Camera e Senato criticano il Def: "Non indicati i tagli"

I tecnici di Camera e Senato: "Sarebbe opportuno che Palazzo Chigi chiarisca il nuovo profilo della spending review"

Quali tagli vuole fare il governo per mettere in atto le misure contenute nel Def? Sembra non saperlo nemmeno Palazzo Chigi, visto che non li ha precisati all'interno del Def, il documento di economia e finanza con il quale l'esecutivo comunica le prossime misure economiche previste nella legge di Stabilità.

"Sarebbe opportuno" chiarire "il nuovo profilo" della spending review "sia in termini qualitativi che in particolare quantitativi, l'impatto di tale revisione in termini di minori risparmi conseguiti" e "le conseguenti misure di copertura che si prevede di utilizzare", scrivono i tecnici di Camera e Senato, "Il governo dovrebbe chiarire le stime di gettito attese se entrassero in vigore le clausole di salvaguardia introdotte con le leggi di Stabilità 2014 e 2015, che l'esecutivo è comunque intenzionato a sterilizzare. Nel complesso le clausole di salvaguardia previste dalla legge di stabilità 2015 (aumento aliquote Iva e aumento accise oli minerali per la mancata autorizzazione della Commissione europea sul reverse charge al settore della grande distribuzione) e dalla legge di stabilità 2014 (variazione di aliquote d'imposta e detrazioni vigenti) determinerebbero un gettito pari a circa 16,8 miliardi nel 2016, 26,2 miliardi nel 2017 e di poco inferiore a 29 miliardi nel 2019" mentre il gettito complessivo indicato nella Nota "sembrerebbe attribuibile alle sole clausole di salvaguardia disposte dalla legge di stabilità 2015".

Commenti
Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Lun, 28/09/2015 - 17:27

A ragione DELLA VALLE I NOSTRI MINISTRI SONO TUTTI ASINI il preggiore E il ministro delle finanze Padoan che sembra un dilettante le cose sono 2 Ho non e capace ho non a opporsi a Renzi e allora ne sopporta le conseguenze

glasnost

Lun, 28/09/2015 - 17:55

Non pensate che sia per questi grandi esperti (da barzelletta) che la Spagna, pur partendo da una situazione peggiore della nostra, continui a crescere e noi impoveriamo sempre più (chiacchiere a parte)?

villiam

Lun, 28/09/2015 - 18:28

ancora tasse e tagli ,ma quelli che votano pd ,quando apriranno gli occhi ,o aspettano che gli italiani vadano in parlamento a fare un pò di chiaro??????????

@ollel63

Mar, 29/09/2015 - 10:17

con i comunisti e parenti simili di vario colore non si va da nessuna parte: l'Italia poveretta resta nel pantano a marcire di minchiate varie, stenti e invasioni barbariche.

unosolo

Mar, 29/09/2015 - 11:17

da come la vedo io il nostro PCM ha sparato la cavolata elettorale di voler togliere la tassa sulla casa e sulla IMU agricola e capannoni , bene pensando male ha chiesto ai suoi amici in Europa di aspettare un mesetto prima di obbligare l'ITALIA a rispettare la spending review e insistere a non togliere la tassa sulla casa . ed è per questo che mi aspetto una solenne fregatura con un nome diverso dalla IMU o TASI ma che ci toglierà più soldi , questo governo ha preso tutti i soldi fermi ed ora ci sono solo quelli dei piccoli risparmiatori che per via della sanità abolite delle prestazioni gratuite dovremmo pagare ma finiti quei soldi arriviamo al 2018 , il governo avrà maturato la legislatura e noi fregati.