La Camera approva le dimissioni di Guido Crosetto

Guido Crosetto, deputato di Fratelli d'Italia, ha salutato la Camera dopo che le sue dimissioni sono state accolte: "Quest'Aula mi ha reso una persona migliore"

"Quest'Aula mi ha reso una persona migliore". Così Guido Crosetto, deputato di Fratelli d'Italia, ha salutato la Camera dopo che le sue dimissioni sono state accolte con 231 voti a favore, 126 astenuti e 31 contrari.

"Gli interventi dei colleghi mi hanno commosso, non pensavo di intervenire e mi è difficile farlo", ha esordito Crosetto che si vede esaudita la sua richiesta di lasciare la Camera dopo che per ben due volte era stata respinta. Tra gli applausi dei presenti ha voluto ricordare la prima volta che fece il suo ingresso alla Camera:"Mi sono chiesto - ha detto - se avessi la forza di rappresentare il mio ruolo di deputato e poi ho capito che, la forza stessa che ognuno di noi ha di dover rappresentare il proprio ruolo, gli deriva dall'aula stessa. Non dipende solo dalle capacità". E, poi, ha ripercorso la sua esperienza da sottosegretario alla Difesa:"Tornavo dall'Afghanistan e accompagnavo la bara di un caporal maggiore, morto mentre cercava di disinnescare una mina. Quando aveva capito che la mina sarebbe esplosa si gettò sull'ordigno, riparando con il proprio corpo gli altri compagni che erano intorno a lui, salvandoli. Davanti a quel feretro io mi chiedevo: 'ma dove ha preso questa forza? Quest'uomo è un super eroe?'", si era domandato Crosetto.

"La riposta che poi mi sono dato - ha detto ancora - è che lui aveva fatto quel che aveva fatto, per la consapevolezza del ruolo che egli aveva nel momento in cui la mina stava per scoppiare e la forza che gli dava la divisa che indossava. Qualcosa che lo rendeva migliore di se stesso ed è la stessa cosa che quest'aula ha fatto a me". "Il mio impegno politico - ha aggiunto l'ormai ex deputato di Fdi - continuerà fuori dal Parlamento, continuerò a lavorare per il bene dell'Italia ma fuori da quest'Aula. Non faccio una scelta di convenienza ma una scelta convinta, valutando le mille cose che fanno parte della nostra vita". Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, ha ringraziato "Guido", "un amico e collega di enorme valore" per "il lavoro preziosissimo profuso sin qui", mentre Angelo Tofalo, sottosegretario al ministero della Difesa lo ha salutato per quanto"fatto nell'Aula di Montecitorio e per quanto farai in Aiad", la federazione di Confindustria delle aziende italiane del settore Aerospazio e Difesa. Al suo posto arriva Lucrezia Mantovani, 34enne milanese, numero due della lista di Fratelli d'Italia nella circoscrizione Lombardia 3, collegio plurinominale 2, dove era stato eletto Crosetto.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 14/03/2019 - 00:04

Non capisco. Mi é oscuro il senso di questa vicenda. Sono costretto a pensare che abbia "venduto" il suo seggio al successore. Lo valutavo fra le persone seie in Parlamento, quasi una rarltà. Comunque sia, fatti suoi. Francamente non capisco. Lo valutavo come una persona seria, quasi una rarità nel Parlamento. Perché lasciare, tradendo il voto di chi glielo ha dato? Non vorrei che abbia "venduto" il suo seggio. Non posso crederlo, naturalmente, almeno da parte di una persona per bene. Fatti suoi ... Una persona seria