibitari, odontotecnici, capitani falliti e volgari, donne visionarie. Ma cosa pensate quando andate a votare?????

cesare caini

Mer, 28/08/2019 - 16:37

Uno dei pochi che abbia una dignità ! Complimenti !

corto lirazza

Mer, 28/08/2019 - 16:43

Fino a ieri era convinto di essere circondato da gente serissima, gli andavano bene tutti. Ma mi faccia il piacere!

al59ma63

Mer, 28/08/2019 - 16:43

Da avversario di idee posso solo dire che la COERENZA ha fatto Grande quest' uomo.

scurzone

Mer, 28/08/2019 - 16:51

Ma siete proprio fissati con l'invasione. L'invasione di chi????? Magari arrivasse qualcuno che ci invadesse e ci portasse un po' di buon senso.

giza48

Mer, 28/08/2019 - 16:57

Fa impressione risentire le parole di Zingaretti dette 30 g fa esatti: "Confermo che nel caso si arrivasse a una crisi di governo la nostra posizione era, è e sarà sempre la stessa: di fronte a una crisi .. la via maestra sono le elezioni anticipate, non esiste alcuna ipotesi di alleanza con i 5S”. E' quanto riportato da Calenda dimettendosi dal PD per coerenza etica e intellettuale, contro l'"inciucio accordo" con i 5* Orbene che le sirene del potere e delle seggiole ministeriali e non solo, riescano a tradire e capovolgere quanto enunciato dal segretario PD solo un mese prima, è una pagina nerissima del trasformismo politico affaristico di questo partito. continua

giza48

Mer, 28/08/2019 - 16:59

Continu..Non mi si venga a parlare di IVA, spread, crisi, borse a picco, impegni internazionali, responsabilità, etc, sono tutti pannicelli caldi posti a coprir la vergogna morale ed etica di questo partito. Ultima cosa Calenda ma perchè non tiri dritto per il partito che hai in mente e lasci alle ortiche quei tuoi miserabili amici del PD pronti ad usarti e tradirti in ogni momento?

steacanessa

Mer, 28/08/2019 - 17:00

Nobile lettera con pecoreccia conclusione.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 28/08/2019 - 17:31

chi ne sentira' la mancanza??

Cheyenne

Mer, 28/08/2019 - 17:37

Calenda è certamente uno dei pochi quasi ragionevoli dei pdioti, ma resta sempre col vizietto comunista. Non si sta dimettendo dal PD ma dalla Direzione. Resta un radical-chic incompetente e con la puzza sotto il naso.

Zizzigo

Mer, 28/08/2019 - 18:01

Non ti voto, ma sei un vero SIGNORE!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/08/2019 - 18:09

Questo ti fa onore, pur non condividendo nessuno dei tuoi pensieri.

Ritratto di pascariello

pascariello

Mer, 28/08/2019 - 18:15

Spesso non sono stato d'accordo con lui ma almeno si dimostra persona coerente con i suoi principi, a differenza di multe dei riciclati facce di palta che pullulano fra i pidioti ..

scurzone

Mer, 28/08/2019 - 18:39

Cheyenne tu sì che te ne intendi, cosa fai come lavoro? Non penso certo quello di reclutare persone per un'azienda! Calenda è una delle poche persone competenti che sta in politica: poi puoi non condividere le sue idee, ma dargli dell'incompetente, su un po' di umiltà!

baronemanfredri...

Mer, 28/08/2019 - 18:51

NON CRITICO GLI AFFARI INTERNI DEL PD IN QUANTO NON SONO MAI STATO NE' COMUNISTA DEL PD NE' COMUNISTA ORA OCCULTATO DA IPOCRISIA ED INGANNO CATTOCOMUNISTA PERO' POSSO SOSTENERE CHE QUESTO E' L'UNICO CHE HA CERVELLO, DOPO LA FINE DI QUESTO SCHIFO TRA PD E 5S CALENDA HA CAPITO CHE E' CALATO IL SIPARIO PER SEMPRE PER QUESTI DUE PARTITI UNO SI DIMEZSERA', L'ALTRO FARA' LA FINE CHE MERITA SCOMPARIRA'.

Fjr

Mer, 28/08/2019 - 18:55

Giza48,Zingaretti non conta una pippa è un’altro quello che tira i fili e di danni ne ha già fatti abbastanza,per quanto riguarda Calenda rispetto per quello in cui crede che ovviamente fa a cazzotti con la PD S.p.a

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mer, 28/08/2019 - 18:55

Non si trova in molti Politici la coerenza che dimostra Calenda e questo gli fa onore; dispiace soltanto che lotta con delle forze che di democratico hanno soltanto il nome; auguri comunque e figli maschi. Forza Italia e shalòm.

enricomv

Mer, 28/08/2019 - 19:36

Brutta notizia per il P.sedicenteD. e ottima per gli avversari. Tutti quelli buoni li fanno fuori da soli. Averne di avversari intelligenti come Calenda.

giolio

Mer, 28/08/2019 - 19:36

Onore a questo Signore della POLITICA !!!!!!

Yossi0

Mer, 28/08/2019 - 19:42

peccato che stava nel pd, uno coerente anche se non ho capito bene quali sarebbero i valori dei pdioti ... comunque fatto fuori, restano quelli appunto dai grandi valori ad iniziare con quello della coerenza ... sembrano i peggiori grillini non sanno quello che dicono sparano fesserie a più non posso ed il guaio è che c'è qualcuno, e non sono pochi, che li ascoltano ...

nunavut

Mer, 28/08/2019 - 19:55

@ mauizio-macold 14:53 se interpreto bene l'ultima frase scritta nel suo commento:purccé ovviamente non siano contrari all'etica del suo partito,a te dispiace perderlo spiegami il perché. da parte mia interpreto le sue dimissioni come una proptesta perché il "suo" partito ha perso l'etica nella quale aveva cerduto e lo aveva attirato.

jaguar

Mer, 28/08/2019 - 20:00

La risposta di Zingaretti assomiglia tanto al ripensaci di Salvini con Di Maio.

Uncompromising

Mer, 28/08/2019 - 20:12

Interessante questo passaggio : "C’è un errore profondo che la diffusa soddisfazione, anche di una parte della nostra base, per questo accordo nasconde. È il pensiero che il nemico da battere sia sempre una persona. Un errore già commesso con Berlusconi."

routier

Mer, 28/08/2019 - 20:57

Finalmente una persona seria! Una boccata di aria pulita ti aggiusta la giornata.

bernardo47

Mer, 28/08/2019 - 22:41

calenda e' girovago.....da scelta civica al pd e ora ricambia....incoerente quanto meno....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/08/2019 - 22:59

Calenda, dici: " il PD comn i 5S rinuncia ai propri valori" ? Ma quali sono? quelli della caccia alle poltrone?

papik40

Gio, 29/08/2019 - 03:18

Onore al compagno Calenda un vero uomo e non dei quaqueaqua come i suoi compagni

cgf

Gio, 29/08/2019 - 04:12

facendo un piccolo sondaggio qui e là si scopre che non è l'unico a pensarla uguale. Già le presenze ed gli introiti delle prossime feste dell'Unità mostreranno la tendenza alla scomparsa di un poltronificio, pardon, partito che ha già fatto il suo tempo. IDEM lato 5S, la gente ha bisogno di certezze e non di quaquaraquà che cambiano idea a seconda della sola e propria convenienza in nome di tutti, i quali non si sentono più rappresentati. Molta incertezza e cupi presagi, l'economia italiana ne risentirà, anche i conti pubblici, auguri a tutti.

Fiorello

Gio, 29/08/2019 - 06:54

Il partito democratico c'è, manca la democrazia.

Duka

Gio, 29/08/2019 - 08:11

Il solo capace d'essere coerente con se stesso e di assumersi le sue responsabilità senza sbavare per la poltrona. Secondo me non è per nulla Komunista ma un social democratico

antipifferaio

Gio, 29/08/2019 - 08:57

Calenda è l'unico che ho sempre apprezzo in mezzo alla cloaca Pd. Sono contento che si sia tirato fuori. Bene! Adesso penso si darà un maggiore input alla federazione per un centro moderato e cattolico di cui ha sempre parlato Berlusconi.

evuggio

Gio, 29/08/2019 - 09:30

le motivazioni di Calenda e le sue feroci quanto validissime critiche a questo vergognoso schiaffo che si sta perpetrando nei confronti della inequivocabile volontà espressa dagli italiani nelle recenti votazioni dovrebbe far vergognare profondamente TUTTI, TUTTI, TUTTI coloro che si stanno adoperando per favorire questa ignominia

watpo

Gio, 29/08/2019 - 09:51

@ framarz Mer, 28/08/2019 - 13:53: forse perchè agli ultimi "banchetti" hanno partecipato 1.600.000 persone per eleggere un segretario di partito mentre con Rousseau si deciderà dell'avvenire della nazione con 40.000 voti?

Ritratto di Artù007

Artù007

Gio, 29/08/2019 - 10:17

L'unico uomo di sinistra che merita rispetto in questo panorama politico!!!

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Gio, 29/08/2019 - 10:24

L'unico con dignità. Gli altri non l'hanno mai avuta e purtroppo la fanno perdere anche ai noi Italaini che saremo schiavi di questa ipocrita u.e. che ci vuole vedere diventare l'africa d'europa. Gaglioffi!

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Gio, 29/08/2019 - 10:36

E' un uomo vero,non come zingaretti che si è tradito da solo,figurati con gli altri.

Rinascimento33

Gio, 29/08/2019 - 10:41

Accipicchia, un comunista con le palle:incredibile!

ROUTE66

Gio, 29/08/2019 - 11:57

UN QUADRO IMPIETOSO MA VERO. SE LO TENGA IN MENTE SALVINI,LA MELONI E TUTTI QUELLI CHE SI TROVERANNO A DIBATTERE NEI CONTENITORI TV,contro le argomentazioni dei NUOVI PADRONI. NON SERVE ALTRO PER METTERLI SPALLE AL MURO.